Bussola

Somministrazione di lavoro

01 Settembre 2018 |

Sommario

Inquadramento | Agenzie per il lavoro | Tipologie contrattuali | Divieti di somministrazione | Trattamento economico e normativo | Comunicazione del rapporto di lavoro | Libro Unico Lavoro | Aspetti previdenziali | Contributo per percorsi formativi e a carattere previdenziale | Aspetti assicurativi | Addizionale NASPI | Sostegno al reddito | Aspetti sanzionatori | Somministrazione fraudolenta | Riferimenti |

 

La disciplina del contratto di fornitura di lavoro temporaneo, c.d. "lavoro interinale", è stata introdotta dalla Legge n. 196/1997, cosiddetta riforma Treu.
Tale istituto contrattuale ha subito varie modifiche e nel 2003, con la Legge n. 39/2003 e con il D.Lgs. n. 276/2003 (Legge Biagi) il lavoro interinale è stato abolito e sostituito dalla Somministrazione di Lavoro. Da ultimo il D.Lgs. 81/2015 ha riscritto la normativa di tale contratto disciplinandolo con gli artt. da 30 a 40 ed abrogando contestualmente gli artt. da 20 a 28 del D.Lgs. 276/2003 inerenti la Somministrazione di lavoro. Il Decreto è entrato in vigore il 25 giugno 2015. L’art. 30 del citato Decreto delegato definisce la somministrazione di lavoro come “il contratto, a tempo indeterminato o determinato, con il quale un’agenzia di somministrazione autorizzata, ai sensi del decreto legislativo n. 276 del 2003, mette a disposizione di un utilizzatore uno o più lavoratori suoi dipendenti, i quali, per tutta la durata della missione, svolgono la propria attività nell'interesse e sotto la direzione e il controllo dell'utilizzatore”. La somministrazione, rappresenta un’internalizzazione di forza lavoro, perché consente all’utilizzatore di ricorrere a mercati esterni del lavoro per acquisire manodopera che opera ...

Leggi dopo