Bussola

Super ACE

Sommario

Inquadramento | Soggetti interessati | Soggetti esclusi | Operazioni agevolate | Super ACE | Misura dell’incentivo | Fruizione del beneficio | Riferimenti |

 

  La scheda in oggetto analizza la disciplina dell'art. 19, D.L. n. 91/2014 con cui si prevedeva una maggiorazione del 40% della variazione in aumento del capitale proprio per le società che venivano ammesse alla quotazione nei mercati regolamentati di Stati membri della UE o aderenti allo S.E.E. La Legge di bilancio 2017 (Legge n. 232 dell’11 dicembre 2016) ha apportato rilevanti modifiche alla disciplina ACE, compresa l'abrogazione della c.d. “super-ACE”.   I titolari di reddito di impresa possono usufruire di un particolare incentivo fiscale commisurato al capitale investito nella propria attività, noto come “ACE” (acronimo di Aiuto per la Crescita Economica) attivo già dall’esercizio in corso al 31 dicembre 2011, introdotto con il Decreto Monti, D.L. n. 201/2011 convertito dalla Legge n. 214/2011.   L’incentivo, finalizzato a favorire la capitalizzazione delle imprese mediane l’autofinanziamento, consiste nel riconoscimento della deducibilità fiscale (ai fini delle imposta sui redditi) di una potenziale remunerazione (c.d. rendimento nozionale) del capitale reinvestito nella propria attività.   A partire dal periodo di imposta in corso al 31 dicembre 2014, per effetto del “Decreto crescita”, tale incentivo viene ulteriormente potenziato mediante: Aumento del tasso di rendi...

Leggi dopo

Le Bussole correlate >