Bussola

TASI

Sommario

Inquadramento | Decorrenza e presupposto | Soggetti passivi | Tipologie di immobili soggetti al tributo e esclusioni (aree scoperte) | Esenzioni di legge (enti pubblici e diversi) | Base imponibile e aliquote | Riduzioni ed esenzioni della TASI (con regolamento comunale) | Regolamento comunale | Dichiarazione, versamento, riscossione e accertamento della TASI | Scritture contabili | Contenzioso | Riferimenti |

 

La Legge di Stabilità 2014 (Legge n. 147/2013) ha modificato la tassazione sugli immobili introducendo la IUC che altro non è che l’insieme di tasse e imposte differenti. Queste gravano sull’immobile sia in quanto valore patrimoniale, sia come oggetto per il quale il contribuente usufruisce di servizi erogati da un ente pubblico.   L’attuale quadro impositivo può essere rappresentato in:     L’imposta IMU è stata ridefinita nel corso del 2013 rispetto alle previsioni della norma originaria, in modo da tener conto di agevolazioni per determinate tipologie di soggetti, quali ad esempio i possessori di abitazione principale, i familiari possessori a titolo gratuito di un immobile, gli anziani o disabili residenti presso centri di ricovero o di riabilitazione, i componenti delle forze armate. L’IMU a regime non sarà di competenza dei possessori delle abitazioni principali o assimilate alle stesse. A partire dal 2016, le esenzioni per le abitazioni principali riguardano anche la Tasi in base alle modifiche della Legge di Stabilità 2016.   La TARI e la TASI erano contenute fino al 31 dicembre 2013 nella TARES nella quale trovavano applicazione sia la tassazione sui rifiuti, sia la tassazione sui servizi generici erogati dai comuni. La tassa sui servizi indivisibili contenuta nella T...

Leggi dopo