Bussola

Trust

Sommario

Inquadramento | Schema di funzionamento del Trust Tradizionale | English Trust | Convenzione Aja del 1° luglio 1985 | Forme alternative al trust | Aspetti fiscali: imposte dirette | Aspetti fiscali: imposte indirette | Trattamento Contabile | Riferimenti |

 

Il Trust è uno strumento attraverso il quale è possibile compiere un'operazione di destinazione/segregazione patrimoniale in virtù di un rapporto fiduciario. Questo istituto è tipico della common low che si presta più di ogni altra legislazione data la sua poliedricità,  alle più ampie finalità. In concreto il trust è utilizzato per proteggere beni  o diritti,  destinati ad un determinato scopo o riservati ad uno o più beneficiari che, per il fatto di essere conferiti nel trust, non sono più aggredibili dai creditori dei soggetti coinvolti (settlor, trustee, beneficiary). In evidenza: “trust di scopo” e “trust con beneficiari” Il trust può essere di scopo quando non esiste la figura del beneficiario, ma viene istituito per conseguire un determinato scopo che sia possibile e non contrario alle norme imperative, all’ordine pubblico e al buon costume. Generalmente i trust di scopo hanno finalità benefiche. Il trust con beneficiari è invece istituito dal beneficiario nell’interesse di uno o più soggetti che, alla cessazione del trust  divengano proprietari dei beni del trust.  

Leggi dopo