Bussola

Venture capital

23 Giugno 2015 | ,

Sommario

Introduzione | Caratteristiche ed opportunità | I venture capitalists | Procedura di investimento | Aspetti fiscali | Riferimenti |

 

L’operazione di Venture Capital è definita dall’Associazione Italiana del Private Equity e Venture Capital (A.I.F.I.) come l’ “attività di investimento nel capitale di rischio di imprese non quotate, con l’obiettivo della valorizzazione dell’impresa oggetto dell’investimento, ai fini della sua dismissione entro un periodo di medio-lungo termine”. E’ una forma di investimento sviluppatosi intorno agli anni ’50 negli Stati Uniti per finanziare i progetti di ricerca, evolvendosi, nel tempo, nella forma di finanziamento alle imprese che tutt’oggi conosciamo. L’introduzione di questa nuova modalità di creare impresa si è sviluppata nel sistema economico europeo con netto ritardo rispetto al “Nuovo Continente” e con approcci differenti.   APPROCCIO STATUNITENSE APPROCCIO EUROPEO Il Venture Capital è, insieme al buy out, una parte del Private Equity, che si concentra principalmente su imprese neocostituite, o comunque di recente costituzione, ad alto rischio, appartenenti a settori altamente tecnologici, con lo scopo di acquisire il controllo per un periodo medio-lungo. P.E. = V.C. + B.O. Il Venture Capital è considerato come sinonimo del Private Equity, focalizzato esclusivamente al finanziamento dell’impresa nelle fasi di “avvio” e/o “sviluppo”, senza dare il giusto peso alla na...

Leggi dopo