Bussola

White list

08 Settembre 2016 |
Visualizzazione ZEN

Sommario

Inquadramento | White list ex D.M. 4 settembre 1996 | White list ex Legge n. 244/2007 | Aggiornamenti della white list | La giurisprudenza | Riferimenti |

 

La white list è la lista degli Stati collaborativi attualmente prevista dal D.M. 4 settembre 1996, in materia di tassazione di alcuni strumenti finanziari.
L'articolo 168-bis del TUIR ha disciplinato una white list unitaria, applicabile per tutte le normative sui paradisi fiscali. La legge n. 244/2007, anche detta Finanziaria 2008, ha innovato il mondo delle black and white list previste dal nostro ordinamento tributario razionalizzando e semplificando il sistema. Tale legge ha previsto l’emanazione, con decreto ministeriale, di due tipologie di “white list”, aventi l’obiettivo di sostituire il sistema previgente. L’impostazione della norma prevede il rovesciamento logico del sistema: il regime di sfavore insito nelle norme non è più indirizzato verso i rapporti con Stati compresi nelle liste nere ma per quelli non compresi nelle liste bianche. Come indicato nel Provvedimento del Direttore dell'Agenzia delle Entrate del 18 dicembre 2013, la "white list", o lista bianca, comprende gli Stati e territori collaborativi, cioè "quelli inclusi nella lista di cui all’articolo 168-bis, comma 1, del TUIR, nonché quelli che prevedono un adeguato scambio di informazioni tramite una convenzione per evitare la doppia imposizione sul reddito, uno specifico accordo internazionale o con ...

Leggi dopo