Cassetto fiscale delegato: cambiano le regole di adesione al servizio

Intermediari

Con Provvedimento emanato ieri 29 luglio 2013, l’Agenzia delle Entrate si è pronunciata riguardo alle novità che interessano le modalità di utilizzo del servizio di consultazione del Cassetto fiscale delegato da parte degli intermediari di cui all’art. 3, co. 3 del D.P.R. 22 luglio 1998, n. 322.

Attualmente, il  servizio di consultazione del Cassetto fiscale dagli intermediari prevede che l’adesione alle condizioni generali di erogazione del servizio avvenga presentando una copia sottoscritta dello specifico regolamento all’ ufficio delle Entrate della Regione in cui l’intermediario ha stabilito il proprio domicilio fiscale.

Allo stesso modo, le deleghe conferite dai clienti possono essere presentate dall’intermediario presso l’Ufficio al quale è stata consegnata la copia sottoscritta del regolamento di adesione al servizio ovvero inviate, al medesimo Ufficio, per posta, fax o e-mail.

Per semplificare il processo di adesione al servizio, l’Agenzia introduce la nuova modalità per eseguire tali adempimenti con  l’esclusivo utilizzo da parte dell’intermediario dello stesso servizio Entratel, eliminando, quindi, la necessità di recarsi presso un Ufficio dell’Agenzia.

Allo stesso modo, viene data la possibilità, a ciascun contribuente abilitato ai servizi on line dell’Agenzia, di conferire delega anche attraverso le specifiche funzionalità rese disponibili nella propria area autenticata del sito internet dell’Agenzia.

Le nuove modalità di utilizzo del servizio da parte degli intermediari, come definite nel Provvedimento in esame, sono rese operative entro il 31 ottobre 2013.