Rassegna stampa

Minimi, sconti solo agli autonomi «doc»

03 Settembre 2012

Il Sole 24 ore Norme e Tributi, Gianfranco Ferranti, pag. 21

I contribuenti che intendono avvalersi del regime dei minimi, che consente la tassazione agevolata al 5%, devono confrontarsi ora anche con la normativa di contrasto delle false partite Iva introdotta dallaL. 92/2012 che all'art. 1, co. 26, stabilisce, «anche in presenza di partita Iva» la presunzione (che ammette la prova contraria da parte del committente), dell'esistenza di un rapporto di collaborazione coordinata e continuativa, quando ricorrono determinati requisiti, che riguardano la durata, il corrispettivo e il luogo di svolgimento della collaborazione.
La presunzione si applica ai rapporti instaurati successivamente al 18 luglio di quest'anno, mentre quelli già esistenti si possono adeguare entro i 12 mesi successivi.

Percorso obbligato per il recupero del credito Iva

03 Settembre 2012

Il Sole 24 ore Norme e Tributi, Giorgio Confente, pag. 22

L'autore analizza gli effetti delle indicazioni fornite dalla Circolare 34/E/2012, in base alla quale l'omessa presentazione della dichiarazione annuale esclude la possibilità di utilizzare il credito Iva (o di altri tributi) in detrazione dalle imposte dovute per l'anno successivo.
Il recupero del credito può avvenire solo con un'istanza di rimborso.
Il problema può scaturire in seguito ai controlli automatici delle dichiarazioni da parte del Fisco, che possono portare a segnalare un errore e, di conseguenza, a generare una comunicazione di irregolarità, attraverso l'avviso bonario, nel caso di trasferimento di un credito sorto in un periodo in cui la dichiarazione non è stata trasmessa o è stata presentata con un ritardo superiore ai 90 giorni.

Acconto Imu con le regole locali

03 Settembre 2012

Il Sole 24 ore Norme e Tributi, Luigi Lovecchio, pag. 23

L'Imu torna alla cassa il prossimo 17 settembre, ma solo per i possessori dell'abitazione principale che hanno scelto di pagare l’imposta suddividendola in tre parti, ovvero acconto diviso in due e saldo.
Nello specifico, le prime due rate sono uguali e l'ultima si determina per differenza tra il dovuto per l'anno e l'importo pagato nelle prime due.
Infatti, solo per il 2012, ai titolari dell'abitazione principale è stata data facoltà di avvalersi di una scadenza aggiuntiva, rispetto a quelle ordinarie del 16 giugno e del 16 dicembre.

Immigrati, sanatoria al via

03 Settembre 2012

Italia Oggi Economia e Politica, Marino Longoni, pag. 1

Mezzo milione di lavoratori interessato alla regolarizzazione che parte il 15 settembreLa sanatoria, che andrà avanti fino al 15 ottobre, interessa tutti i settori produttivi e tra questi l'edilizia e l'agricoltura, che impiegano centinaia di migliaia di immigrati irregolari.
Ma c'è un ulteriore aspetto che potrebbe determinare una sanatoria di massa in quanto, nelle ipotesi di sfruttamento della manodopera, il lavoratore clandestino che denunci il suo datore di lavoro otterrà in cambio un permesso di soggiorno di sei mesi rinnovabile per tutto il tempo necessario al processo penale che si va ad avviare con la denuncia.
In pratica il lavoratore potrebbe minacciare una denuncia, spingendo di fatto l'imprenditore a richiedere la regolarizzazione per evitare le lungaggini e i rischi legati all’azione giudiziaria.

La condanna mette fuori gioco

03 Settembre 2012

Italia Oggi Sanatoria per immigrati, Italia Oggi, pag. 5

Ancora in merito alla regolarizzazione che riguarda tutti i settori produttivi, viene specificato che non possono avvalersi della sanatoria i datori di lavoro che risultino condannati, anche con sentenza non definitiva, per i reati relativi all'intermediazione illecita di manodopera e sfruttamento dell'immigrazione clandestina.
Analogamente, non possono essere regolarizzati i lavoratori condannati per reati di ordine pubblico o comunque espulsi o segnalati.

Commercio, semplificazioni a 360°

31 Agosto 2012

Italia Oggi Enti locali, Antonio Ciccia, pag. 30

Semplificazioni a tutto campo per le attività economiche quelle previste dal Decreto legislativo pubblicato sulla Gazzetta ufficiale di ieri che attua la direttiva sui servizi, in vigore dal prossimo 14 settembre: la Scia prenderà il posto della Dia, con il risultato che si potrà aprire subito un negozio. Non solo, il decreto rafforza la tutela del consumatore, consentendo alle associazioni di categoria di chiedere l'inibitoria delle azioni degli operatori economici quando violano i principi della libera concorrenza.

Pagine