Rassegna stampa

Aliquote Imu al 31 ottobre

13 Settembre 2012

Il Sole 24 ore Norme e Tributi, Pasquale Mirto e Gianni Trovat, pag. 18

Per fissare le aliquote dell'Imposta Municipale Unica i Comuni hanno tempo fino al 31 ottobre. Sulle regole dell'imposta, intanto, l'Economia sta ultimando il lavoro per il varo definitivo del modello di dichiarazione e delle istruzioni collegate. Si tratta di regole facili e condivisibili. Nello specifico, occorre presentare la dichiarazione quando ci sono riduzioni d'imposta e quando le informazioni per la liquidazione non possono essere ricavate dalle banche dati catastali e comunali. Per riduzioni d'imposta si devono però intendere quelle previste direttamente dalla legge, come l'abbattimento di base imponibile per i fabbricati storici e per quelli inagibili o gli "sconti" per i terreni agricoli condotti da imprenditori agricoli professionali.

Revisori, nuovo registro al via

13 Settembre 2012

Il Sole 24 ore Norme e Tributi, Federica Micardi e Gian Paolo Tosoni, pag. 19

È pronto il decreto del ministero dell'Economia che istituisce la commissione centrale. Parte oggi, infatti, la riforma sulla revisione legale introdotta dal D.Lgs. n. 39/2010. Nello specifico, la gestione del Registro dei revisori passa al ministero dell'Economia, ed è già pronto per la firma il decreto che istituisce la Commissione centrale per il Registro dei revisori. Manca ancora, invece, la nuova modulistica per iscrizioni e cancellazioni nel nuovo Registro. Inoltre il trasferimento del "vecchio" Registro dai dottori commercialisti al Mef non è ancora materialmente avvenuto. Sempre oggi ci sarà un vertice dei commercialisti su come affrontare il passaggio di consegne. Le questioni aperte sono, l'equipollenza della formazione richiesta per diventare commercialista e revisore e la questione del tirocinio.

Stranieri, si paga tutto subito

13 Settembre 2012

Il Sole 24 ore Norme e Tributi, Franca Deponti e Valentina Melis, pag. 20

Alla convocazione allo Sportello unico per l'immigrazione, il datore di lavoro che vuole regolarizzare un lavoratore straniero attraverso la sanatoria che parte alle 8 di sabato 15 settembre, dovrà esibire la prova di aver versato sia il forfait di 1000 euro, sia le somme dovute per la regolarizzazione sul fronte contributivo, fiscale e retributivo. È uno dei chiarimenti del ministero dell'Interno che conferma la necessità di versare contributi, ritenute e forfait prima della convocazione allo Sportello. I potenziali interessati alla sanatoria sono 380 mila immigrati che per uscire dalla clandestinità devono provare la loro presenza in Italia almeno dal 31/12/2011. Secondo le indicazioni dell'Interno, anche la documentazione proveniente da «organismi pubblici» che attesta questa presenza dovrà essere esibita allo Sportello unico, e non allegata alla domanda di emersione.

Registro revisori, partenza al buio

13 Settembre 2012

Italia Oggi Diritto & Fisco, Cristina Bartelli, pag. 21

Dalla mezzanotte di oggi la tenuta del registro dei revisori è passata dal ministero della giustizia al ministero dell'economia. In realtà però il passaggio è rimasto solo nei desiderata della comunicazione della Ragioneria dell'11/9/2012 pubblicata sul proprio sito. I dottori commercialisti infatti decideranno oggi in un consiglio straordinario, il da farsi mentre, al momento, la consegna fisica del registro non è ancora avvenuta. Non solo, la società che gestisce il registro porterà oggi in consiglio una lettera con la richiesta di come comportarsi e sul da farsi dei prossimi giorni. Il Consiglio nazionale da parte sua è in attesa di conoscere i propri doveri ma anche diritti e scegliere una strategia di condotta. Intanto, circa 150 mila revisori rischiano di essere sbattuti da una parte all'altra.

Un freno alle carte nei Tribunali

13 Settembre 2012

Italia Oggi Decreto Crescita, Antonio Ciccia, pag. 33

Diventa digitale il flusso di dati dai tribunali e per i tribunali. Basta quindi agli invii cartacei, anche per il processo fallimentare e quello sulle amministrazioni straordinarie. L'obiettivo dovrà essere raggiunto a tappe serrate. È pronta e verrà probabilmente discussa al consiglio dei ministri la prossima settimana la bozza di Decreto Legge che riguarda le «disposizioni urgenti per l'Agenda digitale italiana e le start up innovative e ulteriori disposizioni per la crescita e lo sviluppo del paese». Il provvedimento contiene una sezione specifica sull'agenda digitale, che riguarda il flusso di dati in uscita e in entrata agli uffici giudiziari.

Bonus per le nuove infrastrutture

12 Settembre 2012

Il Sole 24 ore Primo piano, Carmine Fotina, pag. 5

L'ultima bozza del decreto Sviluppo-bis, composto da oltre 80 articoli, contiene le misure su agenda digitale, start up, attrazione investimenti esteri, semplificazioni per le imprese e assicurazioni.
Nel provvedimento, che deve essere ancora perfezionato, la novità principale riguarda il credito di imposta per le nuove infrastrutture.
Si tratta di una misura, alternativa all'Iva zero proposta ad agosto.
In particolare, il bonus - a valere sull'Ires e sull'Irap generate in relazione alla costruzione e gestione dell'opera - verrebbe riconosciuto al titolare del contratto di partenariato pubblico privato «nella misura necessaria al raggiungimento dell'equilibrio del piano economico finanziario e comunque entro il limite massimo del 50% del costo dell'investimento».

Pagine