Rassegna stampa

Compensazioni sotto tiro

15 Novembre 2017

Il Sole 24 ore, Norme e tributi, Laura Ambrosi, pag. 27

Varie società, che hanno optato per l’IVA di gruppo, hanno ricevuto nelle scorse settimane pesanti sanzioni per aver inviato in ritardo l’autocertificazione del possesso dei requisiti patrimoniali per l’esonero della garanzia. Secondo le Entrate, infatti, nonostante non vi sia una specifica norma che preveda per il passato una sanzione al riguardo, trova applicazione la penalità per l’omesso versamento IVA: il 30% dell’importo (legittimamente) compensato. 

L’Agenzia conferma con riguardo alla pregressa normativa la possibilità di presentazione dell’autocertificazione anche in un momento successivo, mentre con la nuova norma occorre presentare una dichiarazione integrativa contenente la compilazione degli appositi spazi. Anche alla luce di tali considerazioni le sanzioni irrogate non sembrano corrette.

Investimenti in PIR senza età

15 Novembre 2017

Il Sole 24 ore, Norme e tributi, Davide Cagnoni - Alessandro Germani, pag. 28

I piani individuali di risparmio a lungo termine (PIR) sono strumenti finanziari che consentono di investire nell’equity o nel debito di PMI italiane garantendo al sottoscrittore un elevato appeal fiscale e alle aziende una forma di finanziamento alternativa al credito bancario. Un primo aspetto riguarda i destinatari dell’agevolazione, in quanto tale disciplina è indirizzata esclusivamente alle persone fisiche residenti. Infatti, in caso di trasferimento della residenza all’estero, la persona fisica non potrà più beneficiare dell’agevolazione, ma il compimento dell’holding period le consentirà comunque di detassare i redditi maturati fino a quella data. Titolare di un PIR potrà essere anche un minorenne: ciò consente un’interessante pianificazione fiscale familiare, in quanto la soglia annua (30.000 euro) e quella complessiva (150.000 euro) dell’investimento potranno essere moltiplicate per il numero dei figli, estendendo così l’agevolazione.

Fatture false e detrazione alla Corte UE

15 Novembre 2017

Il Sole 24 ore, Norme e tributi, Giovanni Parente, pag. 29

La Corte di giustizia torna ad esaminare la disciplina italiana sull’IVA. A chiedere un intervento chiarificatore dei giudici del Lussemburgo è l’ordinanza 1714/1/2017 della CTR Lombardia, depositata venerdì scorso. La questione riguarda il versamento dell’imposta da parte del cedente e l’indetraibilità per il cessionario in presenza di operazioni per fatture inesistenti che però non configurano una frode e non arrecano alcun danno all’Erario.

Secondo la CTR «in assenza di frode sembra a questo collegio che debba prevalere il principio di neutralità dell’imposta, più volte richiamato dalla Corte di giustizia dell’Unione europea, essendo qui esclusa ogni ipotesi di “frode carosello”, vertendosi se mai nell’ipotesi di contratti simulati». Da qui il rinvio della questione ai giudici del Lussemburgo.

Proroghe fiscali più semplici

15 Novembre 2017

Italia Oggi, Diritto e Fisco, Domenico Morosini, pag. 28

La legge di conversione al decreto fiscale prevede che le proroghe fiscali siano più semplici, di massimo 60 giorni e con provvedimento dell'Agenzia delle Entrate. Ma la procedura semplificata sarà possibile solo se giustificata dal problema tecnico (come ad esempio nel caso dello spesometro). La novità è prevista da un emendamento del relatore presentato ieri e su cui si è votato stanotte in commissione bilancio. Non solo, sempre ieri è arrivato il via libera alla fatturazione mensile per le bollette di telefonia e pay-tv con un rimborso forfettario di 50 euro che dovrà essere pagato ai loro clienti dalle società che non si adeguano entro 4 mesi. Anche in questo caso il via libera è arrivato a un emendamento presentato dal relatore Silvio Lai (Pd).

Deposito prezzo tuttofare

15 Novembre 2017

Italia Oggi, Giustizia e Società, Giovanni Galli, pag. 29

Secondo quanto sostenuto dal Consiglio nazionale del notariato, il deposito del prezzo dal notaio rappresenta un ombrello contro il rischio di trascrizioni o gravami pregiudizievoli nelle more tra la stipula e la trascrizione dell'atto di compravendita. Con la possibilità di utilizzare lo strumento di tutela in una molteplicità di situazioni legate alla compravendita. Ad esempio, quando nell'atto si conviene che il prezzo venga pagato solo ad avvenuta presentazione della segnalazione certificata di agibilità. Il CNN ha pubblicato le istruzioni all'applicazione della novità introdotta dalla legge sulla concorrenza (Legge n. 124/2017, art. 1, commi 63 e seguenti), in vigore dallo scorso 29 agosto. L'operazione rientra nella campagna informativa #casaconviene del ministero dell'economia. 

UE, web tax entro primavera

15 Novembre 2017

Italia Oggi, Imposte e Tasse, Giorgia Pacione Di Bello, pag. 31

Il Commissario degli affari economici, Pierre Moscovici, ha annunciato ieri in un dibattito sui Paradise Papers tenutosi ieri presso l'Europarlamento che entro la prossima settimana arriva una proposta normativa sulla tassazione dei giganti del web entro la prossima primavera. L’approvazione invece entro un anno del Common consolidated corporate tax base (Ccctb), l’adozione entro sei mesi di nuove regole per gli intermediari fiscali e delle regole di trasparenza sui beneficiari effettivi, rafforzamento del Country by country report (Cbcr) e l'approvazione di una lista dei paesi fiscalmente non collaboranti. Questa è l'agenda che la Commissione europea ha pianificato per il prossimo anno. Un'accelerazione sui tempi tecnici, emerge dunque, dal discorso fatto da Moscovici. Lo scorso giugno, lo stesso commissario ha infatti proposto nuove regole sugli intermediari finanziari, con l'obiettivo di ridurre le pratiche scorrette messe in campo dai professionisti, per aiutare i loro clienti ad evadere le imposte nazionali. 

Pagine