Focus

Focus

Cessione del credito sisma bonus: non è sufficiente il rapporto di parentela

18 Settembre 2019 | di Federico Gavioli

Risp. Interpello AE 29 agosto 2019 n. 354

Detrazioni per ristrutturazioni edilizie

La cessione del credito sisma bonus è possibile solo tra soggetti privati che siano collegati al rapporto che ha dato origine alla detrazione; tale condizione, non è riscontrabile nel mero rapporto di parentela tra chi ha sostenuto la spese e il cessionario.

Leggi dopo

Il trattamento IVA del rent to buy

17 Settembre 2019 | di Paola Sabatino

Rent to buy

Sotto la lente l’art. 23 del cd. “Decreto Sblocca Italia” che ha introdotto la disciplina dei contratti di godimento in funzione della successiva alienazione di immobili.

Leggi dopo

Imposta di registro: il quantum in assenza della stipula del contratto definitivo di compravendita

16 Settembre 2019 | di Stefano Pasetto

DPR 131/86
Circ. Min. Fin. 10 giugno 1986 n. 37

Imposta di registro

Sotto la lente la misura dell'imposta di registro cui deve soggiacere il contratto preliminare di compravendita che preveda la corresponsione di caparre e/o acconti, qualora al medesimo non segua poi, per comune volontà delle parti, la stipula del contratto definitivo di compravendita.

Leggi dopo

Accatastamento stabilimenti balneari e riflessi nell’IMU

12 Settembre 2019 | di Francesco Barone

DM 2 gennaio 1998 n. 28
Ris. MEF 6 marzo 2003 n. 1/DPF
Cass. 12 gennaio 2016 n. 263
Ris. MEF 10 agosto 2009 n. 3/DF

IMU

Tra i diversi interrogativi relativi alla disciplina dell’IMU, anche quello riguardante il pagamento di detta imposta da parte degli stabilimenti balneari ha provocato nel tempo un corposo contenzioso tributario.

Leggi dopo

Cambia la dichiarazione d'intento: dematerializzata dal 2020

11 Settembre 2019 | di Monica Greco

Art. 12- septies DL 34/2019 conv. in L. 58/2019

Dichiarazione d'intento

Le novità in materia di dichiarazioni d'intento riguardano la semplificazione degli adempimenti e le modifiche al regime sanzionatorio e coinvolgeranno, dal 2020, sia i soggetti c.d. "esportatori abituali" che i loro fornitori.

Leggi dopo

ISA, l’incidenza dei costi residuali di gestione può essere “sterilizzata”

10 Settembre 2019 | di Nicola Forte

Art. 99 TUIR
Provv. AE 10 maggio 2019 n. 126200

ISA – Indici sintetici di affidabilità

Il contribuente che effettua il pagamento di un importo elevato a titolo di arretrati della tassa rifiuti, potrebbe far scattare l’applicazione dello specifico indicatore di anomalia, risultando i costi residuali di gestione percentualmente troppo elevati rispetto ai costi complessivi, con conseguente penalizzazione del contribuente.

Leggi dopo

ISA, i chiarimenti operativi dell'Agenzia

05 Settembre 2019 | di Claudia Iozzo

Art. 9- bis DL 50/2017 conv. in L. 96/2017
Circ. AE 2 agosto 2019 n. 17/E

ISA – Indici sintetici di affidabilità

Le Entrate hanno fornito i chiarimenti operativi in merito agli Indici Sintetici di Affidabilità, introdotti dall’art. 9-bis DL 50/2017 conv. in L. 96/2017.

Leggi dopo

ISA 2019: i contribuenti alla prova dei nuovi indicatori di anomalia

04 Settembre 2019 | di Nicola Forte

ISA – Indici sintetici di affidabilità

Il modello ISA, applicabile per la prima volta ai redditi 2018, è completamente diverso dagli studi di settore: si prevedono nuovi indicatori di anomalia, l'applicazione dei quali, in alcuni casi, comporta un'erronea diminuzione del voto finale attribuito al contribuente.

Leggi dopo

Contrasto all’evasione: l’Agenzia detta gli indirizzi operativi

03 Settembre 2019 | di Francesco Barone

Circ. AE 8 agosto 2019 n. 19/E

Verifiche fiscali

Con la recente Circ. n. 19/E, l’Amministrazione ha passato in rassegna gli indirizzi operativi e le linee guida sulla prevenzione e contrasto all’evasione fiscale e sull’attività relativa alla consulenza, al contenzioso e alla tutela del credito erariale.

Leggi dopo

Decollo definitivo per le prime Z.E.S.

30 Agosto 2019 | di Eugenio Condoleo

Provv. AE 9 agosto 2019.pdf

Credito d'imposta per investimenti nel mezzogiorno

L'Agenzia delle Entrate ha definito le modalità di presentazione della comunicazione per fruire del credito d’imposta per gli investimenti nelle zone economiche speciali. L'agevolazione consente alle imprese, operanti in una Z.E.S., di ottenere un credito pari alla somma del costo complessivo dei beni strumentali acquisiti fino ad un massimo, per ogni singolo progetto, di cinquanta milioni di euro.

Leggi dopo

Pagine