Focus

Focus

Le novità della cedolare secca 2019: l'estensione alle locazioni commerciali

23 Gennaio 2019 | di Amedeo Mellaro

Art. 1 comma 59, Legge 30 dicembre 2018, n. 145

Cedolare secca

Il regime fiscale della cedolare secca sulle locazioni, attualmente previsto per le locazioni di immobili abitativi, è esteso dalla Legge di Bilancio 2019 agli immobili commerciali aventi categoria catastale C/1 con superficie non superiore a 600 mq, escluse le relative pertinenze. Tale agevolazione, intesa come sostitutiva del regime IRPEF ordinario, è soggetta a precisi limiti oggetto di analisi nel presente lavoro ed è prevista, salvo ulteriori interventi normativi, solo per i contratti stipulati nel 2019.

Leggi dopo

Estensione del regime forfettario: nuova soglia di accesso

22 Gennaio 2019 | di Giuseppe Moschella

Regime forfettario

La Legge di Bilancio 2019 (Legge n. 145 del 30 dicembre 2019 in vigore dal 1° gennaio 2019) ha esteso il regime forfettario, con imposta sostitutiva unica al 15%, introdotto dalla Legge di Stabilità 2015 (Legge n, 190 del 24 dicembre 2014), ai contribuenti che hanno conseguito nell’anno precedente, ricavi o percepito compensi, fino a un massimo di 65.000 euro. In pratica viene prevista un’unica soglia di accesso, vengono eliminate le altre condizioni previste, e vengono inserite alcune restrizioni.

Leggi dopo

Il D.L. n. 119/2018 e l’obbligatorietà, dal 1º luglio 2019, del processo tributario telematico

16 Gennaio 2019 | di Maurizio Villani, Federica Attanasi

Processo telematico

Dal 1º luglio 2019 il processo tributario telematico diventa obbligatorio. L’introduzione dell’obbligatorietà del deposito telematico di atti e documenti determinerà, presso ciascuna Commissione tributaria Provinciale e Regionale, l’immediata e quasi totale eliminazione del deposito cartaceo della documentazione relativa alle nuove controversie; infatti, solo per i contribuenti che decidono di stare in giudizio senza essere assistiti da un difensore abilitato, l’utilizzo delle procedure informatiche sarà facoltativo.

Leggi dopo

La deduzione degli interessi passivi per i soggetti Ires: nuova veste per l'art. 96 T.U.I.R.

14 Gennaio 2019 | di Sandro Cerato

Art. 96 T.U.I.R.

Interessi

Il D.Lgs. 29 novembre 2018, n. 142, in attuazione della direttiva Ue 2016/1164 (cd. direttiva "Atad"), ha riscritto completamente l'art. 96 del T.U.I.R. in materia di deduzione degli interessi passivi per i soggetti IRES. Le modifiche, pur non mutando il principio generale della norma secondo cui gli interessi passivi sono deducibili nei limiti degli interessi attivi e del 30% del Risultato Operativo Lordo (ROL), riguardano l'individuazione degli interessi passivi rilevanti per il conteggio, la determinazione del ROL e il riporto delle eccedenze di tale ultima grandezza. Viene altresì prevista una norma transitoria che contiene le regole per il passaggio dal "vecchio" regime a quello nuovo, precisando che le novità impattano a partire dal periodo d'imposta 2019. Per il 2018 si rende applicabile l'art. 96 del T.U.I.R. nella versione vigente a partire dal periodo d'imposta 2008 (anno dell'introduzione ad opera della Legge n. 244/2007).

Leggi dopo

Legge di Bilancio 2019: la disciplina del “saldo e stralcio”

08 Gennaio 2019 | di Federico Gavioli

Legge 30 dicembre 2018, n. 145

Cartelle esattoriali

È consentito definire con modalità agevolate i debiti delle persone fisiche che versino in una grave e comprovata situazione di difficoltà economica, diversi da quelli annullati automaticamente ai sensi del D.L. n. 119/2018, affidati all’Agente della riscossione dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2017, derivanti dall’omesso versamento di imposte risultanti dalle dichiarazioni annuali e dalle attività di accertamento a fini IRPEF e IVA. Da ieri è anche disponibile, sul sito dell’Agenzia delle Entrate-Riscossione, il Modello “SA-ST” per presentare la domanda entro il prossimo 30 aprile.

Leggi dopo

Effetti distorsivi sulla convenzione per le doppie imposizioni tra Italia ed USA

24 Dicembre 2018 | di Eugenio Condoleo

Fiscalità internazionale

La riforma fiscale Trump è stata etichettata come “Tax Cuts and Jobs Act”. I principali elementi di tale intervento consistono in un sostanziale abbattimento del reddito d’impresa, sul raddoppio della franchigia sull’imposta di successione e su una significativa modifica degli scaglioni fiscali riguardo alle persone fisiche. Lo scopo di tale riforma non avrà riflessi economici soltanto all’interno del Paese ma coinvolgerà indirettamente i rapporti politico – economici con tutto il mondo.

Leggi dopo

Decreto fiscale 2019: le principali novità articolo per articolo

20 Dicembre 2018 | di Federico Gavioli

Legge 17 dicembre 2018, n. 136

Cartelle esattoriali

Con la definitiva approvazione del Decreto Fiscale 2019, entrano a pieno regime una serie di importanti novità fiscali che caratterizzeranno - in alcuni casi già a far data dal 24 ottobre scorso, data di pubblicazione del D.L. - il periodo di imposta 2019. Tra le nuove disposizioni si evidenziano la rottamazione-ter, la definizione agevolata delle liti pendenti, la definizione agevolata delle irregolarità formali, la definizione agevolata per le società ed associazioni sportive dilettantistiche, le novità in materia di fatturazione elettronica.

Leggi dopo

Fatturazione elettronica obbligatoria: luci e ombre

20 Dicembre 2018 | di Fabrizio Scossa Lodovico

Fattura elettronica tra privati

A pochissimi giorni dall’introduzione dell’obbligo di fatturazione elettronica nei confronti di tutti i soggetti privati (B2B e B2C), non mancano dubbi sulle modalità di applicazione. In rassegna per sommi capi gli aspetti più significativi che si auspica vengano chiariti al più presto, al fine di poter affrontare questo notevole cambiamento organizzativo con la serenità necessaria, ma anche di dare conto di quanto attualmente presente per agevolarne l’applicazione.

Leggi dopo

Semaforo rosso per gli operatori socio sanitari (OSS): esclusa l’esenzione IVA

19 Dicembre 2018 | di Simona Ruzzenenti, Vincenzo Cristiano

IVA

Le prestazioni rese dagli operatori socio sanitari ricadono nel perimetro applicativo dell’IVA, con assoggettamento all’aliquota ordinaria. Tali soggetti, a ben vedere, non sono infatti abilitati all’esercizio delle professioni sanitarie, ovverosia quelle specificamente “obliterate” come esenti dall’articolo 10, primo comma, n. 18), del D.P.R. 633/1972 (diagnosi, cura e riabilitazione della persona). Questa, in estrema sintesi, la risposta fornita dall’Agenzia delle entrate, la n. 90/2018, a un quesito proposto, tramite interpello, da una società attiva nei servizi di assistenza sanitaria a domicilio per il trattamento delle malattie croniche respiratorie o degenerative, avvalendosi, oltre che di personale medico, infermieristico e riabilitativo e di psicologi, anche di operatori socio sanitari che, nello specifico, forniscono prestazioni di assistenza di varia natura.

Leggi dopo

Regime forfettario, le novità verso il 2019

11 Dicembre 2018 | di Sandro Cerato

Regime forfettario

Con la prossima Legge di Bilancio 2019, attualmente all'esame delle Camere, sono introdotte importanti novità in relazione al regine forfettario introdotto con la Legge n. 190/2014. Tali novità, se da un lato ampliano la platea dei contribuenti interessati (innalzamento della soglia di ricavi e compensi ad euro 65.000), ed eliminano alcune cause ostative (valore dei beni strumentali e sostenimento di spese per lavoro dipendente ed assimilato), dall'altro introducono alcune criticità soprattutto per coloro che possiedono partecipazioni in società di capitali (anche non trasparenti), nonché per i soggetti che prestano la propria attività nei confronti dei precedenti o attuali datori di lavoro.

Leggi dopo

Pagine