Focus

Focus su Reverse charge

Le nuove disposizioni sanzionatorie per il reverse charge

20 Aprile 2016 | di Raffaele Pellino

Reverse charge

Con il D. Lgs.158/2015 è stato riformato il regime sanzionatorio applicabile alle irregolarità in materia di reverse charge. Nel dettaglio è punito con una sanzione da € 500 a € 20.000 il cessionario/committente che omette di porre in essere gli adempimenti connessi all'inversione contabile; mentre se l'operazione non risulta dalla contabilità, la sanzione è prevista in misura proporzionale tra il 5% e il 10% dell'imponibile, con un minimo di €1.000. È applicata poi una sanzione da € 250 a € 10.000 in caso di operazioni in cui l’IVA è stata applicata ordinariamente e versata dal cedente/prestatore in luogo dell’inversione contabile. È applicata una sanzione da € 250 a € 10.000 in capo al cedente/prestatore nel caso in cui l’IVA sia erroneamente assolta con il reverse charge in luogo dell’ordinaria imposta.

Leggi dopo

L’applicazione del reverse charge quale misura antifrode

12 Gennaio 2016 | di Simonetta La Grutta

Legge 28 dicembre 2015, n. 208
Legge 23 dicembre 2014, n. 190
Art. 17 D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 633

Reverse charge

Il Legislatore nazionale, con la Legge n. 190/2014 (Legge di Stabilità 2015) e con la Legge n. 208/2015 (Legge di Stabilità 2016), ha disposto l’estensione del meccanismo dell’inversione contabile ampliando le previsioni dell’art. 17, D.P.R. n. 633/1972, ad ulteriori fattispecie al fine di prevenire le frodi IVA in specifici settori e di tutelare la riscossione del tributo. Ecco la disamina dei settori interessati dal reverse charge diversi dal settore edile.

Leggi dopo

L’applicazione del reverse charge nel settore edile

02 Dicembre 2015 | di Simonetta La Grutta

Art. 17, D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 633

Reverse charge

Il meccanismo dell’inversione contabile, o reverse charge, si applica alle prestazioni di servizi, anche di manodopera, rese “nel settore edile” da subappaltatori nei confronti di appaltatori oltre che alle prestazioni di pulizia, di demolizione, di installazione di impianti e di completamento relative ad edifici. Le disposizioni che regolano le norme antievasive comportano difficoltà applicative, in parte sanate dagli interventi chiarificatori dell’Amministrazione finanziaria.

Leggi dopo

Le nuove ipotesi di reverse charge trovano la bussola nell’ATECO

03 Aprile 2015 | di Cristina Seregni, Roberta De Pirro

Reverse charge

Usciti dalla porta, i servizi di manutenzione rientrano dalla finestra. Si può così sintetizzare uno dei chiarimenti resi dall’Agenzia delle Entrate, nella Circolare n. 14/E/2015, in merito alla concreta applicazione delle nuove ipotesi di reverse charge introdotte dall'ultima Legge di Stabilità a partire da quest'anno.

Leggi dopo

L’estensione del reverse charge nell’edilizia: una norma dai contorni “oscuri”

29 Gennaio 2015 | di Nicola Forte

Reverse charge

Le prestazioni di demolizione, di installazione di impianti e di completamento relative ad edifici, rese nei confronti di un soggetto passivo ai fini Iva sono in ogni caso soggette al meccanismo dell’inversione contabile anche se non eseguite nell’ambito di un contratto di subappalto, ma direttamente dall’appaltatore.

Leggi dopo