Focus

Focus su Bilancio d'esercizio

Il coordinamento tra la normativa fiscale ed i nuovi principi di redazione del bilancio

30 Marzo 2017 | di Pasquale Murgo

Bilancio d'esercizio

L’art. 13-bis del D.L. n. 244/2016 introduce le “attese” disposizioni di coordinamento tra la normativa fiscale ed i nuovi principi di redazione del bilancio di esercizio disposti dal D.Lgs. n. 139/2015, estendendo di fatto, anche ai soggetti con principi contabili nazionali il principio di “derivazione rafforzata” già previsto per i soggetti IAS. Il nuovo art. 83 del TUIR prevede che per i soggetti, diversi dalle micro-imprese di cui all'art. 2435-ter del codice civile, che redigono il bilancio in conformità alle disposizioni del codice, valgono, anche in deroga alle disposizioni del T.U.I.R., i criteri di qualificazione, imputazione temporale e classificazione in bilancio previsti dai rispettivi princìpi contabili.

Leggi dopo

La redazione del bilancio d'esercizio alla luce del D.Lgs 139/2015

10 Ottobre 2016 | di Claudio Sottoriva

Bilancio d'esercizio

Il D.Lgs. 139/2015 ha recepito nel nostro Paese la Direttiva 2013/34/UE che riforma la redazione del bilancio di esercizio e la redazione del bilancio consolidato. Si tratta di un significativo intervento che modifica la normativa contenuta nel Codice Civile e nel D.Lgs. 127/1991 rimasti, per quanto ritarda gli elementi essenziali, sostanzialmente invariati dal recepimento delle precedenti direttive contabili IV e VII.

Leggi dopo

Bilancio 2015 e rivalutazione monetaria in presenza di perdita del capitale sociale

29 Marzo 2016 | di Fabrizio Bava, Melchior Gromis di Trana

Bilancio d'esercizio

La Legge di Stabilità 2016 ripropone la possibilità di rivalutazione dei beni d’impresa. La norma non presenta appeal fiscale a causa delle elevate imposte sostitutive (16% sui maggiori valori più l’eventuale 10% per l’affrancamento della riserva). In alcune situazioni, però, può rappresentare un’opportunità, in particolare per le imprese che presentano nel bilancio 2015 perdite tali da intaccare il capitale sociale o che subiscono un effetto negativo sul patrimonio netto al primo gennaio 2016 per effetto delle novità alla disciplina del bilancio prodotte dal D.Lgs. n. 139/2015, a condizione che lo squilibrio patrimoniale non sia anche accompagnato da squilibrio finanziario.

Leggi dopo

Il (nuovo) contenuto dello Stato patrimoniale

23 Ottobre 2015 | di Francesco Barone

Bilancio d'esercizio

In attuazione della Direttiva 2013/34/UE, è stato emanato il D.Lgs. 18 agosto 2015, n.139, recante anche delle modifiche alla disciplina codicistica e, in particolare, alle norme relative alla formazione dei bilanci d’esercizio. Lo schema dello Stato patrimoniale è stato stravolto. Infatti, si inseriscono nuovi conti e si eliminano le voci che non hanno più ragione di essere ricomprese nello schema stesso. Sembra opportuno, quindi, evidenziare le modifiche in attesa che l’OIC intervenga al fine di dettare gli aspetti tecnici attraverso l’aggiornamento dei principi contabili esistenti.

Leggi dopo

Tutte le novità che riscrivono la disciplina codicistica

08 Ottobre 2015 | di Francesco Barone

Bilancio d'esercizio

È stata recepita in Italia la Direttiva 2013/34/UE in materia di bilancio, che ha comportato importanti modifiche delle disposizioni contenute nel Codice civile. Le novità consentono di porre rimedio all’assenza, nelle precedenti versioni, di norme che prevedevano la valutazione degli strumenti finanziari derivati e delle operazioni di copertura. È di sicuro rilievo la novità relativa alla redazione del bilancio per le micro-imprese, che così avranno la possibilità di redigerlo evitando di compilare tutti i documenti previsti per le ordinarie società. In dettaglio, di seguito, si rappresentano le più importanti novità che permetteranno di valutare correttamente le poste del bilancio.

Leggi dopo

Le conseguenze della non corretta applicazione sulle procedure di gestione della crisi di impresa

19 Maggio 2015 | di Giuliano Buffelli

Bilancio d'esercizio

Nella gestione delle crisi di impresa uno dei punti di maggior rilevanza riguarda la valutazione del c.d. postulato della continuità aziendale e cioè della capacità dell’impresa di operare come entità funzionante nella prospettiva della continuazione dell’attività per almeno 12 mesi (cap. 7 OIC 5), posto che ben diversi sono i criteri di valutazione da adottare a seconda del segno, positivo o negativo, del risultato.

Leggi dopo

Errori contabili e fiscali rimediabili: ora anche l’Amministrazione finanziaria lo consente

15 Ottobre 2013 | di Federico Gavioli

Bilancio d'esercizio

L’Agenzia delle Entrate con la Circolare n. 31/E del 24 settembre 2013, ha fornito importanti chiarimenti in merito alle modalità di correzione degli errori contabili derivanti dalla mancata imputazione in bilancio di componenti positivi e negativi nel corretto esercizio di competenza. Il documento di prassi fornisce ampie soluzioni per la correzione degli errori contabili di competenza e sulle modalità di recupero della mancata deduzione e/o tassazione fiscale del componente reddituale.

Leggi dopo