Focus

Focus

Modello 730/2017: i quadri A e B

09 Febbraio 2017 | di Federico Gavioli

Modello 730

Con la pubblicazione definitiva del Modello 730/2017, diverse sono le novità che entrano nel dichiarativo. Sotto la lenteil quadro A - reddito dei terreni - e il quadro B - reddito dei fabbricati e altri dati - con attenzione alle casistiche si possono prospettare.

Leggi dopo

Vantaggi e opportunità del Gruppo IVA

06 Febbraio 2017 | di Fabrizio Papotti

IVA di gruppo

L’art. 1 comma 24 della Legge 11 dicembre 2016, n. 232 (Legge di Bilancio per il 2017), recependo l’art. 11 della Direttiva 2006/112/CE, ha introdotto, nell’ordinamento nazionale, l’istituto del Gruppo IVA. La nuova disciplina è contenuta nel Titolo V-bis, artt. da 70-bis a 70-duodecies, del D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 633. In applicazione di tale istituto, al verificarsi delle condizioni di legge, più soggetti passivi IVA possono agire – ai fini IVA – come uno solo, perdendo la propria individualità. Si tratta di una finzione creata agli effetti IVA e destinata a produrre effetti di semplificazione sul piano amministrativo ed organizzativo, nonché finanziario.

Leggi dopo

Imprese in contabilità semplificata: un criterio "misto" tra cassa e competenza

02 Febbraio 2017 | di Nicola Forte

Contabilità semplificata

La Legge di Bilancio 2017 ha previsto, con decorrenza dal 1° gennaio 2017, che le imprese c.d. “minori” debbano determinare il reddito in base al principio di cassa. In realtà il testo novellato dell’art. 66 del TUIR prevede l’applicazione di un criterio “misto”, in parte di cassa ed in parte di competenza. La circostanza determina numerose incertezze applicative.

Leggi dopo

Le spese di viaggio e trasporto per i professionisti nel Decreto Fiscale

30 Gennaio 2017 | di Luigi Risolo

Legge di Bilancio 2017

Le spese di viaggio e trasporto, disciplinate dall’art. 54 T.U.I.R., non costituiscono redditi in natura per i professionisti se vengono sostenute direttamente dal committente. Tale novità fiscale entrata definitivamente in vigore dal 3 dicembre 2016 - e, quindi, per tale periodo d’imposta - si intende valida fino al 31 dicembre 2017.

Leggi dopo

Una nuova Flat Tax per ricchi imprenditori stranieri

24 Gennaio 2017 | di Eugenio Condoleo

IRI

La Legge di Stabilità per il 2017, pubblicata il 21 dicembre 2016, ha introdotto diverse e notevoli misure di carattere fiscale dedicate alle imprese ed ai singoli professionisti. Tra queste spicca l’introduzione di due flat tax che, ad avviso di chi scrive, risultano essere elementi positivi per la crescita delle politiche fiscali del nostro Paese. La prima è l’istituzione dell’I.R.I. (da attuare entro il prossimo giugno) la quale applica, ad imprese individuali e liberi professionisti, un’imposta fissa uguale a quella che oggi viene assolta dalle società di capitali. La seconda, quella a cui dedicheremo questo articolo, è essenzialmente un’imposta sostitutiva riservata a soggetti ad alto patrimonio che intendono trasferire la propria residenza fiscale in Italia.

Leggi dopo

L'esonero contributivo per coltivatori diretti e IAP nella Legge di Bilancio 2017

23 Gennaio 2017 | di Federico Gavioli

Legge di Bilancio 2017

Con la Legge di Bilancio 2017 sono previste agevolazioni nel settore agricolo: in particolare, è stata introdotta una disposizione che prevede l’esonero contributivo per coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali che presentino determinati requisiti. L’esonero, che comporta la dispensa dal versamento del 100% dell'accredito contributivo, non è cumulabile con altri esoneri o riduzioni delle aliquote di finanziamento, è riconosciuto per un periodo massimo di 36 mesi, decorsi i quali spetta in una percentuale minore per ulteriori complessivi 24 mesi.

Leggi dopo

Ritenute e pagamenti del condominio rivisitati dalla Manovra 2017

19 Gennaio 2017 | di Nicola Forte

Legge di Bilancio 2017

La Legge di Bilancio 2017 ha previsto numerose novità riguardanti i condomìni. L’ambito applicativo degli interventi del Legislatore riguardano sia le modalità di versamento delle ritenute operate a titolo di sostituto di imposta, ma anche la “tracciabilità” dei pagamenti. Eccole illustrate nel dettaglio.

Leggi dopo

I piani di risparmio a lungo termine nella Manovra 2017

17 Gennaio 2017 | di Domenico De Gaetano

Legge di Bilancio 2017

Dal 1° gennaio di quest'anno la Legge di Bilancio ha introdotto nel sistema della fiscalità finanziaria una nuova ed importante agevolazione fiscale, rappresentata dei piani individuali di risparmio a lungo termine. Sotto la lente i presupposti oggetti e soggettivi di accesso al regime, le regole di composizione del patrimonio dedicato, nonché la disciplina correlata alla decadenza dai benefici del piano, a seguito del mancato rispetto delle prescrizioni fissate dalla citata legge. I pro ed i contro che la scelta di questo “contenitore” fiscale può comportare in capo all’investitore.

Leggi dopo

Il nuovo volto dello sport dilettantistico secondo il CNDCEC

13 Gennaio 2017 | di Maurizio Mottola

Associazioni e società sportive dilettantistiche

Sul finire d'anno il Consiglio ha reso disponibile l'interessante documento riguardante la disciplina del riconoscimento e della promozione sociale dello sport, materia che vede affidata al Governo la delega per la redazione di un Testo Unico delle disposizioni in materia sportiva. Sotto la lente della Commissione No Profit le sponsorizzazioni a favore di associazioni e società sportive, il lavoro nello sport dilettantistico e la definizione di attività sportiva dilettantistica ai fini della fruizione delle agevolazioni tributarie.

Leggi dopo

Regime forfettario ex l. n. 398/1991: incrementato il limite dei proventi commerciali da 250.000 a 400.000 euro

11 Gennaio 2017 | di Nicola Forte

Legge di Bilancio 2017

L’art. 1, comma 50, della legge di Bilancio del 2017 ha previsto una rilevante novità riguardante gli enti associativi che si avvalgono o intendono adottare lo speciale regime forfettario previsto dalla legge n. 398/1991. In conseguenza della modifica normativa potranno ora accedere al predetto regime i soggetti che hanno percepito nell’anno proventi commerciali non superiori a 400.000 euro. Precedentemente il limite ammontava a 250.000 euro.

Leggi dopo

Pagine