Focus

Focus

Nuove opportunità fiscali per le imprese italiane. L'Albania un Paese in crescita economica

29 Marzo 2019 | di Eugenio Condoleo

Fiscalità internazionale

Molte imprese italiane hanno iniziato a trasferire le proprie attività commerciali ed industriali in Albania sia per fruire di una situazione conveniente dal punto di vista fiscale, sia per effettuare nuovi investimenti rispetto a un P.I.L. che cresce del 2,8% l’anno rispetto alla media italiana dello 0,1%. Ulteriore passaggio fondamentale per questa nazione sarà l’entrata nell’Unione Europea avendo la stessa ricevuto lo status di candidato già dal 2014.

Leggi dopo

IRES e IRPEF agevolate sugli investimenti in beni strumentali e in “capitale umano”

27 Marzo 2019 | di Umberto Terzuolo

Art. 1, commi 28-34, Legge 30 dicembre 2018 n. 145

Utile di esercizio

La Legge di bilancio 2019, articolo 1 commi dal 28 al 34, ha previsto l’introduzione di una nuova disciplina agevolativa che permette di detassare gli utili reinvestiti per l’acquisizione di beni strumentali o per l’incremento occupazionale. Questa disposizione ha decorrenza dal periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31.12.2018: pertanto, per i contribuenti con esercizio “solare”, l’agevolazione si applicherà dal bilancio 2019. Dato che uno degli elementi per definire l’entità del bonus fiscale è l’utile 2018 accantonato a riserve disponibili, appare opportuno nella fase di redazione dei bilanci in chiusura effettuare alcune valutazioni di convenienza.

Leggi dopo

Enti associativi in regime ex L. n. 398/1991: il perimetro della fatturazione elettronica

26 Marzo 2019 | di Nicola Forte

Legge 16 dicembre 1991, n. 398

Enti no profit

Il Legislatore ha esonerato dall’obbligo di emissione della fattura elettronica gli enti associativi che hanno optato per il regime forfetario di cui alla Legge n. 398/1991 a condizione, però, che i proventi commerciali non abbiano superato il limite di 65.000 euro. Nell’ipotesi di superamento del predetto limite, l’obbligo in questione sarà applicabile dal periodo di imposta successivo. La fattura elettronica potrà, però, essere emessa, in nome e per conto dell’ente associativo, dal cessionario o committente ove in possesso della soggettività passiva ai fini IVA. Tuttavia, se la prestazione è eseguita nei confronti della PA, la fattura dovrà essere emessa in ogni caso in formato elettronico indipendentemente dal superamento del predetto limite di proventi commerciali

Leggi dopo

Brexit: navigazione (ancora) a vista per gli aspetti IVA e doganali

25 Marzo 2019 | di Angelo Carlo Colombo, Vincenzo Cristiano

Regimi doganali

Come oramai noto, il 29 marzo 2017 il Regno Unito ha notificato la propria intenzione di recedere dall’Unione europea a norma dell’articolo 50 del Trattato sull’UE. Per l’effetto, salvo che un accordo di recesso notificato non preveda una diversa data o che, a norma dell’articolo 50, paragrafo 3, del Trattato sull’Unione europea, il Consiglio europeo all’unanimità decida, d’intesa con il Regno Unito, di posporre la cessazione dell’applicazione dei trattati, la totalità del diritto primario e derivato dell’Unione cesserà di applicarsi al Regno Unito (salvo proroghe) alle ore 00.00 del 30 marzo 2019.

Leggi dopo

Entrata o uscita dal forfettario e rettifica della detrazione

18 Marzo 2019 | di Nicola Forte

Regime forfettario

I contribuenti che dal 1° gennaio 2019 applicano il regime forfetario di cui alla Legge n. 190/2014, dovrebbero aver verificato preventivamente l’applicazione della rettifica della detrazione. In questo caso, la minore detrazione dell’Iva dovrà risultare dall’ultima dichiarazione annuale Iva relativa al periodo di imposta 2018 il cui termine di presentazione scade il 30 aprile prossimo. La “restituzione” dell’Iva precedentemente detratta si traduce, di fatto, in un maggior costo a carico del contribuente.

Leggi dopo

La rivalutazione di quote e terreni per il 2019, ancora dubbi e criticità

14 Marzo 2019 | di Nicola Forte

Legge 30 dicembre 2018, n. 145

Rivalutazione terreni

La Legge di Bilancio 2019 ha riaperto i termini per effettuare la rivalutazione di terreni e partecipazioni. Il Legislatore non ha tenuto in considerazione l’orientamento della Corte di Cassazione secondo il quale, sia pure nel rispetto della data limite del 30 giugno, la perizia di stima può essere giurata anche successivamente all’atto di cessione dei beni. Continua così ad applicarsi l’interpretazione dell’Agenzia delle Entrate che si è parzialmente adeguata alla soluzione della giurisprudenza. Secondo questo orientamento la redazione della perizia deve essere sempre precedente all’atto di cessione, anche se il giuramento può essere effettuato successivamente, purché nel rispetto della “data limite” del 30 giugno prossimo.

Leggi dopo

Agevolazioni fiscali sul risparmio energetico, il quadro aggiornato

12 Marzo 2019 | di Federico Gavioli

Detrazioni per risparmio energetico

L’Agenzia delle Entrate, con l’aggiornamento di una sua guida, illustra le varie tipologie di lavori per i quali si possono richiedere le detrazioni per il risparmio energetico: in linea generale vengono confermate nella misura del 65%; tuttavia, per alcuni interventi, già dall’anno scorso la percentuale di detrazione è cambiata. In particolare, è stata ridotta al 50% per l’acquisto e la posa in opera di finestre, schermature solari e impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili. È aumentata, invece, per le opere sulle parti comuni realizzate in edifici appartenenti alle zone sismiche 1, 2 o 3 e finalizzate anche alla riduzione del rischio sismico: 80%, se i lavori effettuati comportano il passaggio a una classe di rischio inferiore; 85%, se si ottiene la riduzione di due o più classi di rischio sismico.

Leggi dopo

Fatturazione elettronica: adempimenti per i soggetti residenti e non residenti identificati in Italia

08 Marzo 2019 | di Angelo Carlo Colombo, Vincenzo Cristiano

Agenzia delle Entrate, Risposta 26 febbraio 2019, n. 67

Fattura elettronica tra privati

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta n. 67, pubblicata il 26 febbraio 2019, in seguito ad un’istanza d’interpello, ha fornito chiarimenti in merito agli obblighi di fatturazione elettronica, in vigore dal 1° gennaio 2019. Nella risposta in esame, viene sottolineato, tra gli altri chiarimenti, che i soggetti passivi (c.d. business) che non sono stabiliti nel territorio dello Stato, ma sono ivi identificati, non sono tenuti a emettere fattura elettronica e non rientrano fra i soggetti che devono presentare le comunicazioni delle operazioni transfrontaliere, ex art. 1 comma 3-bis del D.Lgs. 127/2015.

Leggi dopo

Il nuovo forfettario spiegato dalla FNC

04 Marzo 2019 | di Sandro Cerato

Legge 30 dicembre 2018, n. 145

Regime forfettario

La Legge di Bilancio 2019 ha introdotto importanti modifiche al regime forfettario, soprattutto per quanto riguarda le cause di esclusione per l'accesso. Più in particolare, si prevede ora che il regime agevolato sia escluso quando l'attività sia svolta prevalentemente nei confronti del datore di lavoro, o ex datore di lavoro nei due anni precedenti, nonché nell'ipotesi di controllo, anche indiretto, di una società a responsabilità limitata che svolga un'attività direttamente o indirettamente riconducibile a quella svolta in regime forfettario. Con un recente documento, la Fondazione è intervenuta a commento delle principali e soprattutto degli aspetti critici che ancora non sono stati risolti o per i quali risultano delle interpretazioni dell’Agenzia suscettibili di critica.

Leggi dopo

Un punto di svolta per le Z.E.S. con il Decreto Semplificazioni 2019

01 Marzo 2019 | di Eugenio Condoleo

Legge 11 febbraio 2019, n. 12

Crediti d'imposta per le imprese

L’istituzione delle Z.E.S., coincisa con il D.L. 20 giugno 2017, ha conferito alle Regioni del sud Italia ed alle due Regioni insulari una serie di privilegi che promuovono un rilancio definitivo di tali territori sì da annullare, o quantomeno avvicinare, il divario economico esistente con le il centro – nord. La recente conversione del Decreto Semplificazioni completa la serie di benefici fiscali introdotti dalla creazione delle Z.E.S. con una serie di agevolazioni amministrative che aggiornano e completano la disciplina.

Leggi dopo

Pagine