Focus

Focus

Il diritto d’autore post D.Lgs. n. 35/2017 e i criteri transnazionali di tassazione

28 Luglio 2017 | di Eugenio Condoleo

Diritto d'autore

Il D.Lgs. n. 35/2017 ha inteso recepire in Italia la Direttiva Barnier (Direttiva n. 2017/26/UE) che già da tempo invitava le autorità nostrane ad adeguarsi alla materia relativa alla gestione collettiva dei diritti d’autore, nonché alla concessione di licenze multi territoriali per l’uso di opere musicali on line. Tale Decreto riconoscerebbe ai titolari dei diritti d’autore e dei diritti connessi su tali opere, la libertà di scegliere a quale soggetto affidare il ruolo di intermediazione e di gestione di tali diritti.

Leggi dopo

I chiarimenti delle Entrate sugli studi di settore 2016

21 Luglio 2017 | di Federico Gavioli

Studi di settore

L’Agenzia con un corposo documento ha fornito chiarimenti in merito all’applicazione degli studi di settore per il periodo di imposta 2016. Il documento di prassi evidenzia le principali novità, come i criteri di territorialità e gli indicatori di coerenza economica, rimarcando anche lo sforzo introdotto per la semplificazioni dei modelli e la riduzione del numero degli studi applicabili in virtù degli inglobamenti previsti.

Leggi dopo

Locazioni brevi e locazioni sul web: nuovo regime fiscale per i contratti stipulati dal 1° giugno 2017

19 Luglio 2017 | di Paola Aglietta

Art. 4 Decreto Legge 24 aprile 2017 n. 5

Locazione

Con l’art. 4 del DL. 24.4.2017 n. 50, convertito con L. 21.6.2017 n. 96, è stato introdotto uno specifico “regime fiscale delle locazioni brevi”. La norma contiene una definizione della tipologia contrattuale, rinviando tuttavia ad un regolamento da emanare entro il 21 settembre l’individuazione dei criteri che fanno presumere il carattere imprenditoriale o meno dell’attività. Con la finalità di contrastare l’evasione fiscale, vengono introdotti adempimenti di comunicazione dei dati a carico degli intermediari e dei portali web, nonché l’obbligo di applicare la ritenuta (qualora gli stessi intervengano nell’incasso). Agli intermediari e ai gestori dei portali è inoltre estesa la responsabilità per l’imposta di soggiorno e per quanto previsto dai regolamenti comunali. Le disposizioni si applicano ai contratti stipulati dal 1° giugno 2017.

Leggi dopo

Il nuovo perimetro di imponibilità degli utili da partecipazione e delle plusvalenze

14 Luglio 2017 | di Domenico De Gaetano

MEF, Decreto 26 maggio 2017, G.U. 11 luglio 2017, n. 160.pdf

Plusvalenze

Il recente Decreto MEF del 26 maggio scorso ha fissato le nuove percentuali di imponibilità dei redditi di natura finanziaria, prodotti da investitori tramite partecipazioni societarie. A tal fine, dopo un breve chiarimento in merito ai presupposti normativi, che hanno portato alla revisione della suddetta disciplina, vengono analizzate partitamente le due categorie reddituali interessate dalla modifica, ossia gli utili da partecipazione e le plusvalenze, derivanti dalla cessione a titolo oneroso di partecipazioni. Infine, il punto sull’articolato regime transitorio e sugli adempimenti dichiarativi che la disciplina attuativa ha posto in capo ai soggetti eroganti gli utili da partecipazione ed i proventi ad essi assimilati.

Leggi dopo

Il nuovo "Decreto Sud": misure e agevolazioni per gli under 40

12 Luglio 2017 | di Monica Greco

Credito d'imposta per investimenti nel mezzogiorno

Pubblicato nella G.U. n. 141 del 20 giugno, il D.L. n. 91 è il nuovo "Decreto Sud" in vigore già dal 21 giugno 2017. Ricco di agevolazioni e di aiuti finanziari rivolti agli under 40 che vivono nelle regioni di Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna o Sicilia, il provvedimento favorirà i giovani imprenditori, anche del settore agricolo, che potranno scegliere se avviare una propria attività, investire e creare business all'interno delle ZES - le nuove Zone Economiche Speciali, riqualificare un immobile non più utilizzato ricevuto in concessione, valorizzare con un progetto d'impresa un terreno incolto, usufruire di mutui agevolati e maggiori Crediti d'imposta e molto altro. Con il nuovo Decreto Sud, insieme alle tante opportunità per fare impresa, anche molte novità fiscali e semplificazioni burocratiche, proroghe (un mese in più per l'iperammoramento) e altri interventi per la crescita economica del Mezzogiorno.

Leggi dopo

La fiscalità delle Aziende sanitarie

11 Luglio 2017 | di Federico Gavioli

IRES

Di interesse per professionisti ed operatori possono essere alcuni aspetti del regime fiscale delle Aziende sanitarie locali, che il D.Lgs. n. 502/1992 e s.m.i., qualifica come soggetti dotati di personalità giuridica pubblica, di autonomia organizzativa, amministrativa, patrimoniale, contabile, gestionale e tecnica. Esse, come noto, realizzano, nel proprio ambito territoriale, gli obiettivi di prevenzione, cura e riabilitazione e le linee generali di indirizzo del Servizio sanitario nazionale. Il punto sulla applicabile disciplina in materia di imposte sul reddito, IVA, split payment e IRAP.

Leggi dopo

Illegittima segnalazione alla Centrale dei rischi e risarcimento del danno

11 Luglio 2017 | di Fabio Fiorucci

Decreto ministeriale 11 luglio 2012 n. 663

Contratti bancari

Gli intermediari devono informare per iscritto il cliente e gli eventuali coobbligati in occasione della prima segnalazione a sofferenza. Una illegittima segnalazione alla Centrale dei rischi (ad es. appostazione a sofferenza in mancanza dello stato di insolvenza) determina la responsabilità contrattuale ed extracontrattuale della banca. Il danno patito dal soggetto illegittimamente segnalato può essere patrimoniale e non patrimoniale; di tale danno occorre fornire circostanziata dimostrazione.

Leggi dopo

La cessione di beni artistici allo Stato quale pagamento delle imposte

07 Luglio 2017 | di Eugenio Condoleo

Immobili di interesse storico artistico

La Risoluzione dell'Agenzia delle Entrate n. 28/E del 21 aprile 2016 ha ripreso la L. 512/1982, normativa che dà facoltà ai contribuenti di cedere allo Stato beni artistici o archeologici di qualsivoglia natura in pagamento totale o parziale di imposte dirette, indirette, compresi oneri accessori ed interessi. La chance offerta ai debitori del fisco intende essere funzionale a raccogliere un duplice risultato per lo Stato: quello di incassare comunque dei crediti erariali difficilmente esigibili e, nel contempo, di arricchire il patrimonio storico ed artistico della Repubblica.

Leggi dopo

Antiriciclaggio: tutto ciò che occorre sapere per essere in regola con i nuovi obblighi

29 Giugno 2017 | di Saverio Cinieri

D. Lgs. 25 maggio 2017, n. 90

Antiriciclaggio

Con la pubblicazione del D. Lgs. 25 maggio 2017, n. 90 viene attuata la IV direttiva antiriciclaggio. Numerose sono le modifiche, la maggior parte delle quali trova applicazione dal 4 luglio 2017, apportate alla disciplina sull’antiriciclaggio contenuta nel D. Lgs. 21 novembre 2007, n. 231. Di esse, molte risultano all’insegna della maggior efficacia nella lotta al fenomeno del riciclaggio di denaro sporco e al finanziamento del terrorismo internazionale. Però, ci sono anche alcune semplificazioni in termini di minori adempimenti documentali oltre ad una revisione del sistema sanzionatorio. Di seguito un'analisi ragionata delle principali novità ed adempimenti previsti dalla disciplina antiriciclaggio, con particolare riferimento ai professionisti.

Leggi dopo

Carried interest: la nuova fiscalità dei proventi da partecipazione

27 Giugno 2017 | di Fabrizio Papotti, Luigi Polo Dimel

Carried interest

Nelle operazioni di private equity è prassi attribuire ai manager, che hanno determinato il buon esito dell’operazione, una performance fee, denominata “carried interest”. L’inquadramento fiscale di tale erogazione è da sempre aspramente dibattuta, in quanto l’importo, pur avendo un’intrinseca natura di provento finanziario, risulta strettamente collegato all’attività lavorativa svolta dai manager, con la sua conseguente incerta collocazione tra i redditi di capitale o tra quelli di lavoro dipendente e assimilati. Il Decreto 24 aprile 2017, n. 50, appena convertito, detta una disciplina specifica che, a certe condizioni, riconduce il carried interest alla categoria dei redditi di capitale.

Leggi dopo

Pagine