Focus

Focus

Incentivi per favorire il fenomeno del Back-Reshoring: il Nilometro come esempio di equità fiscale

13 Aprile 2017 | di Eugenio Condoleo

Impresa

L’esigenza di riaffrontare un argomento, il Back-Reshoring e il Near-Reshoring, già trattato nel recente passato, nasce dalle conseguenze che la lunga stagnazione dei modelli economici europei ha prodotto nell’ultimo decennio. Tale quadro economico fa in larga sintesi capo a un gruppo di banche ed enti finanziari che dirigono e condizionano l’economia degli Stati europei detenendo un potere enorme amplificato in maniera proporzionale alla crisi economica che viviamo. Il risultato reale si sintetizza nell’imposizione di un regime fiscale che ha condizionato e condiziona ogni possibile crescita economica e sociale, creando una serie infinita di fallimenti nel comparto fondamentale delle PMI con una perdita consequenziale ed inquantificabile al momento di posti di lavoro.

Leggi dopo

Le Entrate su detrazioni e deduzioni fiscali

11 Aprile 2017 | di Federico Gavioli

Modello 730

A pochi giorni dal via della stagione calda delle dichiarazioni dei redditi, con un corposo documento l’Agenzia, per i Modelli 730 e Redditi 2017 PF, ha fornito utili informazioni su detrazioni, deduzioni, crediti di imposta, ritenute e documenti da conservare e presentare. Ecco in sintesi gli orientamenti espressi dall'Amministrazione finanziaria.

Leggi dopo

Piano Industria 4.0: i chiarimenti delle Entrate su super ammortamento e iper ammortamento

10 Aprile 2017 | di Francesco Barone

Ammortamento

L’art. 1, commi da 8 a 13, della Legge n. 232/2016 ha prorogato le misure di maggiorazione del 40 per cento degli ammortamenti previste dalla Legge di Stabilità 2016, ed ha istituito una nuova misura di maggiorazione del 150 per cento da applicare agli ammortamenti su beni ad alto contenuto tecnologico. L’Agenzia delle Entrate, con la Circolare n. 4/E, ha fornito i chiarimenti necessari per applicare le nuove disposizioni, precisando che, l’obiettivo prioritario individuato dal Piano Industria 4.0, è quello di favorire l’ammodernamento del parco “beni strumentali” e la trasformazione tecnologica delle aziende manifatturiere italiane, in quanto la crisi e la riduzione degli investimenti industriali negli ultimi dieci anni, hanno portato a un’obsolescenza media, più elevata rispetto a quella dei nostri competitor, delle immobilizzazioni materiali e immateriali e ad accumulare ritardi nell’adozione delle tecnologie di frontiera.

Leggi dopo

In G.U. la seconda revisione della white list: effetti ad ampio raggio nel sistema fiscale italiano

07 Aprile 2017 | di Domenico De Gaetano

White list

Il Decreto MEF del 23 marzo scorso ha dato attuazione alla seconda revisione semestrale, prevista dal c.d.Decreto internazionalizzazione imprese, dell’elenco degli Stati che scambiano informazioni in materia fiscale con l’Italia. L'analisi chiarisce la logica scelta dall’Amministrazione finanziaria, al fine di determinare la natura collaborativa del Paese estero. Il punto in ordine agli effetti sulle discipline tributarie, collegate a tale lista, che interessano sia gli intermediari finanziari, nella veste di sostituti d’imposta, sia i soggetti passivi.

Leggi dopo

Il nuovo ruolo della stabile organizzazione nel consolidato fiscale nazionale

05 Aprile 2017 | di Piercarlo Bausola

Consolidato fiscale nazionale

Il D.Lgs. 14 settembre 2015, n. 147 ha integrato gli artt. 117 e 120 T.U.I.R. in tema di stabili organizzazioni di soggetti esteri in Italia. È stata, altresì, ampliata la tipologia di soggetti che possono accedere al regime di consolidato nazionale. Da ultimo, la recente Risoluzione n. 25/E/2017 - che segue la Circolare 40/E/2016 ed il Provvedimento del 6 novembre 2015 - fornisce una serie di importanti chiarimenti in tema di opzioni per il consolidato precedenti le modifiche.

Leggi dopo

Depositi IVA: i chiarimenti delle Entrate in vista dell'entrata in vigore

31 Marzo 2017 | di Federico Gavioli

Depositi IVA

L’Amministrazione finanziaria, a ridosso dell'inizio di operatività della nuova disciplina, ha fornito utili chiarimenti sul modo in cui gli esportatori abituali devono compilare la dichiarazione di intento. Tanto anche a seguito dell’approvazione del nuovo modello di dichiarazione recato dal Provvedimento del 2 dicembre 2016.

Leggi dopo

Il coordinamento tra la normativa fiscale ed i nuovi principi di redazione del bilancio

30 Marzo 2017 | di Pasquale Murgo

Bilancio d'esercizio

L’art. 13-bis del D.L. n. 244/2016 introduce le “attese” disposizioni di coordinamento tra la normativa fiscale ed i nuovi principi di redazione del bilancio di esercizio disposti dal D.Lgs. n. 139/2015, estendendo di fatto, anche ai soggetti con principi contabili nazionali il principio di “derivazione rafforzata” già previsto per i soggetti IAS. Il nuovo art. 83 del TUIR prevede che per i soggetti, diversi dalle micro-imprese di cui all'art. 2435-ter del codice civile, che redigono il bilancio in conformità alle disposizioni del codice, valgono, anche in deroga alle disposizioni del T.U.I.R., i criteri di qualificazione, imputazione temporale e classificazione in bilancio previsti dai rispettivi princìpi contabili.

Leggi dopo

Ingiunzioni fiscali: come definire le entrate regionali e degli Enti locali

29 Marzo 2017 | di Antonio Griner

Cartelle esattoriali

L’art. 6-ter, D.L. 22 ottobre 2016, n. 193, convertito nella Legge 1 dicembre 2016, n. 225, ha previsto che le Regioni, le Province, le Città Metropolitane ed i Comuni possono definire le entrate, anche tributarie, non riscosse a seguito di ingiunzioni fiscali di cui al R.D. 14 aprile 1910, n. 639, notificate negli anni dal 2000 al 2016 dagli Enti e dai concessionari della riscossione di cui all’art. 53, D.Lgs. 15 dicembre 1997, n. 446. La definizione prevede la esclusione delle sanzioni relative alle entrate non riscosse, ed il pagamento con un numero di rate e scadenze, stabilite dall’Ente, non oltre il 30 settembre 2018.

Leggi dopo

L’informativa di bilancio dopo il D.Lgs. 139/2015: i nuovi schemi di Stato Patrimoniale e di Conto Economico

28 Marzo 2017 | di Alessandro Panno

Stato patrimoniale

Il D.Lgs. n. 139/2015 introduce una serie di novità normative di forte impatto operativo in materia d’informativa obbligatoria societaria; i cambiamenti e le innovazioni introdotte ricadono su un vasto numero di soggetti chiamati a misurarsi con le regole di redazione del nuovo modello di bilancio di esercizio. A livello di elementi di struttura si registrano importanti modificazioni formali negli schemi di stato patrimoniale e di conto economico, nelle modalità di classificazione dei dati contabili e nell’utilizzo delle voci degli schemi obbligatori. Le novità sono determinate anche, ma non solo, a motivo dell’eliminazione della sezione straordinaria del conto economico, all’introduzione del principio di rilevanza e del concetto di eccezionalità; si assiste altresì alla nascita di un modello semplificato di bilancio appositamente disegnato per le micro-imprese.

Leggi dopo

La rottamazione dei ruoli: i dubbi più frequenti e le soluzioni operative

27 Marzo 2017 | di Marco Ligrani

Cartelle esattoriali

All'indomani dell'approvazione dello slittamento al 21 aprile dei termini per la presentazione delle domande di adesione, la definizione agevolata dei carichi pendenti con Equitalia si presenta come una procedura sostanzialmente chiara nelle sue modalità operative e nella tempistica dell'adesione, anche a seguito dei chiarimenti forniti dallo stesso Agente della riscossione (in occasione del forum organizzato dall'Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Roma) e dall'Agenzia delle Entrate (Circolare 8 marzo 2017, n. 2/E). In alcuni casi, tuttavia, permangono alcune incertezze da parte dei contribuenti e dei professionisti delegati, che rendono non del tutto spedito l'iter valutativo sulla convenienza economica dell'operazione e sulle modalità di adesione alla procedura. Cerchiamo, dunque, di affrontare le questioni ancora aperte, evidenziando le scelte più opportune da effettuare.

Leggi dopo

Pagine