Focus

Focus

Terzo settore: tutte le novità contenute nella riforma

19 Settembre 2017 | di Saverio Cinieri

Enti no profit

Con la pubblicazione del D.Lgs. 3 luglio 2017, n. 117, nella G.U. 179 del 2 agosto 2017, con effetto dal 3 agosto 2017, è stata riordinata la disciplina civilistica e fiscale del mondo no-profit. Al via il riordino e la revisione organica della disciplina speciale e delle altre disposizioni vigenti relative agli enti del Terzo settore, compresa la disciplina tributaria applicabile a tali enti.

Leggi dopo

Split payment: la “difficile” applicazione delle disposizioni transitorie

08 Settembre 2017 | di Nicola Forte

Art. 2, Decreto MISE 27 giugno 2017

Split payment

Il Decreto del Ministero dell’Economia e delle finanze del 27 giugno 2017, emanato in attuazione delle disposizioni relative allo split payment, ha previsto che gli adempimenti collegati al meccanismo entrassero in vigore con gradualità.

Leggi dopo

Il punto sull’IRAP ai fini di una possibile dichiarazione integrativa

05 Settembre 2017 | di Francesco Barone

IRAP

La possibilità di presentare una dichiarazione integrativa IRAP è oggetto di attenzione da parte di coloro i quali riscontrano la non assoggettabilità a detta imposta. Con l’avvicinarsi del termine di presentazione della dichiarazione, quindi, è utile conoscere i recenti orientamenti giurisprudenziali che permettono di valutare detta possibilità al fine di far “generare” un credito IRAP, utilizzabile in compensazione.

Leggi dopo

Mancata applicazione dello split payment: quale sanzione a carico del fornitore?

01 Settembre 2017 | di Fabrizio Papotti

Split payment

Nell’ambito delle operazioni soggette a split payment, un tema trascurato riguarda la sanzione applicabile al fornitore che emette la fattura senza indicazione che si tratta di operazione soggetta alla scissione dei pagamenti e che procede al versamento dell’IVA in luogo della PA cessionaria/committente. La violazione non è di facile inquadramento e la sanzione individuata dall’Amministrazione finanziaria, nella Circolare n. 15/E del 2015, non sembra adeguata né in linea con i principi che informano il sistema sanzionatorio.

Leggi dopo

Responsabilità di amministratori e sindaci di una banca per concessione di credito

01 Settembre 2017 | di Antonio Franchi

Cass. Civ. – Sez. I – 21 novembre 2016, n. 23632, sent.

Liquidazione coatta amministrativa

Non solo un danno futuro ma prevedibile e quantificabile secondo criteri oggettivi può e deve essere riconosciuto e liquidato, sia pure in via equitativa, ma, nella specie, è la stessa concessione di credito senza criteri di economicità e prudenzialità a porre in essere un danno attuale. Danno consistente nella svalutazione del portafoglio crediti della banca e nella drastica riduzione delle capacità gestionali e di investimento che, non a caso, hanno portato alla sua liquidazione.

Leggi dopo

Riforma della notifica degli atti processuali e delle multe: spazio al messo privato

29 Agosto 2017 | di Ivano Tarquini

Contenzioso tributario

Con la riforma del procedimento di notifica degli atti processuali e delle multe adottato dalla riforma contenuta all'art.1, co. 57 e 58 della L. 4 agosto 2017 n° 124, G.U. 14 agosto 2017 recante modifiche al Decreto legislativo 22 luglio 1999, n. 261 , il Governo pone il via libera alla liberalizzazione dei servizi postali per la notifica degli atti processuali e delle multe. Così dal 10 settembre potranno essere notificati anche gli atti tributari senza più incorrere nella c.d. inesistenza giuridica della notifica.

Leggi dopo

Sanzioni fiscali accessorie anche per l’attività professionale

24 Agosto 2017 | di Francesco Barone

Legge 4 agosto 2017, n. 124

Professionisti

Il Provvedimento annuale per il mercato e la concorrenza, ossia la Legge 4 agosto 2017, n. 124, detta alcune regole riguardanti le professioni regolamentate, che già in passato avevano subìto degli interventi volti a rendere più trasparente l’esercizio della libera professione ed il rapporto che si instaura con il cliente. Infatti, il D.L. n. 138/2011, aveva precisato che gli ordinamenti professionali dovevano prevedere regole per la formazione continua permanente, la disciplina del tirocinio, il compenso professionale pattuito per iscritto con il cliente, l’assicurazione per rischi professionali obbligatoria e, infine, la disciplina per la pubblicità del professionista. Inoltre, a queste regole si era aggiunta l’altra concernente la sanzione della sospensione dell’iscrizione all’albo o all’ordine professionale al ricorrere di determinati presupposti.

Leggi dopo

In chiaro l’assegnazione di beni ai soci per le società in semplificata

22 Agosto 2017 | di Federico Gavioli

Agenzia delle Entrate, Risoluzione 27 luglio 2017, n. 100/E

Contabilità semplificata

L’Amministrazione ho fornito chiarimenti in merito alla disciplina dell'assegnazione agevolata per le società in contabilità semplificata. Tali soggetti possono beneficiare delle disciplina agevolativa di assegnazione dei beni ai soci anche se in sede di bilancio non dispongono di un valore di bilancio per il capitale e le riserve.

Leggi dopo

È ammissibile il sequestro per equivalente di canoni di locazione percipiendi, conseguente a reati tributari?

18 Agosto 2017 | di Enrico Fontana

Misure cautelari

Se è certamente necessario che la confisca riguardi solo beni esistenti al momento della sua adozione, non è così per il sequestro che è misura cautelare diretta a consentire alla confisca di poter operare e che può, proprio per tale ragione, riguardare anche beni che vengano ad esistenza successivamente al sequestro stesso e sino al momento di adozione della confisca ferma restando, peraltro, la sempre necessaria corrispondenza tra valore del profitto e valore dei beni complessivamente assoggettabile a sequestro.

Leggi dopo

Legge 81/2017: le novità in materia fiscale per i lavoratori autonomi

10 Agosto 2017 | di Amedeo Tea

Lavoro autonomo

Tra le molteplici e interessanti novità contenute nella Legge n. 81/2017 non sfuggono all’attenzione le disposizioni che novellano il vecchio l’art. 54, c. 5 del TUIR, ovvero la disciplina fiscale della deducibilità delle spese per prestazioni alberghiere e di somministrazione di alimenti e bevande, la deducibilità per le spese di formazione e di aggiornamento professionale, le spese assicurative e le spese per servizi di orientamento e certificazione delle competenze. A tal riguardo, l’intervento del legislatore si colloca, in maniera specifica e secondo le regole esaminate nel presente contributo, nel disegno riformatore più generale di tutela del lavoro autonomo.

Leggi dopo

Pagine