Focus

Focus

Estromissione dell’immobile strumentale dall’impresa individuale entro il 31.5.2019

16 Aprile 2019 | di Paola Aglietta

Immobili

La Legge di Stabilità 2019 ha riproposto l’operazione di estromissione agevolata dell’immobile strumentale dell’imprenditore individuale, con passaggio dalla sfera dell’impresa a quella privata. L’operazione può avvenire entro il prossimo 31.5.2019, mediante comportamento concludente (contabilizzazione dell’estromissione sul libro giornale, nel caso di impresa in contabilità ordinaria, o sul registro dei beni ammortizzabili, nel caso di impresa in contabilità semplificata) e si perfeziona con l’indicazione nella dichiarazione dei redditi (quadro RQ) e con il versamento dell’imposta sostitutiva. L’imposta sostitutiva è dovuta nella misura dell’8%, in due rate, prima delle quali entro il 30.11.2019. Si calcola sulla differenza tra il valore normale o catastale dell’immobile e il relativo costo fiscalmente riconosciuto e sostituisce l’IRPEF e le relative addizionali, nonché l’IRAP.

Leggi dopo

Modello 730: novità in materia di sanzioni per commercialisti e CAF

11 Aprile 2019 | di Federico Gavioli

Legge 28 marzo 2019, n. 26

Visto di conformità

Il cd. decreto “Reddito di cittadinanza e quota 100” introduce modifiche riguardanti i requisiti per l'autorizzazione all'esercizio di assistenza fiscale da parte dei centri di assistenza fiscale. In particolare, viene soppresso il requisito sul numero minimo di dichiarazioni validamente trasmesse da ciascun CAF. Lo stesso decreto attenua le sanzioni previste in materia di infedele asseverazione o visto di conformità nel caso di presentazione della dichiarazione precompilata effettuata mediante CAF o professionista.

Leggi dopo

La deduzione degli interessi passivi per le immobiliari di gestione

10 Aprile 2019 | di Sandro Cerato

Interessi

Secondo una recente sentenza della C.T.R. Lazio l’integrale deduzione degli interessi passivi relativi a finanziamenti garantiti da ipoteca su immobili destinati alla locazione, prevista dall’art. 1, co. 36, della Legge n. 244/2007, deve limitarsi alle operazioni aventi ad oggetto immobili abitativi. La sentenza in questione offre lo spunto per ricordare il regime fiscale degli immobili posseduti dalle immobiliari di gestione e valutare l’impatto della sentenza sulla citata disciplina “speciale” di cui all’art. 1, co. 36, della Legge n. 244/2007 anche alla luce delle modifiche che tale norma ha subito nel 2015.

Leggi dopo

Buoni corrispettivi voucher: Assonime “aggancia” l’esigibilità al momento del riscatto

08 Aprile 2019 | di Angelo Carlo Colombo, Vincenzo Cristiano

IVA

Con la circolare n. 6 del 4 marzo 2019, Assonime analizza in modo puntuale la disciplina dei buoni-corrispettivo (cd voucher) di cui al D.lgs. n. 141/2018, emanato in attuazione della direttiva dell'Unione Europea 27 giugno 2016, n. 2016/1065. Il documento affronta la tematica in maniera organica, partendo dall’analisi delle diverse “gradazioni” di voucher, senza sottacere, tuttavia, la necessità di un intervento chiarificatore da parte dell’Agenzia delle Entrate.

Leggi dopo

Le liquidazioni periodiche e le risultanze dei registri IVA

03 Aprile 2019 | di Nicola Forte

Registri IVA

Dopo la modifica dell’art. 1 del D.P.R. n. 100/1998, avente ad oggetto la disciplina delle liquidazioni periodiche IVA, il computo del tributo non coinciderà quasi mai con le registrazioni nei libri IVA effettuate nello stesso periodo di liquidazione. Il risultato risulterà inevitabilmente influenzato dalla possibilità di retrodatare gli effetti della detrazione tenendo conto dell’esigibilità del tributo. La mancata coincidenza tra le registrazioni e l’IVA liquidata è anche dovuta alla possibilità di avvalersi della c.d. “fatturazione differita”. I prospetti di liquidazione dell’IVA dovranno evidenziare con chiarezza gli elementi presi a base per il computo del tributo. In alternativa, se le liquidazioni periodiche non fossero annotate nei registri, il contribuente sarà obbligato, a richiesta dell’Agenzia delle Entrate, a fornire gli elementi posti a fondamento delle liquidazioni periodiche.

Leggi dopo

Le modalità attuative della sanatoria delle violazioni formali

02 Aprile 2019 | di Federico Gavioli

Agenzia delle Entrate, Provvedimento 15 marzo 2019

Comunicazioni di irregolarità

Con il provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate n. 62274, datato 15 marzo 2019, dal titolo “Regolarizzazione agevolata delle violazioni formali. Disposizioni di attuazione dell’articolo 9 del decreto-legge n. 119 del 2018”, sono operative le disposizioni contenute nell’art. 9, del D.L. 119/2018, cd. Decreto fiscale 2019, sulla sanatoria delle irregolarità formali.

Leggi dopo

Nuove opportunità fiscali per le imprese italiane. L'Albania un Paese in crescita economica

29 Marzo 2019 | di Eugenio Condoleo

Fiscalità internazionale

Molte imprese italiane hanno iniziato a trasferire le proprie attività commerciali ed industriali in Albania sia per fruire di una situazione conveniente dal punto di vista fiscale, sia per effettuare nuovi investimenti rispetto a un P.I.L. che cresce del 2,8% l’anno rispetto alla media italiana dello 0,1%. Ulteriore passaggio fondamentale per questa nazione sarà l’entrata nell’Unione Europea avendo la stessa ricevuto lo status di candidato già dal 2014.

Leggi dopo

IRES e IRPEF agevolate sugli investimenti in beni strumentali e in “capitale umano”

27 Marzo 2019 | di Umberto Terzuolo

Art. 1, commi 28-34, Legge 30 dicembre 2018 n. 145

Utile di esercizio

La Legge di bilancio 2019, articolo 1 commi dal 28 al 34, ha previsto l’introduzione di una nuova disciplina agevolativa che permette di detassare gli utili reinvestiti per l’acquisizione di beni strumentali o per l’incremento occupazionale. Questa disposizione ha decorrenza dal periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31.12.2018: pertanto, per i contribuenti con esercizio “solare”, l’agevolazione si applicherà dal bilancio 2019. Dato che uno degli elementi per definire l’entità del bonus fiscale è l’utile 2018 accantonato a riserve disponibili, appare opportuno nella fase di redazione dei bilanci in chiusura effettuare alcune valutazioni di convenienza.

Leggi dopo

Enti associativi in regime ex L. n. 398/1991: il perimetro della fatturazione elettronica

26 Marzo 2019 | di Nicola Forte

Legge 16 dicembre 1991, n. 398

Enti no profit

Il Legislatore ha esonerato dall’obbligo di emissione della fattura elettronica gli enti associativi che hanno optato per il regime forfetario di cui alla Legge n. 398/1991 a condizione, però, che i proventi commerciali non abbiano superato il limite di 65.000 euro. Nell’ipotesi di superamento del predetto limite, l’obbligo in questione sarà applicabile dal periodo di imposta successivo. La fattura elettronica potrà, però, essere emessa, in nome e per conto dell’ente associativo, dal cessionario o committente ove in possesso della soggettività passiva ai fini IVA. Tuttavia, se la prestazione è eseguita nei confronti della PA, la fattura dovrà essere emessa in ogni caso in formato elettronico indipendentemente dal superamento del predetto limite di proventi commerciali

Leggi dopo

Brexit: navigazione (ancora) a vista per gli aspetti IVA e doganali

25 Marzo 2019 | di Angelo Carlo Colombo, Vincenzo Cristiano

Regimi doganali

Come oramai noto, il 29 marzo 2017 il Regno Unito ha notificato la propria intenzione di recedere dall’Unione europea a norma dell’articolo 50 del Trattato sull’UE. Per l’effetto, salvo che un accordo di recesso notificato non preveda una diversa data o che, a norma dell’articolo 50, paragrafo 3, del Trattato sull’Unione europea, il Consiglio europeo all’unanimità decida, d’intesa con il Regno Unito, di posporre la cessazione dell’applicazione dei trattati, la totalità del diritto primario e derivato dell’Unione cesserà di applicarsi al Regno Unito (salvo proroghe) alle ore 00.00 del 30 marzo 2019.

Leggi dopo

Pagine