Focus

Focus

La fiscalità delle Aziende sanitarie

11 Luglio 2017 | di Federico Gavioli

IRES

Di interesse per professionisti ed operatori possono essere alcuni aspetti del regime fiscale delle Aziende sanitarie locali, che il D.Lgs. n. 502/1992 e s.m.i., qualifica come soggetti dotati di personalità giuridica pubblica, di autonomia organizzativa, amministrativa, patrimoniale, contabile, gestionale e tecnica. Esse, come noto, realizzano, nel proprio ambito territoriale, gli obiettivi di prevenzione, cura e riabilitazione e le linee generali di indirizzo del Servizio sanitario nazionale. Il punto sulla applicabile disciplina in materia di imposte sul reddito, IVA, split payment e IRAP.

Leggi dopo

Illegittima segnalazione alla Centrale dei rischi e risarcimento del danno

11 Luglio 2017 | di Fabio Fiorucci

Decreto ministeriale 11 luglio 2012 n. 663

Contratti bancari

Gli intermediari devono informare per iscritto il cliente e gli eventuali coobbligati in occasione della prima segnalazione a sofferenza. Una illegittima segnalazione alla Centrale dei rischi (ad es. appostazione a sofferenza in mancanza dello stato di insolvenza) determina la responsabilità contrattuale ed extracontrattuale della banca. Il danno patito dal soggetto illegittimamente segnalato può essere patrimoniale e non patrimoniale; di tale danno occorre fornire circostanziata dimostrazione.

Leggi dopo

La cessione di beni artistici allo Stato quale pagamento delle imposte

07 Luglio 2017 | di Eugenio Condoleo

Immobili di interesse storico artistico

La Risoluzione dell'Agenzia delle Entrate n. 28/E del 21 aprile 2016 ha ripreso la L. 512/1982, normativa che dà facoltà ai contribuenti di cedere allo Stato beni artistici o archeologici di qualsivoglia natura in pagamento totale o parziale di imposte dirette, indirette, compresi oneri accessori ed interessi. La chance offerta ai debitori del fisco intende essere funzionale a raccogliere un duplice risultato per lo Stato: quello di incassare comunque dei crediti erariali difficilmente esigibili e, nel contempo, di arricchire il patrimonio storico ed artistico della Repubblica.

Leggi dopo

Antiriciclaggio: tutto ciò che occorre sapere per essere in regola con i nuovi obblighi

29 Giugno 2017 | di Saverio Cinieri

D. Lgs. 25 maggio 2017, n. 90

Antiriciclaggio

Con la pubblicazione del D. Lgs. 25 maggio 2017, n. 90 viene attuata la IV direttiva antiriciclaggio. Numerose sono le modifiche, la maggior parte delle quali trova applicazione dal 4 luglio 2017, apportate alla disciplina sull’antiriciclaggio contenuta nel D. Lgs. 21 novembre 2007, n. 231. Di esse, molte risultano all’insegna della maggior efficacia nella lotta al fenomeno del riciclaggio di denaro sporco e al finanziamento del terrorismo internazionale. Però, ci sono anche alcune semplificazioni in termini di minori adempimenti documentali oltre ad una revisione del sistema sanzionatorio. Di seguito un'analisi ragionata delle principali novità ed adempimenti previsti dalla disciplina antiriciclaggio, con particolare riferimento ai professionisti.

Leggi dopo

Carried interest: la nuova fiscalità dei proventi da partecipazione

27 Giugno 2017 | di Fabrizio Papotti, Luigi Polo Dimel

Carried interest

Nelle operazioni di private equity è prassi attribuire ai manager, che hanno determinato il buon esito dell’operazione, una performance fee, denominata “carried interest”. L’inquadramento fiscale di tale erogazione è da sempre aspramente dibattuta, in quanto l’importo, pur avendo un’intrinseca natura di provento finanziario, risulta strettamente collegato all’attività lavorativa svolta dai manager, con la sua conseguente incerta collocazione tra i redditi di capitale o tra quelli di lavoro dipendente e assimilati. Il Decreto 24 aprile 2017, n. 50, appena convertito, detta una disciplina specifica che, a certe condizioni, riconduce il carried interest alla categoria dei redditi di capitale.

Leggi dopo

IMU e TASI post scadenza: le omissioni e gli errori ravvedibili

23 Giugno 2017 | di Nicola Forte

Ravvedimento operoso

Dopo la scadenza prevista per il versamento dell’IMU e della TASI, quindi passato il 16 giugno scorso, i contribuenti potranno riparare ad eventuali errori commessi beneficiando del ravvedimento operoso. Se il contribuente che ha omesso il versamento, ovvero ha versato solo una parte dei predetti tributi, non fa passare troppo tempo rispetto alla scadenza originaria, il costo della regolarizzazione non è eccessivo.

Leggi dopo

La conversione del D.L. n. 50/2017: le principali novità

20 Giugno 2017 | di Federico Gavioli

D. L. n. 50/2017

Split payment

Con il voto di fiducia in Senato di giovedì 15 giugno è operativo, una volta approdato in Gazzetta Ufficiale, il testo di conversione in Legge della cd. Manovra Correttiva. Analisi delle principali modifiche disposte dal Parlamento durante la conversione del D.L. n. 50/2017.

Leggi dopo

Detrazione IRPEF del 50% dell'IVA per gli acquisti di immobili nuovi, ecco come

13 Giugno 2017 | di Nicola Forte

Modello Redditi Persone fisiche

In sede di redazione della Dichiarazione dei redditi del 2017 e ai fini dell’attività di liquidazione dell’IRPEF, le persone fisiche potranno far valere per la prima volta la detrazione del 50% dell’IVA per l’acquisto di immobili nuovi di tipo abitativo, effettuati nell’anno 2016. Il punto sulla misura agevolativa introdotta dalla Legge di Stabilità dello scorso anno.

Leggi dopo

La web tax italiana: procedura di cooperazione e collaborazione rafforzata per definire i debiti tributari

12 Giugno 2017 | di Giovambattista Palumbo

Stabile organizzazione

Il D. L. n. 50/2017, in corso di definitiva approvazione, apre la strada verso la cosiddetta “web tax”. In realtà più che di una nuova forma di tassazione si tratta di una procedura di compliance, rivolta a tutte le multinazionali con ricavi consolidati superiori a 1 miliardo di euro e che vendono beni e servizi in Italia per oltre 50 milioni. Vi potevano essere i presupposti giuridici per una previsione più “invasiva”?

Leggi dopo

Introduzione al principio di libera concorrenza nel transfer pricing

09 Giugno 2017 | di Roberto Berardo

Transfer pricing

Il Decreto Legge n. 50 del 24/04/2017 (c.d. “Manovra Correttiva”), pubblicato in G.U. n. 95 del 24/04/2017 e in attesa di conversione, ha introdotto l’art. 59 “Transfer pricing”, andando a modificare l’art. 110 co. 7 del TUIR, con l’intento di allineare la disciplina riguardante il tema dei prezzi di trasferimento con le linee guida OCSE. Il Decreto ha, inoltre, ampliato il riconoscimento delle variazioni in diminuzione del reddito in applicazione della disciplina dei prezzi di trasferimento, oltre che nell’ipotesi di attivazione “delle procedure amichevoli”, ai casi di “controlli effettuati nell’ambito di attività di cooperazione internazionale” e di “presentazione di istanza da parte del contribuente”, inserendo tale estensione normativa all’interno del nuovo art. 31-quater del D.P.R. 600/1973.

Leggi dopo

Pagine