Focus

Focus

L'introduzione di green taxes come strumento di salute pubblica e di giustizia retributiva

27 Dicembre 2017 | di Giovambattista Palumbo

IRES

I danni ambientali e sanitari provocati dall’inquinamento Ammontano a quasi 50 miliardi di euro all'anno. La tassazione di tali fattori, oltre a fornire maggiori entrate porterebbe dunque senz’altro un’inversione di tendenza, foriera di impatti positivi sia sull’ambiente che sulla salute pubblica. Ci vorrebbero nuove forme di fiscalità al fine di preservare e garantire l'equilibrio ambientale (green taxes). Una soluzione potrebbe dunque essere introdurre uno strumento fiscale d’incorporazione dei costi dei danni ambientali, il cui costo, in assenza di compensazioni, ricadrebbe sull’intera collettività.

Leggi dopo

Il contenzioso con l’Agenzia delle Entrate–Riscossione: la genesi del nuovo ente e il subentro a Equitalia

20 Dicembre 2017 | di Marco Ligrani

Riscossione

Il contenzioso con l’Agenzia delle Entrate – Riscossione viene pubblicato a distanza di circa due anni dalla prima edizione, quando l’agente della riscossione era ancora Equitalia s.p.a.. In questo lasso temporale, le peculiarità connesse ai giudizi tributari, relativi agli atti della riscossione, si sono arricchite notevolmente; ai profili procedurali, primo fra tutti l’estensione della mediazione obbligatoria, si aggiungono i più recenti indirizzi della giurisprudenza di legittimità, a cominciare dalla delicata questione dei termini di prescrizione dei crediti. Il processo tributario, inoltre, si è indirizzato verso il nuovo canale telematico, che consente di semplificare notevolmente gli adempimenti grazie all’utilizzo del sistema informativo della Giustizia tributaria (S.i.gi.t.).

Leggi dopo

La fatturazione elettronica nei confronti dei "privati"

19 Dicembre 2017 | di Nicola Forte

Fattura elettronica e semplificata

La legge di Bilancio 2018, che sarà approvata entro la fine dell’anno, prevede per tutti i contribuenti, con decorrenza dal 1° gennaio 2019, l’introduzione dell’obbligo di emissione delle fatture in formato elettronico. La novità riguarderà, quindi, le fatture emesse nei confronti dei privati, ancorché non in possesso della soggettività passiva ai fini IVA, a condizione che siano residenti o stabiliti nel territorio dello Stato. L’introduzione del nuovo obbligo sembra essere positivo in quanto il legislatore dovrebbe prevedere, quale contropartita, l’eliminazione di alcuni adempimenti e tra questi lo Spesometro. Tuttavia, in base ad un primo approfondimento del testo normativo, è possibile individuare una serie di criticità che rendono meno vantaggiosa la misura.

Leggi dopo

Libri IVA delle fatture e degli acquisti: non sarà necessaria la stampa su carta se non richiesta dai verificatori

12 Dicembre 2017 | di Nicola Forte

Registri IVA

Il decreto legge n. 148/2017 di accompagnamento alla “manovra di fine anno” prevede alcune semplificazioni contabili. I contribuenti potranno limitarsi a memorizzare le singole operazioni senza stampare i relativi registri. Ciò a condizione di soddisfare l’eventuale richiesta di stampa effettuata dai verificatori durante l’attività di controllo. La semplificazione ha, però, una portata ridotta riguardando solo il registro IVA delle fatture e degli acquisti.

Leggi dopo

Super ammortamento dei beni dal costo unitario non superiore a 516,46 euro: i chiarimenti delle Entrate

07 Dicembre 2017 | di Federico Gavioli

Ammortamento

L’Agenzia delle Entrate, con la Risoluzione n. 145/E del 24 novembre 2017, interviene in materia di super ammortamento: nelle ipotesi in cui un bene strumentale dal costo unitario non superiore ad euro 516,46 sia ammortizzato in bilancio in più esercizi, la deduzione extracontabile del 40 per cento non può essere operata in un'unica soluzione ma si deve obbligatoriamente far riferimento al coefficiente di cui al Decreto ministeriale 31 dicembre 1988 e, di conseguenza, si deve ripartire tale deduzione in funzione della percentuale di ammortamento prevista.

Leggi dopo

Rottamazione-bis: una possibilità a "tutto campo"

05 Dicembre 2017 | di Nicola Forte

Cartelle esattoriali

Il D.L. n. 148/2017 è stato approvato definitivamente. La versione finale prevede diverse novità. Sarà possibile definire anche le somme iscritte a ruolo relativamente al periodo 2000/2016, ma il legislatore ha “modulato” il numero delle rate a seconda se il contribuente intenda avvalersi della rottamazione per il 2017 o anche per i “carichi” fino al 31 dicembre 2016. Nel secondo caso il debito finale potrà essere rateizzato fino ad un massimo di tre rate anziché cinque.

Leggi dopo

Problematiche tributarie nella gestione dei brevetti nazionali e transnazionali

01 Dicembre 2017 | di Eugenio Condoleo

Marchi e brevetti

Dal dopoguerra ad oggi, le intuizioni di molti hanno dato luogo a oggetti e a progetti innovativi che hanno cambiato radicalmente le abitudini ed il modo di vivere in tutti quei luoghi in cui queste opere dell’ingegno sono entrate a far parte della vita quotidiana: l'Autore del presente contributo analizza la disciplina della proprietà intellettuale, concentrandosi dapprima sulla tassazione di questa in Italia, per poi soffermarsi in modo approfondito sul Patent Box, regime fiscale di favore introdotto in Italia dalla Legge di Stabilità 2015 (L. n. 190/2014) anche a seguito di un'indicazione dell’OCSE. Vengono esaminati, infine, i benefici risultanti dalla defiscalizzazione dei brevetti nei principali paesi europei.

Leggi dopo

Gli effetti fiscali della rinuncia al credito per TFM, la parola all'Agenzia

28 Novembre 2017 | di Fabrizio Papotti, Gianluca Orrù

Trattamento di fine mandato

Il trattamento fiscale della rinuncia all’indennità di fine mandato (TFM) dipende dalla qualifica del soggetto che la pone in essere. Se a rinunciare è l’amministratore che sia anche socio, non si determina nessuna sopravvenienza attiva tassata in capo alla società, ma l’importo della rinuncia deve essere assoggettato a ritenuta a titolo d’acconto. La rinuncia da parte dell’amministratore non socio dà origine, invece, ad una sopravvenienza attiva che deve essere soggetta a tassazione se le quote di accantonamento di TFM sono state dedotte dalla società nel corso degli anni.

Leggi dopo

Le società sportive dilettantistiche con scopo di lucro nella Manovra 2018

27 Novembre 2017 | di Nicola Forte

Legge di Bilancio 2018

La Legge di Bilancio 2018 prevede la possibilità di esercitare attività sportive dilettantistiche utilizzando la forma delle società lucrative. La novità consentirà la distribuzione degli utili, che però risulterà controbilanciata dall’impossibilità di applicare la maggior parte delle agevolazioni previste per i sodalizi sportivi non lucrativi.

Leggi dopo

Sabatini ter: dalla legge di Bilancio 2018 nuove risorse per le PMI

20 Novembre 2017 | di Federico Gavioli

Legge di Bilancio 2018

Il DDL di Bilancio 2018, in discussione al Parlamento, dispone un rifinanziamento della cd. Nuova Sabatini, misura di sostegno volta alla concessione alle micro, piccole e medie imprese di finanziamenti agevolati per investimenti in nuovi macchinari, impianti e attrezzature, compresi i cd. investimenti “Industria 4.0”.

Leggi dopo

Pagine