Guide agli adempimenti

Guide agli adempimenti

Come "rettificare" in Bilancio l'errore e come gestire il cambiamento di un principio contabile

21 Giugno 2017 | di Monica Greco

OIC 29 – Fatti intervenuti dopo la chiusura

All'indomani della riforma contabile 2016 - frutto delle novità previste dal D.Lgs 139/2015, il cosiddetto "Decreto Bilanci" che ha attuato la Direttiva 2013/34/UE - molti professionisti si sono interrogati sui riflessi che le stesse avrebbero apportato al lavoro quotidiano. Molte le riflessioni e i dubbi interpretativi posti relativamente a quell'iter procedurale che i redattori di bilancio seguivano e che, alla luce delle tante novità introdotte, meritava una revisione. Il riesame dei Principi Contabili è stata una conseguenza naturale - prevista anche dall'articolo 12 del D.Lgs 139/2015 - e recepita dall'Organismo Italiano di Contabilità che ha revisionato gli OIC interessati per così dire al "cambiamento". Tra questi, oggetto del presente approfondimento, il principio contabile "OIC 29" che disciplina il trattamento contabile e l’informativa da fornire nella nota integrativa degli eventi che riguardano i "Cambiamenti di principi contabili, cambiamenti di stime contabili, correzione di errori, fatti intervenuti dopo la chiusura dell’esercizio" e, come sappiamo, è applicabile direttamente agli esercizi con inizio a partire dal 1°gennaio 2016.

Leggi dopo

Lo stato dell’arte dei rimborsi IVA annuali e trimestrali

16 Giugno 2017 | di Fabrizio Papotti

Rimborso IVA

La disciplina dei rimborsi IVA, sia annuali che trimestrali, ha subito numerose modifiche negli ultimi anni, tanto sotto il profilo sostanziale quanto formale. L’articolo si propone di compiere un'accurata ricognizione di tutte le novità e di fornire lo stato dell’arte delle procedure di rimborso: garanzie, procedure e tempistiche.

Leggi dopo

Rivalutazione delle partecipazioni e dei terreni: le varie scadenze del 30 giugno

07 Giugno 2017 | di Federico Gavioli

Rivalutazione terreni

Il prossimo 30 giugno vede il contribuente impegnato in una serie di scadenze di natura fiscale: tra queste rientrano certamente anche i vari versamenti relativi, per i soggetti interessati, alla rate del valore delle partecipazioni e di terreni rivalutati in base alle varie leggi di Stabilità varate nel 2015 e 2016 nonché al versamento dell’imposta sostitutiva e la redazione e il giuramento della perizia per quei contribuenti che hanno aderito all’ennesima proroga prevista dalla legge di Bilancio 2017

Leggi dopo

Assegnazione agevolata ai soci: i tratti principali della disciplina

01 Giugno 2017 | di Paola Aglietta

Legge di Bilancio 2017

La Legge di Bilancio 2017 ha riproposto la disciplina agevolata di assegnazione dei beni ai soci, da effettuare entro il 30.9.2017, a condizione che tutti i soci risultino iscritti nel libro dei soci, se prescritto, alla data del 30.9.2015 (L. 11.12.2016 art. 1 c. 565 e precedente L. 28.12.2015 art. 1 c. 115-120). Si tratta di una disciplina speciale che permette la fuoriuscita dei beni dal regime di impresa beneficiando di un regime di tassazione di favore rispetto a quello ordinario, sostitutivo sia ai fini delle imposte dirette, che delle imposte di registro, ipotecarie e catastali.

Leggi dopo

Le novità della Dichiarazione dei Redditi SP 2017

30 Maggio 2017 | di Francesco Barone

Modello Unico Società di persone

Il recente Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate, emanato l’11 maggio 2017, ha modificato la modulistica e le relative istruzioni riguardanti i REDDITI 2017 SP. Nel proseguo, quindi, si evidenziano le principali novità che impattano, in modo particolare, sulla determinazione dei citati redditi, tenendo conto delle modifiche intervenute non solo a seguito del citato Provvedimento, ma anche per effetto della recente normativa entrata in vigore come, per esempio, il D.L. n. 50/2017 che, certamente, ha influito sulle modifiche della modulistica e delle istruzioni.

Leggi dopo

Fattura elettronica: cosa sapere per non sbagliare

26 Maggio 2017 | di Saverio Cinieri

Fattura elettronica e semplificata

La fatturazione elettronica sta prendendo sempre più piede: infatti, dopo l’obbligo introdotto ormai da un paio d’anni di emettere fattura elettronica nei confronti della Pubblica Amministrazione, a partire da quest’anno, anche se ancora in via facoltativa, lo strumento della fatturazione elettronica è stato esteso anche ai rapporti tra imprese (c.d. rapporti Business to Business o B2B). Come tutte le novità, però, anche queste devono essere ben assimilate anche perché l’utilizzo di questo strumento presuppone anche una completa revisione dell’organizzazione interna delle imprese interessate (ma non solo, anche della stessa PA). Cerchiamo, dunque, alla luce dell’evoluzione legislativa (che, almeno per quanto riguarda la fatturazione tra imprese è probabile che non si sia ancora arrestata), di capire quali sono le best practices e quali gli errori da evitare.

Leggi dopo

Comunicazioni periodiche liquidazioni IVA: ecco come compilare il modello

22 Maggio 2017 | di Saverio Cinieri

IVA

Entro il 12 giugno prossimo (scadenza la cui prorogata dovrebbe a breve essere ufficializzata), i soggetti IVA devono inviare la nuova comunicazione periodica relativa alla liquidazione IVA del primo trimestre 2017. Si tratta, come noto, di una delle novità introdotte dal D.L. n. 193/2016 il cui art. 4, inserendo nel D.L. n. 78/2010 l’art. 21-bis, ha, appunto, previsto l’obbligo di presentazione di una comunicazione trimestrale dei dati relativi alle liquidazioni IVA, a prescindere dalla periodicità (mensile o trimestrale) con la quale i contribuenti effettuano le liquidazioni dell’imposta. Dopo una breve analisi degli aspetti che regolano il nuovo adempimento, focus sul modello di comunicazione e sulle modalità di compilazione e trasmissione.

Leggi dopo

Le novità della Dichiarazione dei Redditi SC 2017

17 Maggio 2017 | di Francesco Barone

Modello Unico Società di capitali

Come ogni anno, le istruzioni e la modulistica relativa alla compilazione della Dichiarazione dei Redditi delle società di capitali contengono delle peculiarità che meritano approfondimento. L’aggiornamento è dovuto alla costante evoluzione della normativa tributaria, la quale obbliga i tecnici ad elaborare nuovi modelli capaci di contenere tutte le modifiche legislative che interessano la redazione della citata dichiarazione. Di seguito si indicano le principali novità, cercando di evidenziare le variazioni che hanno subìto i quadri e i righi interessati dagli interventi normativi.

Leggi dopo

La valutazione dei crediti e dei debiti nel bilancio d’esercizio: criterio del costo ammortizzato e attualizzazione

05 Maggio 2017 | di Alessandro Panno

Bilancio d'esercizio

Tra le novità introdotte dal Decreto Legislativo 18 agosto 2015, n. 139, la valutazione al costo ammortizzato e l’attualizzazione dei crediti, dei debiti e dei titoli immobilizzati, rappresenta probabilmente una delle novità più rilevanti nell’ambito del processo valutativo di bilancio, e che comporta i maggiori impatti applicativi; il nuovo art. 2426 c.c. prevede infatti che tutti i crediti e tutti i debiti, indipendentemente dalla loro origine o natura, debbano essere rilevati in bilancio applicando il criterio del costo ammortizzato, modello valutativo di chiara matrice finanziaria mutuato dai principi contabili internazionali. A fronte della complicazione collegata alla maggior complessità insita in questo criterio valutativo, sono previsti casi di esenzione a seconda delle dimensioni aziendali e del conseguente modello di bilancio adottato. L’applicazione pratica del nuovo criterio è poi anche influenzata dagli effetti del rinnovato sistema dei principi di redazione del bilancio, primo tra tutti quello della rilevanza.

Leggi dopo

Redditi PF 2017, tutte le novità quadro per quadro

28 Aprile 2017 | di Francesco Barone

Modello Unico Persone fisiche

Come ogni anno, le istruzioni e la modulistica relativa alla compilazione della dichiarazione dei redditi delle persone fisiche contengono delle novità che meritano attenzione. L’aggiornamento è dovuto alla costante evoluzione della normativa tributaria, che obbliga i tecnici ad elaborare nuovi modelli capaci di contenere tutte le novità legislative che interessano la redazione della citata dichiarazione. Nuovi quadri e nuovi righi, quindi, “creati” per applicare quanto emanato dal Legislatore nel 2015 e nel 2016, obbligando gli addetti ai lavori a verificare se esistono delle differenze con la modulistica utilizzata nel precedente periodo d’imposta. Di seguito si indicano le principali novità, cercando di evidenziare le variazioni che hanno subìto i quadri interessati dagli interventi normativi.

Leggi dopo

Pagine