Guide agli adempimenti

Guide agli adempimenti

Agevolazioni fiscali per le imprese al Sud: al via il bonus eco-imprese

22 Marzo 2017 | di Federico Gavioli

Impresa

Dal 26 aprile prossimo si potranno presentare le domande di agevolazione in favore dei programmi di sviluppo per la Tutela Ambientale 2017 (cd. bonus eco-imprese). Lo stabilisce il Decreto del Ministero dello Sviluppo economico del 7 dicembre 2016, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 24 febbraio 2017. A beneficiarne Basilicata, Campania, Calabria, Puglia e Sicilia.

Leggi dopo

Neo residenti: ecco la flat tax

17 Marzo 2017 | di Saverio Cinieri

Legge di Bilancio 2017

Le Entrate, con il Provvedimento 8 marzo 2017, hanno reso operativa la norma, prevista dalla Legge di Bilancio 2017, che introduce una imposta sostitutiva, in misura fissa di 100.000 euro, sui redditi prodotti all’estero da parte degli stranieri che intendono trasferire la loro residenza fiscale in Italia. Si tratta di una disposizione che ha come finalità quella di attrarre ed incentivare il trasferimento della residenza nel nostro Paese dei c.d. High net worth individual, ossia delle persone con un alto patrimonio. Con il Provvedimento, oltre a disciplinare l’opzione, è stato approvato il modello di check list da allegare all’istanza di interpello che consente una valutazione preventiva dell’Amministrazione sull’ammissibilità al regime di favore.

Leggi dopo

Il bilancio delle PMI alla luce del D.lgs. 139/2015

14 Marzo 2017 | di Claudio Sottoriva

Bilancio d'esercizio

Il D.Lgs. n. 139/2015, con il quale il nostro Paese ha recepito la Direttiva 2013/34/UE, che ha abrogato la IV e la VII Direttiva CEE (recepite, all’epoca, con il D.Lgs. n. 127/1991), ha introdotto – nel solco degli obiettivi della Direttiva, finalizzata, tra l’altro, alla riduzione degli adempimenti contabili a carico delle imprese – le micro-imprese. Per esse è previsto un apposito regime contabile per quanto attiene alla redazione del bilancio di esercizio.

Leggi dopo

La cessione delle quote sociali e l'esercizio del voto nelle società sportive dilettantistiche

08 Marzo 2017 | di Maurizio Mottola

Associazioni e società sportive dilettantistiche

Nel precedente contributo "Il nuovo volto dello sport dilettantistico secondo il CNDCEC", sono state analizzate le proposte di emendamento ai DdL di riforma tributaria dello sport dilettantistico, recentemente pubblicate dal Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili. Dall'analisi di tali proposte è stato volutamente escluso il delicato tema della "trasferibilità delle quote del capitale sociale" e del "diritto di voto" nelle società sportive dilettantistiche, perché tale questione meritava un approfondimento più dettagliato.

Leggi dopo

La conciliazione giudiziale fuori e in udienza: modalità di applicazione dell'istituto ed effetti sulle controversie

01 Marzo 2017 | di Marco Ligrani

Conciliazione giudiziale

Dal 1° gennaio dello scorso anno l'istituto della conciliazione tributaria ha subito un profondo restyling, ad opera del D.Lgs. 24 settembre 2015, n. 156. La prima innovazione è rappresentata dallo "sdoppiamento" della disposizione precedente nei due articoli 48 e 48-bis del D.Lgs. 31 dicembre 1992, n. 546 sul processo tributario, quest'ultimo aggiunto ex novo dalla novella del 2015 e riguardante il vecchio e tradizionale istituto conciliativo, mentre il primo disciplina la conciliazione fuori udienza e, pertanto, la vera novità. Inoltre, è venuta meno la precedente preclusione rispetto alle controversie oggetto di mediazione, mentre è stata aggiunta la possibilità di conciliare la controversia anche in appello. Infine, ai fini del perfezionamento dell'istituto è stata individuata la mera sottoscrizione del relativo processo verbale.

Leggi dopo

Le principali novità della Dichiarazione IVA 2017

22 Febbraio 2017 | di Federico Gavioli

Modello IVA

Il Modello di dichiarazione annuale IVA/2017 deve essere utilizzato per presentare la Dichiarazione IVA concernente l’anno d’imposta 2016. Per la presentazione della dichiarazione annuale IVA è possibile utilizzare se si hanno determinate caratteristiche, in alternativa al già citato Modello, quello IVA BASE/2017. Diverse sono le modifiche introdotte nei quadri VE, VF e VO. Quello che emerge sicuramente con più importanza, è che la dichiarazione IVA 2017 non può essere più presentata in forma unificata (cioè con la dichiarazione dei redditi ex UNICO) ed il termine di presentazione è fissato al 28 febbraio prossimo.

Leggi dopo

La Dichiarazione IVA della stabile organizzazione di soggetto estero

16 Febbraio 2017 | di Fabrizio Papotti

Stabile organizzazione

La compilazione della Dichiarazione IVA da parte della stabile organizzazione italiana di soggetto estero può presentare dubbi ed incertezze, dal momento che devono essere tenute distinte le operazioni poste in essere “in proprio” dalla stabile organizzazione da quelle effettuate dal soggetto non residente per il tramite della propria stabile organizzazione. Ecco alcune utili indicazioni per individuare le varie casistiche e procedere alla corretta contabilizzazione delle operazioni.

Leggi dopo

Le regole per aprire un home restaurant in Italia

08 Febbraio 2017 | di Nicola Santangelo

Somministrazione di alimenti e bevande

L'home restaurant è un nuovo concetto di ristorazione che prevede l'organizzazione di pranzi e cene in un'abitazione privata. Il cuoco organizza a casa propria un evento di social eating proponendo un menu e stabilendo un prezzo e una data. Gli eventi sono aperti a tutti e chiunque può partecipare. Il concetto è abbastanza semplice, quindi. Se non fosse per una legge in arrivo che ha posto limiti e regole troppo restrittive e poco chiare. Alimentando dubbi interpretativi e dando origine a vuoti normativi. Quale soluzione allora? Applicare, per analogia, le attuali normative vigenti.

Leggi dopo

Integrativa a favore per il modello IVA alla luce delle modifiche operate dal Decreto Fiscale

01 Febbraio 2017 | di Roberto Berardo

Dichiarazioni correttive, integrative e omesse

A seguito delle modifiche apportate dall’art. 5 del D.L. del 22 ottobre 2016, n. 193, la dichiarazione integrativa IVA a favore del contribuente è stata allineata alla normativa prevista per l’integrativa IVA a favore del Fisco. La dichiarazione integrativa, secondo quanto disposto dall’art. 8, comma 6-bis, del D.P.R. del 22 luglio 1998, n. 322, risulta quindi presentabile entro i termini stabiliti dall’art. 57 del D.P.R. del 26 ottobre 1972, n. 633, e successive modificazioni, più precisamente, entro il 31 dicembre del quinto anno successivo a quello in cui è stata presentata la dichiarazione. Si sottolinea che, precedentemente a tali modifiche, la dichiarazione integrativa a favore del contribuente poteva essere presentata entro il termine di presentazione della dichiarazione relativa al periodo d’imposta successivo.

Leggi dopo

Rottamazione dei ruoli, ecco come

26 Gennaio 2017 | di Marco Ligrani

Cartelle esattoriali

Il Decreto Fiscale, come noto, ha introdotto, all'art. 6 intitolato "Definizione agevolata", la possibilità, per i debitori morosi con il Fisco, di sanare le proprie posizioni debitorie pregresse, ai fini sia fiscali che contributivi, esistenti alla data del 31 dicembre 2016 con decorrenza 1° gennaio 2000. L'opportunità riguarda i carichi pendenti con gli agenti della riscossione e, pertanto, con Equitalia, la società a totale partecipazione pubblica che, in base all'articolo 1 del medesimo decreto n. 193, verrà soppressa a far data dal 1 luglio di quest'anno, per confluire nella nuova Agenzia delle Entrate - Riscossione. Esaminiamo, dunque, quali sono i passaggi operativi che contraddistinguono l'iter della definizione agevolata, a cominciare dalla presentazione dell'istanza per finire al pagamento degli importi previsti, prestando particolare attenzione alla chiusura delle eventuali liti fiscali pendenti, relative ai ruoli oggetto di definizione.

Leggi dopo

Pagine