Guide agli adempimenti

Guide agli adempimenti

Il leasing immobiliare e abitativo: opportunità e agevolazioni fiscali

07 Novembre 2018 | di Monica Greco

art. 19 bis 2, comma 2 e 3, D.P.R. 633/1972

Abitazione

Il contratto di leasing immobiliare ha cambiato le regole del mercato immobiliare e, in particolare, i canali per l'acquisto della prima casa. Il leasing abitativo è diventato un'alternativa al tradizionale finanziamento dell’acquisto di una casa con mutuo ipotecario. Niente costi di iscrizione e cancellazione di ipoteca, imposta di registro sull’atto di acquisto ridotta, canone leasing detraibile ai fini Irpef e prezzo di riscatto detraibile nell’anno. Le tutele per i consumatori, la possibilità di interrompere il pagamento delle rate per un periodo massimo di 12 mesi e molto altro. Il contratto ha ampliato la platea degli utilizzatori attraendo, con il leasing immobiliare, anche i semplici "consumatori" che vi ricorrono per l'utilizzare un bene - come l'abitazione - non legato all’attività di impresa o alla professionale svolta. Il leasing abitativo è riservato ai soggetti privi di abitazione principale con un reddito non superiore a 55 mila euro, i quali possono portare in detrazione dalla dichiarazione dei redditi i costi del leasing “prima casa” e fruire delle altre agevolazioni fiscali previste. Un recente intervento dell'Agenzia delle Entrate chiarisce la corretta interpretazione dell’articolo 19-bis2, commi 3 e 8, D.P.R. 633/1972, che impone di non rettificare la detrazione dell’IVA assolta sui canoni di leasing.

Leggi dopo

Modello 770/2018: modalità di presentazione

24 Ottobre 2018 | di Saverio Cinieri

Modello 770

Scade il 31 ottobre 2018 la presentazione, in modalità telematica, del modello 770/2018. Si tratta, a dire il vero, della seconda tranche del modello, in quanto, la prima, costituita dalla Certificazione Unica, salvo alcune eccezioni relative alle certificazioni non rilevanti ai fini della precompilata, è stata già trasmessa entro lo scorso 7 marzo 2018. Quest’anno il modello presenta alcune novità tra cui si segnala la parte relativa alle ritenute sulle locazioni brevi. Vale, dunque, la pena di riassumere le regole da seguire e i controlli da effettuare per una corretta trasmissione del modello.

Leggi dopo

L’opzione per la trasparenza fiscale nel Modello Redditi SC 2018

22 Ottobre 2018 | di Amedeo Mellaro

Trasparenza fiscale

Entro il prossimo 31 ottobre 2018, nel Modello Redditi SC 2018, va esercitata l’opzione o la revoca per il regime di trasparenza da parte delle società di capitali per il triennio 2018-2020, disciplinata dagli artt. 115 e 116 del Tuir. Il presente lavoro si sofferma sull’istituto della trasparenza, con particolare riferimento alle S.r.l. partecipate da soli soci persone fisiche (c.d. “piccola trasparenza“) ed alle modalità operative in sede di compilazione del quadro OP del Modello Redditi SC.

Leggi dopo

Correzione degli errori in dichiarazione: dichiarazione tardiva, integrativa, omessa

17 Ottobre 2018 | di Giuseppe Moschella

Dichiarazioni correttive, integrative e omesse

Il contribuente ha la possibilità di rimediare agli errori e alle omissioni commessi in dichiarazione attraverso la presentazione di una dichiarazione integrativa con le novità apportate dal D.L. n. 193 del 22 ottobre 2016 e beneficiando inoltre dell’istituto del ravvedimento operoso, usufruendo della riduzione delle sanzioni amministrative. Si ricorda che è possibile trasmettere la dichiarazione dei redditi entro 90 giorni dalla scadenza ordinaria, in questo caso avremo una dichiarazione tardiva, oltre i 90 giorni la dichiarazione si considererà omessa.

Leggi dopo

La fattura elettronica nel subcontratto: il punto della FNC e del Consiglio

11 Ottobre 2018 | di Federico Gavioli

La fatturazione elettronica nel settore subappalti CNDCEC.pdf

Subappalto

Con il Documento di ricerca del 27 settembre scorso, la Fondazione Nazionale dei Commercialisti e il Consiglio Nazionale hanno affrontato la tematica della fatturazione elettronica nel settore dei subappalti, per illustrare le novità intervenute, relative all’obbligo nel settore dei subappalti pubblici, alla luce del Provvedimento dell’Agenzia delle Entrate del 30 aprile scorso e delle prime indicazioni operative, fornite sempre dall'Amministrazione, nei documenti di prassi.

Leggi dopo

Studi di settore 2018: ultimo anno di applicazione? Particolarità e correttivi per l’adozione del criterio di cassa

02 Ottobre 2018 | di Piercarlo Bausola

ISA – Indici sintetici di affidabilità

Il 2017 dovrebbe essere l’ultimo anno di applicazione degli studi di settore: sono infatti in fase di approvazione gli Indici Sintetici di Affidabilità fiscale (ISA) che troveranno applicazione per il 2018. Nel corso dei primi mesi del 2018 sono però stati emanati una serie di provvedimenti al fine di rendere aggiornati ed allineati con le recenti evoluzioni normative i modelli dei 193 studi di settore in vigore, per il loro ultimo anno di applicazione. Ecco un utile riepilogo delle principali modifiche apportate in vista della scadenza di invio dei modelli del 31 ottobre prossimo.

Leggi dopo

Modello Redditi 2018: presentazione e conservazione digitale

25 Settembre 2018 | di Saverio Cinieri

Conservazione digitale sostitutiva

Il termine per la presentazione della dichiarazione dei redditi (Modello Redditi), quest’anno, è fissato al 31 ottobre 2018. Dopo gli ultimi controlli di rito, la dichiarazione va trasmessa esclusivamente in modalità telematica, direttamente o mediante un intermediario abilitato. Una volta trasmessa, se si utilizza un intermediario abilitato, quest’ultimo deve consegnare una copia della dichiarazione al contribuente. La dichiarazione, inoltre, può essere conservata in modalità digitale: a tale proposito, l’archiviazione elettronica va effettuata entro 3 mesi dalla scadenza di presentazione. Di seguito, in vista della scadenza, si riporta una sintesi dei principali adempimenti da porre in essere per non sbagliare.

Leggi dopo

Ecobonus e sismabonus: cessione del credito senza più segreti

19 Settembre 2018 | di Saverio Cinieri

Agenzia delle Entrate, Circolare 23 luglio 2018, n. 17/E
Agenzia delle Entrate, Circolare 18 maggio 2018, n. 11/E

Detrazioni per ristrutturazioni edilizie

È possibile la cessione del credito, derivante da interventi di riqualificazione energetica ma limitata ad una sola eventuale cessione successiva a quella originaria. L'opzione spetta sia ai soggetti che rientrano nella c.d. “no tax area” che ai condomini per interventi di riqualificazione energetica di parti comuni degli edifici condominiali. Inoltre, la cessione del credito è possibile anche per gli interventi realizzati nei comuni ricadenti nelle zone classificate a rischio sismico. Sono questi i principali chiarimenti forniti dall’Agenzia delle entrate con due distinte circolari (la n. 11/E/2018 e n. 17/E/2018) che hanno fatto luce su alcuni aspetti controversi dell’attuale disciplina sulla cessione dei bonus edilizi.

Leggi dopo

Le sanzioni in caso di errori di competenza. Casistiche e soluzioni operative

10 Settembre 2018 | di Pasquale Murgo

Art. 1 D.Lgs. 18 dicembre 1997, n. 471

IRES

L’art. 15, primo comma, lett. a) del D.Lgs. 24 settembre 2015, n. 158 ha introdotto nel comma quarto dell’art. 1 del D.Lgs. 471/1997 una specifica ipotesi di riduzione delle sanzioni applicabile in tutti i casi in cui la violazione si determini a seguito di un errore sull’imputazione temporale di elementi positivi o negativi di reddito. Nei punti che seguono vengono presentate alcune riflessioni sulle modalità applicative della riduzione ed alcune casistiche operative.

Leggi dopo

La "mappa" delle Entrate sullo sport dilettantistico senza fini di lucro

04 Settembre 2018 | di Maurizio Mottola

Agenzia delle Entrate, Circolare del 1° agosto 2018, n. 18/E

Associazioni e società sportive dilettantistiche

Lo scorso 1° agosto l'Amministrazione finanziaria ha pubblicato la corposa Circolare n. 18/E avente ad oggetto le "questioni fiscali di interesse delle associazioni e delle società sportive dilettantistiche di cui all’art. 90 della Legge 27 dicembre 2002, n. 289, emerse nell’ambito del Tavolo tecnico tra l’Agenzia delle entrate ed il Comitato Olimpico Nazionale Italiano". Il documento di prassi propone, tra l'altro, la soluzione a talune rilevanti tematiche connesse all'applicazione del regime fiscale applicabile.

Leggi dopo

Pagine