Guide agli adempimenti

Guide agli adempimenti

Sport dilettantistico e Fisco: verso un approdo più sicuro?

27 Gennaio 2016 | di Maurizio Mottola

Associazioni e società sportive dilettantistiche

Lo sport dilettantistico sconta la complessità della disciplina fiscale applicabile. Di qui l'opportunità di fornire agli addetti ai lavori una serie di indicazioni utili, anche alla luce di alcuni interessanti pronunce giurisprudenziali. Recenti arresti, infatti, sembrano definire un contesto di minore incertezza rispetto al passato, anche nell'ottica di scongiurare il rischio di perdere i benefici fiscali a causa di errori o omissioni di carattere formale.

Leggi dopo

Termini di accertamento e riforma delle sanzioni: novità a confronto

20 Gennaio 2016 | di Amedeo Mellaro

Legge 28 dicembre 2015, n. 208

Legge di Stabilità 2016

L’abrogazione del raddoppio dei termini per l’accertamento e l’introduzione anticipata della riforma delle sanzioni amministrative tributarie, rappresentano alcune delle principali novità introdotte dalla Legge di Stabilità 2016, già operative a partire dal 1° gennaio 2016. L’intento è quello di creare un contesto di maggiore chiarezza e semplificazione nel rapporto tra Fisco e contribuenti.

Leggi dopo

Spese mediche nella precompilata, ecco come

13 Gennaio 2016 | di Roberto Berardo

D.Lgs. 21 novembre 2014, n. 175
Art. 1, Legge 28 dicembre 2015, n. 208

Dichiarazione precompilata

Il Modello 730 precompilato, al debutto lo scorso anno, dal 2016 recherà anche le spese sanitarie sostenute dal contribuente in relazione agli oneri detraibili. La procedura sarà gestita attraverso la piattaforma online “Sistema Tessera Sanitaria (Progetto TS)”, attraverso la quale gli iscritti all’Albo dei medici chirurghi e degli odontoiatri e le strutture mediche in generale, comunicheranno alle Entrate i dati relativi alle prestazioni erogate al cittadino, secondo le modalità definite all’art. 2, D.M. 31 luglio 2015. Ecco come procedere alla trasmissione telematica dei dati di spesa in questione entro il 31 gennaio prossimo.

Leggi dopo

Piani di riparto e credito di rivalsa IVA accessorio al credito per prestazione professionale

24 Dicembre 2015 | di Federico Clemente

Fallimento

Sulla scorta delle disposizioni della normativa IVA, i professionisti possono astenersi dall'emissione della fattura fino al momento del pagamento da parte del cliente beneficiario del servizio. Ciò comporta che, in ipotesi di assoggettamento del cliente al fallimento nelle more del pagamento, il professionista si troverà ad avere maturato un credito per onorari, al cui eventuale pagamento dovrà emettere fattura maggiorando di norma gli onorari dell’IVA (e di contributi per casse di previdenza, anch'essi imponibili ai fini IVA).

Leggi dopo

Alla cassa i contribuenti IVA

16 Dicembre 2015 | di Marco Ligrani

Acconti (d’imposta e di pagamento)

Il prossimo 28 dicembre - cadendo il 27 di domenica - scade il termine per il versamento dell’acconto IVA 2015, adempimento che, com’è noto, riguarda tutti i contribuenti IVA. Il contributo analizza, in dettaglio, le caratteristiche dell’adempimento, facendo il punto sia sulle modalità di calcolo che sui codici versamento. Da segnalare anche le novità in tema di ravvedimento operoso e di sanzioni, introdotte, di recente, con il D.Lgs. 24 settembre 2015, n. 158.

Leggi dopo

La riforma del sistema sanzionatorio nei contratti di locazione

10 Dicembre 2015 | di Amedeo Mellaro

D.Lgs. 24 settembre 2015, n. 158
Art. 17, D.P.R. 26 aprile 1986, n. 131

Locazione

L’auspicata riforma delle sanzioni amministrative trova finalmente la sua identità. L'operazione di restyling voluta in attuazione della Delega fiscale, ha dato vita ad un sistema sanzionatorio competitivo e più favorevole per i contribuenti. Di qui l'utilità di analizzare, sia ai fini dell’imposta di registro che della cedolare secca, le modifiche della disciplina sanzionatoria sui contratti di locazione, la cui decorrenza potrebbe essere anticipata al 2016.

Leggi dopo

IMU e TASI alla cassa il 16 dicembre

03 Dicembre 2015 | di Roberto Berardo

IMU

Il termine per il versamento del saldo è fissato al 16 dicembre prossimo, medesima scadenza degli anni scorsi. Sulla TASI il DdL di Stabilità ora all'esame delle Camere prevederebbe l'eliminazione del tributo sulla abitazione principale, con esclusione di quelle di lusso. Ai fini IMU, invece, dovrebbero essere esclusi i cd. “imbullonati” che siano funzionali al processo produttivo. Resta per ora l'adempimento di metà mese: ecco spiegato il dettaglio su soggetti passivi, esclusioni, esenzioni, base imponibile ed esempi di calcolo.

Leggi dopo

Il conferimento della clientela negli studi associati

26 Novembre 2015 | di Raffaele Pellino

Società tra professionisti

Il conferimento della clientela non è una fattispecie espressamente disciplinata nell’ambito delle associazioni professionali, diversamente da quanto accade nel caso della cessione della clientela e del recesso del socio dallo studio associato. Tuttavia, sono diversi i nodi problematici ancora “aperti” meritevoli di approfondimento: dal recesso (con riferimento all’applicazione dell’IVA e della ritenuta alla fonte) alla natura giuridica delle associazioni professionali, nonché le perplessità circa la linea divisoria che separa l’ambito delle imprese da quello delle libere professioni, sulla base dell’orientamento espresso dalla Cassazione con la sentenza n. 2860/2010.

Leggi dopo

Tutte le agevolazioni in ambito camerale, societario e fiscale

18 Novembre 2015 | di Marco Bodo

Imprese Start Up innovative

Il D.L. n. 179/2012, ha subito alcune modifiche ad opera dell’art. 4 del D.L. n. 3/2015 (c.d. Investment compact) che, oltre ad introdurre la categoria delle “PMI innovative”, ha anche esteso alle stesse parte delle agevolazioni previste per le Start Up innovative. La possibilità di fruire delle agevolazioni, come noto, è subordinata al possesso dei requisiti cumulativi ed alternativi, nonché all’iscrizione nelle sezioni speciali istituite presso il Registro delle Imprese. Ecco il dettaglio sulle agevolazioni previste in ambito camerale, societario e fiscale riconosciute dal citato D.L. n. 3/2015 sia per le Start Up innovative che per le PMI innovative.

Leggi dopo

Modalità e termini per l'applicazione del reverse charge

11 Novembre 2015 | di Simonetta La Grutta

Reverse charge

Il meccanismo dell’inversione contabile, o reverse charge, è considerato a livello comunitario, il più efficace strumento di lotta all’evasione dell’IVA. Tale metodo, che pone a carico del cessionario o committente l’obbligo di applicare e “versare” l’imposta all’Erario, è obbligatoriamente applicabile ad un’ampia fattispecie di operazioni soggette ad IVA secondo due metodologie, l’integrazione del documento ricevuto dal fornitore o l’emissione di un’autofattura. Ecco illustrato il dettaglio della disciplina applicabile.

Leggi dopo

Pagine