Guide agli adempimenti

Guide agli adempimenti

La contribuzione Enasarco per il 2016

11 Maggio 2016 | di Raffaele Pellino

Enasarco

Come di consueto, gli agenti e rappresentanti di commercio operanti sul territorio nazionale sono tenuti alla contribuzione Enasarco su tutte le somme spettanti in dipendenza del contratto di agenzia. L’individuazione di tali contributi è differenziata in relazione alla forma di esercizio dell’attività di agenzia. In particolare, per gli agenti che svolgono l’attività in forma di ditta individuale/società di persone, i contributi sono determinati applicando la specifica aliquota (15,10% per il 2016), nel rispetto di un minimale contributivo e di un massimale provvigionale annuo. Invece per le società di capitali (spa/srl) i contributi sono determinati applicando un’aliquota differenziata per scaglioni provvigionali (non è previsto il rispetto del minimale / massimale).

Leggi dopo

Tutte le novità dell'UNICO PF 2016

05 Maggio 2016 | di Francesco Barone

Modello Redditi Persone fisiche

La modulistica relativa all’UNICO PF 2016 presenta delle novità importanti che meritano di essere evidenziate. Un'utile disamina sulle modifiche di interesse per la maggior parte dei contribuenti, alla luce degli ultimi chiarimenti forniti dall'Agenzia delle Entrate nelle Circolari n. 10/E del 4 aprile e n. 12/E dell’8 aprile, in merito ad alcuni aspetti che ne influenzano la compilazione.

Leggi dopo

Riammissione alla rateazione-bis, i chiarimenti delle Entrate

27 Aprile 2016 | di Federico Gavioli

Agenzia delle Entrate, Circolare 22 aprile 2016, n. 13/E

Rateazione

L’Amministrazione finanziaria ha illustrato il dettaglio del salvataggio del piano di rateazione delle somme dovute a seguito di accertamento. Sono interessati dalla novità i contribuenti decaduti nei tre anni antecedenti al 15 ottobre 2015 da piani di dilazione delle somme dovute a seguito della definizione di avviso di accertamento per adesione o acquiescenza. La cd. rateazione-bis trova il fondamento normativo nelle disposizioni contenute nella Stabilità 2016.

Leggi dopo

La cancellazione delle spese di ricerca e pubblicità dal bilancio d'esercizio

21 Aprile 2016 | di Amedeo Mellaro

Bilancio d'esercizio

Nell’alveo delle molteplici innovazioni introdotte dal D.Lgs. n. 139/2015 sui bilanci d’esercizio delle società di capitali, pare opportuno approfondire i principali risvolti contabili e fiscali derivanti dai nuovi criteri di valutazione degli oneri pluriennali, con particolare riguardo ai costi di ricerca e pubblicità. Gli operatori economici ed i loro consulenti, dovranno valutare approfonditamente gli effetti causati dal recepimento della Direttiva europea n. 2013/34, non solo sul bilancio 2016 ma anche su quello 2015, in corso di chiusura.

Leggi dopo

Tutte le novità nell'UNICO SP 2016

13 Aprile 2016 | di Francesco Barone

Modello Redditi Società di persone

È stata modificata la modulistica relativa all’UNICO SP 2016, riguardante il Modello relativo alla dichiarazione dei redditi delle società di persone. Di particolare interesse sono le modifiche riguardanti i quadri RE, RF e RG, in relazione a reddito di lavoro autonomo e reddito d’impresa. Ecco evidenziate le principali novità che impattano, in modo particolare, sulla determinazione dei citati redditi.

Leggi dopo

Lo Spesometro 2016 spiegato nel dettaglio

06 Aprile 2016 | di Grazia Bernardi

Spesometro

Il prossimo 11 aprile - cadendo il 10 di domenica - scade il termine per l’invio dello Spesometro 2016, relativo all’anno 2015, per i contribuenti che liquidano l’IVA mensilmente, mentre il successivo 20 aprile scadrà quello relativo ai contribuenti trimestrali. Un'utile rassegna, anche alla luce delle istruzioni ministeriali, su caratteristiche dell’adempimento, contenuto della comunicazione e modalità di compilazione.

Leggi dopo

Il deposito del bilancio d'esercizio in XBRL

30 Marzo 2016 | di Andrea Fradeani, Mascia Traini

XBRL

La guida evidenzia e commenta le novità in tema di codifica, secondo il formato XBRL, dei conti annuali e consolidati redatti secondo le regole contabili nazionali: la campagna bilanci 2016 si caratterizza, infatti, sia per la nuova tassonomia 2015-12-14 che per un diverso layout di visualizzazione predisposto dal mondo camerale. Il documento vuole supportare aziende e professionisti in un adempimento essenziale quale il deposito, presso il competente Registro delle Imprese, del bilancio d’esercizio 2015.

Leggi dopo

Contenzioso tra Fisco e Sport dilettantistico: le problematiche ancora irrisolte

18 Marzo 2016 | di Maurizio Mottola

Associazioni e società sportive dilettantistiche

Non sono poche le fattispecie sovente oggetto di contestazione, e quindi di contenzioso, tra sodalizi sportivi dilettantistici e Amministrazione finanziaria. Le problematiche non ancora definitamente risolte sono relative alla distinzione tra attività sportive e attività commerciali, alla deducibilità delle spese di sponsorizzazione e agli obblighi di tracciabilità delle movimentazioni finanziarie. Non mancano argomentazioni a favore o contrarie supportate da recenti pronunciamenti giurisprudenziali.

Leggi dopo

Le novità dell'UNICO SC 2016

11 Marzo 2016 | di Francesco Barone

Modello Redditi Società di capitali

Il Modello UNICO SC 2016 recepisce le novità legislative emanate nel corso dell’anno 2015 e negli anni precedenti. Alcuni quadri, quindi, sono stati aggiornati al fine di mettere gli operatori nelle condizioni di indicare le operazioni che sono state eseguite nel periodo d’imposta 2015. Il riferimento è, per esempio, alla normativa riguardante l’utilizzo dei beni intangibili (Patent box), piuttosto che quella attinente al maggior valore delle quote di ammortamento o dei canoni di locazione finanziaria ovvero quella relativa al riconoscimento del credito d’imposta per redditi prodotti all'estero e per imposte assolte dalle controllate estere.

Leggi dopo

Il visto di conformità ed il Modello IVA 2016

04 Marzo 2016 | di Raffaele Pellino

Visto di conformità

Anche quest’anno il visto di conformità sul Modello IVA ha la duplice finalità di consentire la compensazione orizzontale del credito IVA per importi superiori a € 15.000 nonché l’accesso al rimborso del credito IVA che risulti di importo superiore a € 15.000 per i soggetti “non a rischio”, al fine di evitare la prestazione di garanzia. Il visto di conformità può essere rilasciato esclusivamente da un soggetto abilitato iscritto nell’apposito elenco tenuto presso la DRE competente. In particolare, per poter “contare” sull’iscrizione senza soluzione di continuità, il certificatore deve consegnare alla competente DRE il rinnovo della polizza assicurativa.

Leggi dopo

Pagine