Pianeta IVA di Renato Portale

Pianeta IVA di Renato Portale

Cessione intracomunitaria con lavorazione dubbia se il cessionario è identificato nel Paese di trasformazione

26 Novembre 2018 | di Renato Portale

Triangolazioni IVA

La cessione intracomunitaria di beni che prima di essere trasferiti al cessionario subiscono lavorazioni/trasformazioni da parte di un soggetto terzo residente in un altro Paese UE per conto del cessionario/committente, si ritiene effettuata nei confronti della partita IVA attribuita dallo Stato UE di destinazione finale ove ha sede il cessionario/committente. Ciò anche nel caso in cui il cessionario/committente sia identificato, oltre che nel Paese di destinazione, anche in quello dove viene effettuata la lavorazione/trasformazione dei beni acquistati. Questa la sintesi del principio di diritto n. 10, pubblicato dall’Agenzia delle entrate il 2 novembre 2018 e avente ad oggetto l’ambito di applicazione dell’articolo 41, comma 1, lettera a) del D.L. n. 331/93, in tema di cessioni intracomunitarie di beni che subiscono una lavorazione in uno Stato membro diverso da quello di destinazione.

Leggi dopo

Rettifiche da transfer pricing irrilevanti ai fini IVA in assenza di un nesso diretto con la prestazione

21 Novembre 2018 | di Renato Portale

Transfer pricing

Gli aggiustamenti da transfer pricing, versati da una società multinazionale ad una consorella per adeguarne la remunerazione al profitto di libera concorrenza, non sono rilevanti ai fini IVA in quanto non rappresentano il corrispettivo per una specifica prestazione di fare, non fare o permettere. Gli stessi non possono nemmeno essere considerati come variazioni in aumento o in diminuzione della base imponibile, data l’assenza di un legame diretto tra tali aggiustamenti e le singole operazioni effettuate dalla società. Questi i principi stabiliti nella Risposta n. 60 del 2 novembre 2018, avente ad oggetto l’interpretazione degli articoli 3 e 13 del DPR n. 633/72 sul trattamento ai fini IVA degli aggiustamenti da transfer pricing. Secondo l’Agenzia, che ha richiamato il Working paper della Commissione UE n. 923 del 28 febbraio 2017, l’imponibilità IVA ricorre solo quando esistente un legame diretto tra i predetti contributi/aggiustamenti corrisposti tra le parti e le singole cessioni di beni effettuate tra le medesime.

Leggi dopo

Il Gruppo IVA 2019: effetti, rimborso e vantaggi

25 Ottobre 2018 | di Renato Portale

IVA di gruppo

Attraverso la costituzione del Gruppo IVA due o più soggetti perdono la propria soggettività individuale e vengono considerati come un unico soggetto passivo. Dopo aver esaminato nel primo intervento i requisiti per costituire il Gruppo e l’esercizio dell’opzione, di seguito vengono analizzati alcuni aspetti che caratterizzano il nuovo regime, che sarà operativo dal 1° gennaio 2019 per le opzioni esercitate prima del 15 novembre 2018.

Leggi dopo

Il Gruppo IVA 2019: requisiti ed esercizio dell’opzione

16 Ottobre 2018 | di Renato Portale

IVA di gruppo

Il 15 novembre 2018 scade il termine di presentazione della dichiarazione per costituire il “Gruppo IVA”, nuovo soggetto passivo disciplinato dagli articoli da 70-bis a 70-doudecies del D.P.R. n. 633 del 1972. Il Gruppo IVA è un regime introdotto, di fatto a decorrere dal 1° gennaio 2019, a seguito del recepimento dell’articolo 11 della Direttiva 2006/112/CE da parte della Legge 11 dicembre 2016, n. 232 c.d. Legge di bilancio 2017, e segue specifiche regole comunitarie. Esso è stato adottato già in altri 16 Stati membri dell’UE, ultimo dei quali il Lussemburgo che lo ha introdotto dal 31 luglio 2018. Il regime si affianca ed è differente e alternativo al regime dell’«IVA di gruppo», già previsto nel nostro ordinamento e contenuto all’articolo 73 dello stesso Decreto n. 633/72.

Leggi dopo

Trasporto urbano di persone – Esenzione anche per i taxi acquei

27 Settembre 2018 | di Renato Portale

Agenzia delle Entrate, Risoluzione 5 luglio 2018, n. 50/E

IVA

È esente dall’IVA il trasporto urbano di passeggeri effettuato mediante imbarcazioni con portata fino a 20 persone in un Comune, come Venezia, nel quale è possibile unicamente il servizio via acqua, perché non esiste, come alternativa, quello su strada. Questo il principio contenuto nella Risoluzione n. 50/E del 5 luglio 2018 che chiarisce il corretto trattamento fiscale applicabile al trasporto mediante l’utilizzo di natanti.

Leggi dopo

Legge europea 2018: trasporti di beni in importazione con esenzione IVA e nuovi termini per la notifica di obbligazioni doganali

14 Settembre 2018 | di Renato Portale

IVA

Il Consiglio dei Ministri ha approvato in via preliminare il disegno di legge relativo alla Legge europea 2018 che contiene modifiche all’attuale disciplina relativa ai trasporti dei beni in importazione. La nuova norma prevede un’estensione generalizzata della non imponibilità per i servizi connessi al trasporto, a prescindere dal valore delle spedizioni ad essi connesse, purché il corrispettivo sia incluso nella base imponibile determinata in dogana ancorché la medesima non sia «assoggettata» all’imposta. Lo stesso disegno di legge contiene la modifica del termine di prescrizione per la notifica dell’obbligazione doganale sorta a seguito di un comportamento penalmente rilevante, elevandolo a sette anni contro il termine di tre anni attualmente in vigore.

Leggi dopo

Manutenzione ordinaria e straordinaria: beni significativi e parti staccate con IVA al 10%

25 Luglio 2018 | di Renato Portale

Agenzia delle Entrate, Circolare 12 luglio 2018, n. 15/E

Ristrutturazioni edilizie

La Legge di Bilancio 2018 ha fornito un’interpretazione autentica sull’applicazione dell’aliquota IVA agevolata per la fornitura di beni significativi nell’ambito dei lavori di manutenzione immobiliare. In particolare, la Legge ha definito i criteri per la determinazione del valore dei beni significativi, per l’inclusione delle parti staccate nel suddetto valore e per le modalità di fatturazione. L’Agenzia delle Entrate, con la successiva Circolare n. 15/E del 12 luglio 2018, è intervenuta fornendo alcuni chiarimenti.

Leggi dopo

I nuovi chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate dopo la proroga della e-fattura per i carburanti

13 Luglio 2018 | di Renato Portale

D.L. 28 giugno 2018, n. 79
Agenzia delle Entrate, Circolare 2 luglio 2018, n. 13/E

Fattura elettronica e semplificata

Il D.L. 79 del 28 giugno 2018 ha rinviato al 1° gennaio 2019 l’obbligo di emettere la fattura elettronica per le cessioni di benzina e gasolio presso gli impianti di distribuzione stradale e ha mantenuto sino al 31 dicembre 2018 la possibilità di utilizzare la scheda carburante per poter operare la detrazione dell’IVA, che resta però possibile solo con il pagamento tracciabile. Restano invece assoggettati alla fattura elettronica dal 1° luglio le cessioni di carburanti effettuate negli stadi anteriori, con imprese petrolifere, grossisti o intermediari. Alla luce di tale proroga e delle richieste di chiarimenti, l’Agenzia delle Entrate ha emanato la Circolare n. 13/E del 2 luglio 2018, mantenendo la formula “domanda e risposta”.

Leggi dopo

Osservatorio Corte UE

09 Luglio 2018 | di Renato Portale

IVA

Disponibile la rassegna dei procedimenti instaurati innanzi alla Corte UE in materia di IVA dal 2010 ad oggi. Nella selezione curata da Renato Portale, si espone una sintesi di argomenti e gli articoli interni di riferimento del D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 633 o D.L. 30 agosto 1993, n. 331. In un quadro temporale sempre aggiornato, vengono poi evidenziate le questioni pregiudiziali sollevate dal giudice nazionale o le procedure d’infrazione avviate dalla Commissione.

Leggi dopo

Fattura elettronica dal 2019, tutti gli adempimenti

20 Giugno 2018 | di Renato Portale

Agenzia delle Entrate, Provvedimento 13 giugno 2018, n. 117689
Agenzia delle Entrate, Provvedimento 30 aprile 2018, n. 89757

Fattura elettronica e semplificata

La Legge di Bilancio 2018 ha introdotto, a partire dal 1° gennaio 2019, l’obbligo di fatturazione elettronica per tutte le operazioni B2B e B2C che intercorrono tra soggetti residenti, stabiliti o identificati in Italia, con esclusione dei contribuenti in regime di vantaggio e in regime forfettario. Il successivo Provvedimento n. 89757 del 30 aprile scorso ha definito le regole tecniche per l’emissione, la trasmissione e la ricezione delle fatture elettroniche, il ruolo svolto dagli intermediari ed il sistema di conservazione messo a disposizione gratuitamente dall’Agenzia delle Entrate. Tutto quanto c'è da sapere sulla nuova disciplina.

Leggi dopo

Pagine