Pianeta IVA di Renato Portale

Pianeta IVA di Renato Portale su Split payment

Split payment: novità sui soggetti esclusi, sanzioni e altri chiarimenti

16 Novembre 2017 | di Renato Portale

Split payment

Nuove fattispecie escluse dello split payment, nessuna sanzione per gli errori commessi fino al 6 novembre anche se l’imposta è stata assolta irregolarmente, contabilità di cassa è inoperante nelle ipotesi di scissione dei pagamenti, inefficacia giuridica per l’eventuale attestazione rilasciata dall’acquirente. Queste alcune delle novità contenute nella Circolare n. 27/E, pubblicata dell’Agenzia delle Entrate lo scorso 7 novembre.

Leggi dopo

Split payment: obblighi e adempimenti delle amministrazioni pubbliche e dei soggetti “affidabili”

24 Luglio 2017 | di Renato Portale

Split payment

La “scissione dei pagamenti” (o anche “split payment”) anticipa, con modalità diverse, quanto previsto nel «libro verde» sul futuro dell’IVA emesso dalla Commissione UE il 1° dicembre 2010 [atto COM(2010) 695]. L’istituto riflette la stessa logica del reverse charge, ovvero il trasferimento dell’onere di versamento dell’imposta dal fornitore all’acquirente, ma si differenzia da questo in quanto il regime dello split payment determina «un trasferimento in termini di obbligo di versamento che non comporta la traslazione della soggettività passiva» che resta in capo al fornitore (Risoluzione n. 75/E del 14 settembre 2016). Inoltre, mentre il meccanismo del reverse charge è applicabile solo se il cessionario o il committente agiscono in veste di soggetti passivi di imposta, il meccanismo dello split payment trova applicazione sia per gli acquisti effettuati in relazione alla sfera non commerciale sia per quelli inerenti all’attività di impresa.

Leggi dopo

Split payment, norma contro l’evasione accordata dalla UE

18 Luglio 2017 | di Renato Portale

Split payment

Come misura di contrasto all’evasione IVA, la L. n. 190 del 2014 ha inserito il nuovo articolo 17-ter che ha introdotto nell’ordinamento nazionale il meccanismo della «scissione dei pagamenti» (c.d. «split payment») riferito alle cessioni e prestazioni effettuate dalle imprese nei confronti della P.A. La disposizione, che nella sua stesura originaria non si applicava ai compensi soggetti alla ritenuta alla fonte a titolo di imposta sul reddito (esercenti arti e professioni, agenzie di intermediazione, concessioni di brevetti, ecc.), sebbene fosse subordinata all’autorizzazione della UE, è stata resa immediatamente esecutiva dal 1º gennaio 2015. Dopo i decreti attuativi, i primi chiarimenti sono stati forniti con la Circolare n. 1/E del 9 febbraio 2015, cui hanno fatto seguito le Circolari n. 6/E del 19 febbraio 2015 e n. 15/E del 13 aprile 2015. La Decisione (UE) 2015/1401, approvata il 14 luglio 2015, ha dato via libera alla richiesta dell’Italia solo come misura temporanea e l’autorizzazione è stata accordata limitatamente al periodo 1° gennaio 2015 - 31 dicembre 2017.

Leggi dopo

La scissione dei pagamenti tra adempimenti e incertezza

14 Luglio 2015 | di Renato Portale

Split payment

Dopo la Nota del 12 giugno scorso della Commissione UE con la quale è stata proposta l'accettazione della richiesta dell'Italia di applicare il nuovo meccanismo della «scissione dei pagamenti» solo come misura temporanea per affrontare una specifica tipologia di frode all'IVA, e la Circolare n.15/E del 13 aprile, è possibile delineare il dettaglio della disciplina applicabile: dall'osservanza di obblighi e adempimenti connessi ai soggetti passivi fornitori alla regolarizzazione dei pagamenti con eventuali note di variazione. Non si manca di segnalare un'incertezza complessiva della materia.

Leggi dopo

Disco verde dalla Commissione UE e istruzioni fornite dall’Agenzia delle Entrate

26 Giugno 2015 | di Renato Portale

Split payment

Il 12 giugno la Commissione europea ha proposto che il Consiglio dia il via libera alla richiesta dell'Italia di applicare il nuovo meccanismo della «scissione del pagamento dell'IVA», solo come misura temporanea per affrontare uno specifico tipo di frode all'IVA. Ora spetta agli Stati membri esaminare la proposta della Commissione che deve essere adottata all'unanimità. Ecco il punto sulle istruzioni già rese dall'Amministrazione finanziaria con la Circolare n.15/E del 13 aprile scorso.

Leggi dopo

Lo Split Payment verso gli Enti Pubblici

24 Febbraio 2015 | di Renato Portale

D.M. 20 febbraio 2015

Split payment

La Legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge di Stabilità 2015) ha introdotto il nuovo art. 17-ter al D.P.R. n. 633/1972 per le operazioni effettuate nei confronti delle Pubbliche Amministrazioni. La disposizione, che in una prima stesura del provvedimento era stata subordinata all’autorizzazione della UE, è stata resa immediatamente esecutiva dal 1° gennaio 2015 e persegue la finalità di arginare l’evasione e di ridurre il rischio di frodi nel settore dell’IVA. Ecco il dettaglio della nuova disciplina anche alla luce delle recentissime novità apportate dal Decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze del 20 febbraio scorso.

Leggi dopo