Pianeta IVA di Renato Portale

Pianeta IVA di Renato Portale

La fattura elettronica fra “privati”

25 Gennaio 2017 | di Renato Portale

Fattura elettronica e semplificata

La nuova “Comunicazione dati delle fatture emesse e ricevute”, introdotta dal D.L. n. 193 del 2016 (Collegato alla Legge di Bilancio 2017) come obbligo trimestrale a partire dal 1° gennaio 2017 per tutti i contribuenti IVA (diversa, quindi dalla «trasmissione telematica delle fatture» prevista come opzionale dal D.Lgs. n. 127/2015), ha prodotto tutta una serie di agevolazioni e cancellazione “a regime” di obblighi dichiarativi previsti fino al 2016, tali da poter dire che sono superate o almeno limitate le agevolazioni concesse per i contribuenti che optano per la fatturazione elettronica, rendendo così meno “appetibile” sia la «fatturazione elettronica» (art. 1, comma 1 e 2 del D.Lgs. n. 127/2015) che la «trasmissione telematica dei dati delle fatture emesse e ricevute» (art. 1, comma 3 stesso D.Lgs.). L'articolo analizza i reali vantaggi per chi opta solo per la fatturazione elettronica: appaiono notevolmente ridotti se non, addirittura, annullati.

Leggi dopo

Manuale IVA: tra tradizione e nuove modalità di fruizione, è disponibile l'Edizione 2017

23 Gennaio 2017 | di La Redazione

Locandina Venezia.pdf

Giuffrè editore

Caposaldo per l'approfondimento di ogni tematica correlata all'IVA, il Manuale di Renato Portale è disponibile nell'edizione 2017. Alla versione cartacea, si affianca da quest'anno la modalità estesa ed aggiornata all'interno di Banca Dati Più. L'Autore, a partire da mercoledì 25/1, inaugura una serie di incontri - a partecipazione gratuita - di dibattito sulle ultime novità legislative, nazionali e comunitarie.

Leggi dopo

Società di commercio automobili che concede finanziamenti alle controllate: operazioni "accessorie" escluse dal pro-rata

21 Dicembre 2016 | di Renato Portale

Pro-rata di detraibilità IVA

La sentenza del 14 dicembre 2016, relativa alla causa Mercedes Benz Italia Spa C-378/15, interviene in ordine al pro-rata di detrazione per il recupero dell’IVA in presenza di operazioni attive promiscue (imponibili con diritto a detrazione ed esenti senza diritto a detrazione) e al concetto di operazioni «accessorie» eventualmente da escludere dal calcolo del pro-rata. La sentenza interessa specificatamente la legislazione italiana e, in particolare, gli artt. 19, comma 5 e 19-bis del D.P.R. n. 633/1972. Essa, inoltre, si evidenzia perché non accoglie le conclusioni dell’Avvocato Generale presentate il 29 giugno 2016 e, nella sostanza, legittima il testo adottato dal legislatore italiano e l’interpretazione assunta dall’Amministrazione finanziaria nazionale.

Leggi dopo

Cessione intracomunitaria “assimilata” senza numero di identificazione

30 Novembre 2016 | di Renato Portale

Operazioni con l’estero

L’Amministrazione finanziaria non può negare la non imponibilità/esenzione ad una cessione intracomunitaria “assimilata” sulla base del mancato acquisto preventivo del numero di identificazione IVA da parte del soggetto passivo nello Stato membro di destinazione. Ciò vale solo in assenza di indizi seri che rivelino: 1) la sussistenza di una frode, 2) il mancato trasporto della merce nello Stato di destinazione; 3) la mancanza degli altri requisiti per l’esenzione.

Leggi dopo

Aggiornamento Manuale IVA 2016 - ottobre

28 Ottobre 2016 | di Renato Portale

IVA

Mantenendo l'ordine sistematico della trattazione esposta sul Manuale IVA, Renato Portale aggiorna i lettori sulle principali novità intercorse nell'ultimo mese. Nel nuovo appuntamento, ogni istituto - descritto alla luce dei recenti interventi normativi, giurisprudenziali o di prassi e con link interattivi alla Banca Dati Più - viene illustrato indicando l'articolo di afferenza della disciplina IVA (D.P.R. 633/1972 e D.L. 331/1993) e il riferimento puntuale al Volume cartaceo. L’Autore, sul sito www.studioportale.com nella sezione “IVA oggi”, riporta quotidianamente gli adeguamenti ai singoli paragrafi e ai casi risolti degli articoli interessati, con il richiamo alle pagine del prodotto e gli allegati dei documenti sopraggiunti.

Leggi dopo

Servizi su beni immobili e territorialità, le novità in vigore dal 2017

28 Ottobre 2016 | di Renato Portale

Immobili

Dal 1° gennaio 2017 entra in vigore il Regolamento UE che definisce quali servizi abbiano o meno natura immobiliare per la corretta individuazione del paese di tassazione. I nuovi articoli 31-bis e 31-ter del Regolamento n. 282/2011 riguardano la territorialità dell’IVA e, con riferimento ai servizi immobiliari, richiedono sempre l’esistenza di un «nesso sufficientemente diretto» tra i servizi e i beni stessi.

Leggi dopo

CGUE e confini di assoggettabilità IVA per le società semplici

13 Ottobre 2016 | di La Redazione

CGUE, sentenza 12 ottobre 2016, causa C-340_15

Regime forfettario

Con la sentenza depositata ieri, relativa alla causa C-140/15, la Corte di Giustizia dell’Unione Europea ha precisato che vanno considerate imprese indipendenti assoggettate all’imposta sul valore aggiunto diverse società semplici.

Leggi dopo

Cessioni IVA, in assenza di fattura l'Amministrazione può determinare la base imponibile

06 Ottobre 2016 | di La Redazione

CGUE, sentenza 5 ottobre 2016, C-576_15

IVA

In assenza nel magazzino di un soggetto passivo, delle merci ad esso fornite ed in mancanza di registrazione dei documenti fiscali ad esse relativi, l’Amministrazione fiscale può presumere che tale soggetto abbia successivamente venduto le merci a terzi e determinare la base imponibile delle vendite in funzione degli elementi di fatto di cui essa dispone. Questo quanto affermato dalla Corte di Giustizia UE, con la sentenza di ieri relativa alla causa C-576/15.

Leggi dopo

Plasma di sangue umano trasformato e utilizzato a fini industriali: limiti all'esenzione IVA

06 Ottobre 2016 | di La Redazione

CGUE 5 ottobre 2016, causa C-412/15

IVA

L’articolo 132, paragrafo 1, lettera d), della direttiva IVA 2006/112/CE, va interpretato nel senso che le cessioni di sangue umano che gli Stati membri sono tenuti ad esentare non comprendono le cessioni di plasma ottenuto a partire dal sangue umano, quando tale plasma non è destinato direttamente a scopi terapeutici, bensì alla produzione di medicinali. Questo il principio di diritto della sentenza, relativa alla Causa C‑412/15, depositata ieri.

Leggi dopo

Dichiarazione omessa e ripresa del credito

05 Ottobre 2016 | di Renato Portale

Omessa dichiarazione

È possibile riportare a nuovo un credito IVA derivante da una dichiarazione omessa al più tardi con la dichiarazione relativa al secondo anno successivo a quello in cui il diritto è sorto, se e nella misura in cui sia dimostrata l’effettività del credito stesso. Inoltre, è consentito chiedere il rimborso con la procedura prevista per l’indebito oggettivo e l’Ufficio può disconoscere il credito IVA riportato a nuovo con la procedura automatizzata dell’iscrizione a ruolo (con preventivo “avviso bonario”) senza che sia necessario procedere alla notifica di un avviso di accertamento. Questi sono gli importanti «principi di diritto» enunciati dalla Cassazione con due recenti sentenze «gemelle» in merito alla legittimità del recupero dell’IVA da parte del contribuente e alla correttezza dell’atto impositivo che può attivare l’Ufficio, legittimato ad impiegare le disposizioni ex art. 54-bis, D.P.R. n. 633/72.

Leggi dopo

Pagine