Pianeta IVA di Renato Portale

Pianeta IVA di Renato Portale

I rimborsi IVA con garanzia

31 Luglio 2015 | di Renato Portale

Rimborso IVA

Il cd. Decreto Semplificazioni (D.Lgs. n. 175/2014), per tagliare i tempi troppo lunghi dei rimborsi annuali IVA, ha riscritto l'art. 38-bis del D.P.R. n. 633/1972, ridefinendo i contorni della disciplina applicabile. In buona sostanza secondo le nuove disposizioni i «contribuenti a rischio» devono sempre presentare le garanzie, mentre quelli non a rischio possono scegliere di presentare una particolare garanzia in luogo dell’apposizione del visto di conformità (o della sottoscrizione alternativa) e della dichiarazione sostitutiva.

Leggi dopo

La scissione dei pagamenti tra adempimenti e incertezza

14 Luglio 2015 | di Renato Portale

Split payment

Dopo la Nota del 12 giugno scorso della Commissione UE con la quale è stata proposta l'accettazione della richiesta dell'Italia di applicare il nuovo meccanismo della «scissione dei pagamenti» solo come misura temporanea per affrontare una specifica tipologia di frode all'IVA, e la Circolare n.15/E del 13 aprile, è possibile delineare il dettaglio della disciplina applicabile: dall'osservanza di obblighi e adempimenti connessi ai soggetti passivi fornitori alla regolarizzazione dei pagamenti con eventuali note di variazione. Non si manca di segnalare un'incertezza complessiva della materia.

Leggi dopo

Disco verde dalla Commissione UE e istruzioni fornite dall’Agenzia delle Entrate

26 Giugno 2015 | di Renato Portale

Split payment

Il 12 giugno la Commissione europea ha proposto che il Consiglio dia il via libera alla richiesta dell'Italia di applicare il nuovo meccanismo della «scissione del pagamento dell'IVA», solo come misura temporanea per affrontare uno specifico tipo di frode all'IVA. Ora spetta agli Stati membri esaminare la proposta della Commissione che deve essere adottata all'unanimità. Ecco il punto sulle istruzioni già rese dall'Amministrazione finanziaria con la Circolare n.15/E del 13 aprile scorso.

Leggi dopo

L'introduzione di beni e le altre novità sui chiarimenti forniti dall'Amministrazione

16 Giugno 2015 | di Renato Portale

Depositi IVA

La Circolare n. 12/E delle Entrate del 12 marzo scorso ha fornito istruzioni dettagliate per la gestione dei depositi IVA. Ecco evidenziate le novità su introduzione dei beni, registrazioni dopo l’estrazione e base imponibile, estrazione di beni che restano in Italia, passaggio da un deposito all’altro e prestazioni di servizi su beni giacenti nei depositi.

Leggi dopo

Il punto delle Entrate a seguito della Circolare 12/E

27 Maggio 2015 | di Renato Portale

Depositi IVA

Sono finalmente arrivate le istruzioni dettagliate per la gestione dei depositi IVA, introdotti in Italia dalla Legge n. 28/1997 ed inseriti all’art. 50-bis nel D.L. 331/1993, relativo agli scambi intracomunitari. Nel corso dei 18 anni dalla istituzione sono intervenute diverse modifiche legislative, numerose risoluzioni ministeriali, una pluralità di note e circolari delle Dogane e, recentemente, la sentenza della Corte UE del 17 luglio 2014 relativa alla Causa Equoland C- 273/13.

Leggi dopo

L'inversione contabile e i casi particolari IVA

05 Maggio 2015 | di Renato Portale

Reverse charge

La Circolare delle Entrate n. 14/E del 27 marzo scorso ha fatto (anche) luce sui rapporti tra il meccanismo del reverse charge e gli altri istituti contenuti nella disciplina IVA. Il punto dell'Amministrazione finanziaria su split payment e società consorziate, IVA per cassa e nuovo regime forfetario, fino alla individuazione dei soggetti esonerati dall’applicazione dell'inversione contabile.

Leggi dopo

I codici ATECO guidano l'inversione contabile

21 Aprile 2015 | di Renato Portale

Reverse charge

Il reverse charge, come noto, è quel particolare meccanismo di applicazione dell’IVA per effetto del quale il destinatario di una cessione di beni o prestazione di servizi, se soggetto passivo nel territorio dello Stato, è tenuto all'assolvimento dell'imposta in luogo del cedente o prestatore. Secondo l'Amministrazione finanziaria, in particolare, occorre far riferimento ai codici di attività ATECO 2007 per individuare l’ambito oggettivo delle nuove ipotesi di inversione contabile previste a partire dal 2015.

Leggi dopo

Manutenzione ordinaria e straordinaria su fabbricati abitativi

01 Aprile 2015 | di Renato Portale

Ristrutturazioni edilizie

Secondo quanto chiarito dalla Risoluzione n. 25/E del 6 marzo scorso la fornitura di infissi rientra tra i beni significativi sia se gli stessi siano riconducibili ad un contratto di appalto, sia nel caso in cui le operazioni poste in essere siano riconducibili ad un contratto di cessione con posa in opera. In entrambe le ipotesi l’aliquota IVA agevolata è applicabile al valore degli infissi costruiti dall’azienda installatrice entro i limiti previsti per i “beni significativi”. A questo riguardo il suddetto valore, pur nel rispetto dell’autonomia contrattuale della parti, ex art. 13, D.P.R. n. 633/72, deve tener conto di tutti gli oneri che concorrono alla produzione dei suddetti beni significativi e, dunque, sia delle materie prime che della manodopera impiegata per la produzione degli stessi. Ecco il dettaglio della disciplina dei servizi resi sui fabbricati abitativi.

Leggi dopo

L'IVA ridotta negli e-book

20 Marzo 2015 | di Renato Portale

Corte UE, 5 marzo 2015, C- 479_2013

IVA

La Corte di Giustizia ha bocciato la normativa vigente in Francia e in Lussemburgo che prevede, per i libri digitali, la stessa aliquota IVA ridotta prevista per i libri cartacei. I giudici hanno confermato la tesi della Commissione europea che sosteneva la non conformità delle due legislazioni nazionali con le prescrizioni della Direttiva IVA. A questo punto anche per l’Italia, che con la Legge di Stabilità 2015 ha adottato una normativa analoga, la strada è tutta in salita e non può che sfociare in una declaratoria di illegittimità. L’unica soluzione per mantenere l’aliquota agevolata, a questo punto, può solamente passare per una modifica della norma comunitaria, modifica chiesta a gran voce dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, dagli editori nazionali e dalle altre associazioni europee ed internazionali. Secondo queste associazioni, infatti, un libro è comunque un libro, sia su un supporto fisico che in formato digitale e la normativa comunitaria deve tenerne conto. Una diversa soluzione, infatti, sarebbe un serio ostacolo al progresso tecnologico e contraddirebbe la stessa Commissione Europea che nel suo programma di lavoro ha affermato che “le barriere al digitale sono barriere all’occupazione, alla crescita e al progresso”.

Leggi dopo

Lo Split Payment verso gli Enti Pubblici

24 Febbraio 2015 | di Renato Portale

D.M. 20 febbraio 2015

Split payment

La Legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge di Stabilità 2015) ha introdotto il nuovo art. 17-ter al D.P.R. n. 633/1972 per le operazioni effettuate nei confronti delle Pubbliche Amministrazioni. La disposizione, che in una prima stesura del provvedimento era stata subordinata all’autorizzazione della UE, è stata resa immediatamente esecutiva dal 1° gennaio 2015 e persegue la finalità di arginare l’evasione e di ridurre il rischio di frodi nel settore dell’IVA. Ecco il dettaglio della nuova disciplina anche alla luce delle recentissime novità apportate dal Decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze del 20 febbraio scorso.

Leggi dopo

Pagine