Quesiti Operativi

Quesiti Operativi

Fatture in split payment

22 Marzo 2019

Split payment

Un'azienda speciale comunale (farmacia) riceve le fatture di acquisto in split payment. I fornitori sono pagati solo per la parte imponibile mentre l'imposta viene versata il 16 del mese successivo al pagamento della fattura con codice tributo 6041. La farmacia, in dettaglio, conteggia il debito/credito IVA mensilmente sommando l'imposta sui corrispettivi e sulle fatture emesse e da tale somma viene detratta l'imposta sulle fatture dei fornitori in split payment. È corretto questo modus procedendi oppure tale imposta risulta essere indetraibile?

Leggi dopo

Cessione di quote in SNC

21 Marzo 2019

SNC

In una SNC è valida la cessione di quote curata dal commercialista?

Leggi dopo

Fattura in attesa di elaborazione da parte dello SdI

20 Marzo 2019

Fattura elettronica tra privati

La fattura elettronica di acquisto non può essere registrata in contabilità fino a quando non risulta consegnata dallo SdI e, in caso di mancata consegna, fino a quando non viene visualizzata sul portale fatture e corrispettivi dell'agenzia. Invece, in ipotesi di fattura emessa (sia essa immediata o differita), la registrazione può essere fatta a partire dalla data di emissione o bisogna aspettare la trasmissione o l'avvenuta elaborazione da parte dello SdI?

Leggi dopo

Distribuzione di utili in SAS

19 Marzo 2019

SAS

Una SAS in contabilità semplificata, avente come oggetto sociale la distribuzione di carburante, registra una perdita di esercizio costante per via della detrazione forfettaria e ammortamento medio negli ultimi sette anni di circa 21.000,00 euro. Il c/c bancario della società è in attivo con un saldo di circa 150.000,00 euro. I soci possono prelevare e ripartire tale somma? Sarebbe soggetta a tassazione?

Leggi dopo

IVA a credito da recuperare

18 Marzo 2019

Modello IVA

Un contribuente nel 2018 non ha versato l’IVA di due trimestri, per questo ha ricevuto gli avvisi bonari che ha rateizzato in cinque anni, l’ultimo trimestre, però, chiude con un credito. In sede di dichiarazione IVA, compilando il rigo VL30, l’importo dell’IVA non versata è superiore al credito IVA dell’ultimo trimestre, per questo motivo alla chiusura della dichiarazione non viene evidenziato il credito dell’ultimo trimestre. Si chiede quale possa essere la sorte di questo credito e come il contribuente possa recuperarlo quando avrà completato il pagamento degli avvisi bonari.

Leggi dopo

Ritardata certificazione di credito d'imposta e quadro RU

15 Marzo 2019

Credito d'imposta per la ricerca e sviluppo

Una società ottiene dal revisore il 7 novembre dello scorso anno la certificazione relativa al credito di imposta spettante per investimenti in attività di R&S ai sensi della Legge n.190/2014, per costi sostenuti nel 2017. La norma, come noto, richiede l'indicazione nel quadro RU del modello UNICO relativo al periodo di imposta in cui sono stati sostenuti e realizzati gli investimenti. Essendo intervenuta l'attestazione di effettività delle spese in data successiva al termine ordinario per l'invio del modello UNICO 2018, non si vede alternativa che procedere con una dichiarazione integrativa a correzione dello stesso pur tempestivamente inviato. È corretto questo modo di procedere?

Leggi dopo

Versamento saldo IVA con ravvedimento

14 Marzo 2019

Ravvedimento operoso

Un contribuente sceglie di versare il saldo IVA a rate partendo dal 16 marzo. Alla sua scadenza naturale però la prima rata non viene versata. È possibile sanare tale omissione eseguendo il pagamento della prima rata con ravvedimento operoso entro i termini di scadenza della rata successiva? Oppure è tenuto a prendere in considerazione le scadenze successive 30 giugno o 20 agosto?

Leggi dopo

Detraibilità IVA delle spese di trasporto

13 Marzo 2019

IVA

Una impresa individuale che acquisti un biglietto aereo per una tratta italiana a nome del titolare, passeggero del volo, può detrarre l'IVA sull'acquisto?

Leggi dopo

Fatture elettroniche per fisioterapista

12 Marzo 2019

Fattura elettronica tra privati

Dal 1° gennaio di quest'anno un fisioterapista elabora fatture elettroniche nei confronti dei pazienti. Con riferimento alla FAQ n. 59 del 26 febbraio scorso l'interessato può continuare ad emettere fatture elettroniche o è "vietato", dovendo emetterne solo in formato cartaceo? E per le fatture elettroniche già emesse?

Leggi dopo

Autofattura e SDI

11 Marzo 2019

Autofattura

Nel caso di fattura ricevuta con esenzione IVA ex art.17, co. 6, lett. a)-ter, D.P.R. n. 633/72 (in reverse charge), è necessario emettere autofattura mediante l'invio di una fattura elettronica allo SdI o è possibile emettere un documento interno cartaceo?

Leggi dopo

Pagine