Quesiti Operativi

Quesiti Operativi

Bilancio preventivo delle associazioni

29 Gennaio 2018

Associazioni e società sportive dilettantistiche

Il Codice civile non prevede alcun adempimento rispetto al bilancio preventivo di una associazione sportiva. Pertanto, tale adempimento, non obbligatorio in genere, si deve invece alle regole fissate dallo statuto. Ci si chiede se anche fiscalmente non sia obbligatorio, se non previsto dallo Statuto.

Leggi dopo

Contabilizzazione di acquisto di crediti tributari

26 Gennaio 2018

Sopravvenienze e insussistenze

Una SRL ha acquistato, al prezzo di euro 77.000, due crediti pro soluto: il primo è un credito tributario IRES di euro 105.000 ed il secondo è un insieme di crediti commerciali pari a euro 363.000. Cosa occorre contabilizzare? Come si rileva contabilmente l'acquisizione di detti crediti e il pagamento dei 77.000? La differenza tra la quota risultante dalla somma dei due crediti (105.000+363.000) e quanto pagato (77.000) va rilevata come una sopravvenienza?

Leggi dopo

Regolarizzazione di compensazione in eccesso

25 Gennaio 2018

Dichiarazioni correttive, integrative e omesse

In sede di dichiarazione UNICO 2017 è emerso un credito INPS in gestione separata che è stato utilizzato in compensazione F24 con altri tributi (saldo IRPEF). Successivamente si è reso necessario presentare una dichiarazione integrativa a sfavore del contribuente, dalla quale è emerso un credito INPS in gestione separata inferiore a quello utilizzato in compensazione. Come si può regolarizzare la compensazione in eccesso?

Leggi dopo

Avviso bonario e successive dichiarazioni integrative

24 Gennaio 2018

Dichiarazioni correttive, integrative e omesse

Un contribuente riceve un avviso bonario dal quale risulta un maggior credito per l'anno 2014. Per poterlo scontare occorre presentare la dichiarazione integrativa nel 2015 per il 2014 e, di conseguenza, anche quella relativa al 2016 per il 2015 e al 2017 per il 2016? Inoltre, qualora fosse necessaria la presentazione di queste dichiarazioni, si deve pagare la sanzione ridotta?

Leggi dopo

Dichiarazione integrativa e sanzione per visto infedele

23 Gennaio 2018

Visto di conformità

Per una dichiarazione IVA 2017 con credito compensabile e visto di conformità apposto, si rende necessario l'invio di una integrativa in quanto ci si è resi conto di aver erroneamente registrato una fattura di acquisto e di aver detratto maggior IVA di quanto spettante. Avendo ancora capienza di credito IVA anche dopo la presentazione dell'integrativa, tale ipotesi rientra tra quelle considerate come apposizione di visto infedele? Se sì, qual è la sanzione a carico del professionista?

Leggi dopo

Compensazione credito IVA con cartella esattoriale per contributi INPS non versati

22 Gennaio 2018

Compensazioni

Una SRL può compensare, mediante modello "F24 Accise", un credito IVA annuale con una cartella esattoriale relativa a contributi INPS dipendenti non versati?

Leggi dopo

Cessione auto e uscita dai minimi

19 Gennaio 2018

Regime dei minimi

Un titolare di partita IVA nel regime dei minimi nel 2012 acquista una autovettura. Nel 2017 ne fuoriesce passando al regime semplificato. Nel 2018 vende l'auto, si tratta di operazione nel regime del margine?

Leggi dopo

Azienda agricola e credito per investimenti nel Mezzogiorno

18 Gennaio 2018

Credito d'imposta per investimenti nel mezzogiorno

Un'azienda agricola cui viene concesso il credito d'imposta per gli investimenti nel Mezzogiorno, a seguito di investimenti in macchinari atti a diversificare la gamma di prodotti offerti, può concedere gli stessi in comodato d'uso/affitto ad un'altra azienda continuando a fruire del credito d'imposta concesso?

Leggi dopo

Medico in CO.CO.CO e regime forfettario

17 Gennaio 2018

Regime forfettario

Un medico che ha un contratto, stipulato nel 2017, di CO.CO.CO. con una struttura sanitaria pubblica ed il cui compenso mensile è di circa €4000 può aprire una Partita IVA in regime forfettario mantenendo il contratto in essere?

Leggi dopo

Comunicazioni in caso di trasformazione soggettiva del conduttore

16 Gennaio 2018

Locazione

A seguito di una trasformazione soggettiva del conduttore (prima SAS poi SRL) e in virtù dell'art. 2498 c.c. che prevede la continuità dei rapporti giuridici dell'ente trasformato, con la conseguenza che non è necessaria la sottoscrizione di un nuovo contratto locazione, all'Agenzia delle Entrate occorre comunicare la modifica?

Leggi dopo

Pagine