Deduzione per capitale investito proprio (ACE)

 

Come calcolare l'importo della deduzione per il capitale investito (Ace - Aiuto alla crescita economica)

L’art. 1 del D.L. n. 201/2011 (cd. decreto “Salva Italia”) prevede che, ai fini della determinazione del reddito complessivo di società ed enti di cui all’art. 73, comma 1, lett. a) e b), del D.P.R. n. 917/1986, “è ammesso in deduzione un importo corrispondente al rendimento nozionale del nuovo capitale proprio”, determinato in base alle disposizioni contenute nel medesimo articolo.

L’agevolazione consiste in una deduzione commisurata all’incremento di patrimonio netto (al netto delle diminuzioni) calcolato secondo le modalità previste dalle disposizioni normative (tra queste si segnala il DM attuativo del 14 marzo 2012).

Il software di calcolo consente di determinare – previo inserimento delle variazioni, in aumento o in diminuzione, del capitale proprio dell’impresa – la deduzione spettante ex art. 1 del D.L. n. 201/2011.

NB: Note 2017

  • Il rendimento, per l’anno 2016, è di 4,75%.
  • Dal 2016 opera una nuova regola antielusiva che impone la sterilizzazione della base ACE in misura corrispondente all’incremento della consistenza netta di titoli e valori mobiliari diversi dalle partecipazioni;
  • Incremento ex art. 19 D.L. 91/2014: tale misura, dopo essere rimasta in attesa di autorizzazione dalla Commissione Europea, è stata definitivamente abrogata con la Legge di Bilancio 2017;
  • La recente riforma in materia di bilancio (D. lgs. 139/2015) ha introdotto, dal 2016, rilevanti novità in materia di predisposizione dei bilanci d’esercizio che potrebbero avere effetti in sede di calcolo dell’ACE (ad es., riserva negativa da azioni proprie in portafoglio, riserva derivati, ecc.). Tuttavia, l’impatto di tali modifiche non è attualmente chiaro e dovrebbe essere disciplinato mediante emanazione di un decreto ministeriale ad hoc. Tale decreto, purtroppo, non è stato ancora emanato;Il DL 50/2017 ha ridotto, per il 2017, il coefficiente ACE all’1,6% (e all'1,5% per gli esercizi successivi). Tale misura trova applicazione già in fase di calcolo degli acconti 2017.

Solo per il calcolo degli acconti 2017, quindi, l’ACE deve essere ricalcolata dall’utente.