Circolari per i clienti

Circolare per i clienti 31 luglio 2018

Sommario

Anteprima | Adempimenti | Guide operative |

Anteprima

Eco e Sisma bonus, nuovi chiarimenti dalle Entrate

Enti Locali, nuovi strumenti dal CNDCEC

Scissione negativa, on-line un approfondimento della FNC

Dogane: nuovi dazi sulle importazioni di acciaio

Suolo pubblico, niente bollo per raccolte firme e propaganda elettorale

Origine non preferenziale delle merci, linee applicative dalle Dogane

Impresa sociale, al via i ritocchi

Autotrasportatori, deduzioni ribassate

Fondazioni bancarie, al via il credito d’imposta

I decreti correttivi della Riforma del Terzo settore sono migliorabili

 

 

Adempimenti

Quadro RW chi è obbligato e come va compilato

Le persone fisiche residenti in Italia che detengono investimenti all’estero e attività estere di natura finanziaria a titolo di proprietà o di altro diritto reale indipendentemente dalle modalità della loro acquisizione sono tenute agli obblighi sul monitoraggio fiscale che consistono nella compilazione del Quadro RW della dichiarazione dei redditi (modello Redditi PF).

In ogni caso, va compilato ai fini dell’Imposta sul valore degli immobili all’estero (IVIE) e dell’Imposta sul valore dei prodotti finanziari dei conti correnti e dei libretti di risparmio detenuti all’estero (IVAFE).

Guide operative

Beni significativi: le novità in materia di IVA

L’Agenzia elle Entrate è intervenuta con la Circolare n. 15/E del 12 giugno 2018 con alcuni chiarimenti in merito alla disciplina dei cosiddetti “beni significativi” vale a dire ascensori e montacarichi, infissi interni ed esterni, caldaie, video citofoni, apparecchiature di condizionamento e ricircolo dell’aria, sanitari e rubinetterie, impianti di sicurezza, individuati dal D.M. 29 dicembre 1999.

Tale categoria di beni incide sulle agevolazioni IVA per gli interventi di recupero edilizio, con un’aliquota IVA del 10% per i lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria se eseguiti in immobili a prevalente destinazione abitativa.

I chiarimenti si sono resi necessari a seguito della norma di interpretazione autentica contenuta nella Legge di bilancio 2018 (art. 1, c. 19 Legge n. 205/2017).

Leggi dopo