Focus

Accordo di ricollocazione per lavoratori in CIGS: le istruzioni operative

Sommario

Introduzione | Consultazione sindacale | L'accordo di ricollocazione | Richiesta assegno di ricollocazione | Funzionamento dell'assegno di ricollocazione | Benefici per il lavoratore | Benefici per il datore di lavoro | Conclusioni |

 

Con la Circolare congiunta n. 11 del 7 giugno 2018, il Ministero del Lavoro e l’ANPAL hanno recepito le novità contenute nell’art. 1, co. 136 della L. n. 205/2017 (Legge di Bilancio 2018) che introduce la possibilità per i lavoratori in CIGS per riorganizzazione o crisi aziendale, coinvolti negli accordi di ricollocazione, di poter richiedere in anticipo l'assegno di ricollocazione (art. 23 del D.Lgs. n. 150/2015), avendo così la possibilità di un supporto intensivo per la loro ricollocazione nel mercato del lavoro. Con il presente contributo si chiariscono i criteri e le modalità di accesso alla misura da parte di lavoratori rientranti negli ambiti aziendali e profili professionali a rischio di esubero, indicati nell'accordo stesso.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >