Focus

Confisca per equivalente di quote sociali e reati tributari

 

Nei reati tributari il sequestro preventivo, funzionale alla confisca per equivalente, può essere disposto non soltanto con riguardo al prezzo, ma anche con riguardo al profitto del reato. Il presupposto e la stessa ragion d’essere del sequestro per valore funzionale alla confisca per equivalente risiedono nel fatto che quel profitto non sia rinvenuto e tale circostanza autorizza lo spostamento della misura cautelare dal bene costituente prezzo o profitto del reato ad altro di valore equivalente, ricadente sempre nella disponibilità dell’indagato, senza che occorra la prova di alcun nesso di pertinenzialità fra detto bene e l’ipotesi di reato. È questo il principio di diritto espresso dagli Ermellini con la sentenza n. 40125/15, depositata il 6 ottobre scorso.

Leggi dopo