Focus

Gli ultimi chiarimenti per i contribuenti semplificati per cassa

12 Giugno 2018 |

L. 11 dicembre 2016, n. 232

Contabilità semplificata

Sommario

Aspetti generali | Ultimi chiarimenti dell'Agenzia | Rimanenze finali | Utilizzo del metodo “presuntivo” |

 

In occasione di un Videoforum organizzato dalla stampa specializzata, l’Agenzia delle Entrate ha fornito nuovi ed interessanti chiarimenti in merito ai contribuenti in regime di contabilità semplificata che, a partire dal periodo d’imposta 2017, devono adottare il metodo di cassa per la determinazione del reddito (art. 66 del TUIR come modificato dall’art. 1, co. 17-23, della Legge n. 232/2016). In particolare, i pareri hanno riguardato la questione delle rimanenze finali: in un regime improntato alla cassa, non assumono rilievo nella determinazione del reddito dei periodi d’imposta in cui si adotta la contabilità semplificata. Tuttavia, il magazzino rileva quale elemento extrareddituale da indicare nel quadro RG e deve altresì essere evidenziato nel quadro F del modello degli studi di settore. Altri chiarimenti sono stati poi forniti in relazione all’impatto delle rimanenze in occasione del rientro (per obbligo o per opzione) in contabilità ordinaria.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >