Focus

La nuova mediazione tributaria: le novità in vigore dal 1° gennaio

Sommario

Introduzione: la mediazione tributaria nella nuova soglia di 50.000 euro | La decorrenza della nuova mediazione | La Circolare n. 30/2017 e la mediazione sul silenzio-rifiuto | La decorrenza della nuova soglia e l'ipotesi della irreperibilità |

 

A seguito della modifica apportata dall’art. 10 del D.L. 24 aprile 2017, n. 50 (convertito, con modificazioni, dalla L. 21 giugno 2017, n. 96), si è innalzata a cinquantamila euro la soglia al di sotto della quale la proposizione del ricorso attiva, automaticamente, la fase della mediazione. La novità riguarda tutti gli atti, impugnabili davanti alle commissioni tributarie, consegnati a decorrere dal 1° gennaio 2018. Pertanto, è dal prossimo 2 marzo, sessantesimo giorno successivo al 1° gennaio, che inizierà a scadere il termine per la proposizione dei primi reclami interessati dalla nuova disposizione. L’Agenzia delle Entrate, con Circolare n. 30/2017, ha – appunto - chiarito l’ambito di applicazione del nuovo istituto, evidenziando, in particolare, che, ai fini del discrimine del 1° gennaio, occorre guardare alla data di effettiva consegna al destinatario.

Leggi dopo