Focus

Vendita di caffè: i ricavi possono essere quantificati con un criterio meramente empirico

Sommario

La vicenda | Orientamenti giurisprudenziali |

 

Il Fisco, basandosi su indizi o presunzioni gravi, precisi e concordanti, procede con la ricostruzione del reddito e la relativa notifica della nuova pretesa fiscale. Affinché venga reperita una prova presuntiva, è sufficiente anche un unico fatto noto, quando i suoi aspetti siano chiaramente ed univocamente concordanti sul verificarsi del fatto ignoto. Così ha statuito la Corte di Cassazione con l’ordinanza n. 10207/18 depositata il 27 aprile, accogliendo il ricorso del Fisco che aveva accertato i ricavi di un bar mediante il consumo di caffè.

Leggi dopo