News

Alla guida dell’Agenzia delle Entrate arriva Antonino Maggiore

09 Agosto 2018 | Professionisti

Cambio al vertice dell’Agenzia delle Entrate: il nuovo numero uno del Fisco italiano è il generale di divisione della Guardia di Finanza Antonino Maggiore. L’annuncio è stato dato nella serata di ieri dal vicepremier e ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico Luigi Di Maio. «Questa sera – ha scritto il ministro su Facebook – abbiamo nominato il generale della Guardia di Finanza Antonino Maggiore a capo dell’Agenzia delle Entrate. È un nome di garanzia, di grande esperienza e di onestà, che mi riempie di orgoglio. Antonino Maggiore sono certo lavorerà nell'interesse dei cittadini onesti e sarà nemico dei grandi evasori, che fino ad oggi l’hanno fatta franca a spese dello Stato e degli imprenditori e cittadini onesti. Chi riscuote le tasse deve essere al servizio del cittadino e non il contrario. Per noi gli italiani sono onesti fino a prova contraria».

 

Maggiore, la cui nomina è stata avanzata dal ministro dell’Economia Giovanni Tria nel corso dell’ultimo CdM, sostituisce l’attuale direttore dell’Agenzia delle Entrate, Ernesto Maria Ruffini, giunto in via Cristoforo Colombo appena un anno fa, nel luglio 2017. Ruffini, già capo di Equitalia, sostituiva a sua volta Rossella Orlandi.

 

Ma non solo. Il governo Conte è intervenuto anche per cambiare la dirigenza delle Agenzia delle Dogane e del Demanio. «Abbiamo anche azzerato i vertici dell’Agenzia delle Dogane e dell’Agenzia del Demanio – ha affermato ancora Di Maio – Dove c’erano rispettivamente un ex sindaco del Pd e un ex parlamentare del Pd ora ci sono Benedetto Mineo e Riccardo Carpino». Mineo ha alle spalle una notevole esperienza in Equitalia; Carpino, invece, ha ricoperto l’incarico di Capo Gabinetto del Ministro per i Rapporti con le Regioni e per la coesione territoriale tra il 2008 e il 2011, e figurava tra i consiglieri del ministro Tria.

Leggi dopo