News

Comunicazione di inizio attività con obbligo telematico

«A partire dal 1° marzo 2018, la comunicazione di inizio attività non potrà più avvenire tramite le tradizionali modalità cartacee ma verrà gestita esclusivamente in via telematica, attraverso la compilazione e l’invio della modulistica informatizzata, che sarà resa disponibile sul portale dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro, all’indirizzo www.ispettorato.gov.it». Questo quanto ricorda il CNDCEC con l’Informativa n. 20/2018, pubblicata lo scorso venerdì. Il CNDCEC spiega che l’utilizzo del portale rappresenta un obbligo solo per i professionisti che si accingono a fare la comunicazione per la prima volta, intendendo esercitare le attività giuslavoristiche dal 1° marzo 2018; tuttavia, l’uso dell’adempimento telematico viene incentivato anche per chi in passato aveva inviato il modello cartaceo: la comunicazione telematica, spiega il CNDCEC, viene considerata fondamentale non soltanto per esigenze di semplificazione e di efficienza, ma anche per ragioni sostanziali, legate alla possibilità di attestare in modo immediato l’avvenuto adempimento dell’obbligo di comunicazione preventiva ex L. n. 12/1979.

 

Il portale è accessibile tramite SPID: i professionisti interessati devono acquisire in tempo le credenziali necessarie, seguendo le indicazioni dettate dall’Agenzia per l’Italia Digitale. Il sistema richiede la compilazione di una parte con i dati anagrafici del professionista e una seconda parte con i riferimenti agli ambiti territoriali dell’attività.

Leggi dopo