News

Mini-voluntary, nuovi chiarimenti dalle Entrate

Nuovi chiarimenti sulla possibilità di regolarizzare le violazioni degli obblighi di monitoraggio fiscale (quadro RW) e dichiarativi per ex frontalieri e vecchi iscritti Aire. La Circolare n. 12/E, pubblicata ieri dall’Agenzia delle Entrate, fa luce sui vari aspetti della mini-voluntary concessa ai contribuenti residenti fiscalmente in Italia (e loro eredi), rientrati in Italia dopo aver svolto in via continuativa un’attività di lavoro dipendente o autonomo all’estero, in quanto in precedenza iscritti all’Anagrafe degli italiani residenti all’estero (AIRE) o frontalieri. La procedura consente di regolarizzare le attività depositate e le somme detenute all’estero in violazione degli obblighi di monitoraggio fiscale, derivanti esclusivamente dalla citata attività lavorativa.   

 

Tra i molti chiarimenti, è specificato che sono ammessi alla procedura anche coloro che hanno ricominciato a prestare attività lavorativa in una zona di frontiera o sono tornati fiscalmente all’estero nel corso del 2017 e anche per chi ha ricevuto processi verbali di constatazione, inviti e questionari. Per i primi sarà necessario che alla data del 6 dicembre 2017 abbiano ancora in essere con l’intermediario il rapporto finanziario relativo alle attività e alle somme da regolarizzare, indipendentemente dal valore dell’attività e della giacenza a tale data. “Non rientrano quindi nell’ambito della procedura – si legge nella Circolare - le attività di cui ai rapporti chiusi prima di tale data né, inoltre, quelle attività detenute in uno Stato estero diverso da quello di origine del reddito di lavoro autonomo o dipendente”.

 

In caso, invece, di verbali di constatazione, inviti e questionari, questi ultimi, contrariamente agli avvisi di accertamento e agli atti di contestazione relativi alle attività e alle annualità oggetto di regolarizzazione, non pregiudicano l’accesso alla procedura. Neppure le comunicazioni derivanti dalla liquidazione delle imposte e dal controllo formale delle dichiarazioni di cui agli artt. 36-bis e 36-ter  D.PR. n. 600/1973 sono di intralcio alla mini-voluntary.  

Leggi dopo

Le Bussole correlate >