Bussola

Compensazioni crediti IVA

Sommario

Inquadramento | Canale di trasmissione delle deleghe di versamento | Compensazione del credito IVA infrannuale | Visto di conformità | 5. Compensazione verticale | Riferimento temporale | Divieto di compensazione orizzontale in presenza di debiti erariali | I chiarimenti da parte dell’Agenzia delle Entrate | Esempio | Modello IVA e Modello TR | Riferimenti |

 

  I contribuenti che intendono compensare il credito IVA annuale, o relativo a periodi inferiori all’anno, per importi fino a € 5.000 annui possono effettuarlo a partire dal 1° giorno del periodo successivo a quello cui la dichiarazione o la denuncia periodica si riferisce e fino alla data di presentazione della dichiarazione o denuncia successiva. Ad esempio, nel caso in cui il credito IVA relativo al periodo di imposta 2016 fosse pari a € 4.500, può essere utilizzato in compensazione dal 1° gennaio x+1.   Al contrario, la compensazione del credito IVA annuale o relativo a periodi inferiori all’anno, per importi superiori a € 5.000 annui, può essere effettuata dal 10° giorno successivo a quello di presentazione della dichiarazione (annuale o infrannuale) da cui il credito emerge. L’intervallo temporale che intercorre tra l’utilizzo del credito e la trasmissione del modello dichiarativo è stato ridotto dal D.L. n. 50/2017 (art. 3, c. 4-bis);il quale in precedenza consentiva l’utilizzo del credito a partire dal giorno 16 del mese successivo a quello di presentazione. Pertanto per la dichiarazione IVA 2017 presentata entro il 28 febbraio 2017, l’eventuale credito Iva superiore a € 5.000 poteva essere compensato a partire dal 16 marzo 2017; mentre il credito risultante dalle dich...

Leggi dopo