Bussola

Imposta sugli intrattenimenti

Sommario

Inquadramento | Attività assoggettate | Soggetti passivi di imposta | Base imponibile | Imposta sugli intrattenimenti e IVA | Aliquote applicabili | Adempimenti | Modalità e termini di versamento | Sanzioni e ravvedimento operoso | Esempio | Trattamento contabile | Riferimenti |

 

Il D.Lgs. 60/1999 ha apportato sostanziali modifiche alla disciplina riservata agli spettacoli e agli intrattenimenti, prevedendo dal 1° gennaio 2000: -          l’abrogazione dell’imposta sugli spettacoli; -          una doppia tassazione per le attività classificabili come intrattenimento, in quanto sono assoggettate sia all’imposta sugli intrattenimenti (ISI) che all’Iva (determinata in modo forfettario, secondo le disposizioni del comma 6 dell’articolo 74 del Dpr 633/72); -          la tassazione Iva nei modi ordinari per le attività di spettacolo, disciplinate dall’articolo 74-quater del Dpr 633/72. La differenza principale tra intrattenimento e spettacolo risiede nel coinvolgimento sello spettatore, in quanto nel primo caso è parte attiva, mentre nel secondo partecipa passivamente. Inoltre, l’intrattenimento si caratterizza anche per la prevalenza dell’aspetto ludico e di puro divertimento. Oltre alle disposizioni del D.Lgs. 60/1999, la disciplina dell’ISI è dettata dal Dpr 544/1999 e illustrata dalla circolare dell’Agenzia delle Entrate n. 165/E/2000.

Leggi dopo