Bussola

Modello IVA

Sommario

Inquadramento | Introduzione | Soggetti obbligati | Casi particolari | Soggetti esclusi | Modalità di presentazione | Attestazione dell’Agenzia delle Entrate | Termini | Contenuto della dichiarazione | Modello IVA Base | Novità modello IVA 2018 (periodo di imposta 2017) | Errori ed omissioni, correzioni | Sanzioni amministrative | Reati tributari | Le ultime novità in tema IVA | Riferimenti |

 

  La Legge di Stabilità per il 2015 (L. 23 dicembre 2014, n. 190), introduce una modifica in tema di modalità di invio della dichiarazione annuale IVA, a partire da quella relativa al periodo di imposta 2015, in quanto prevede la sola modalità di invio in forma autonoma entro il 28 febbraio dell’anno successivo a quello di riferimento, con conseguente abolizione della Comunicazione annuale dati IVA.   Il D.L. n. 192/2014 ha prorogato i suddetti termini, di conseguenza la prima dichiarazione che si dovrà inviare obbligatoriamente in forma autonoma è la Dichiarazione IVA 2017 (relativa al periodo di imposta 2016).   Tale disposizione è stata in parte modificata dall’art. 4, comma 4, lettera c) del D.L. n. 193/2016, il quale conferma per l’anno 2016 la presentazione in via telematica della Dichiarazione IVA in via autonoma nel mese di febbraio (2017), e dispone, a decorrere dal 2017, la presentazione della stessa tra il 1° febbraio e il 30 aprile (dell’anno successivo).    Con il Provvedimento del 15 gennaio 2018, l’Agenzia delle Entrate ha approvato definitivamente il modello Dichiarazione IVA 2018, relativo al periodo di imposta 2017: apportando delle modifiche ai quadri: Frontespizio, VE, VJ, VH, VK, VL, VX e VO e VG; modificando il quadro VS, VV e VW del prospetto IVA/26 PR.  

Leggi dopo