Bussola

Prezzo valore

Sommario

Inquadramento | Requisiti per accedere alla determinazione del prezzo-valore | Applicazione del prezzo-valore ai trasferimenti immobiliari | Applicazione del prezzo valore ai trasferimenti immobiliari: casi particolari | Riferimenti |

 

Il criterio del “prezzo valore” è stato introdotto nel nostro ordinamento dall’art. 1 c. 497, L. 23 dicembre 2005 n. 266, ed ha apportato importanti novità in riferimento alla base imponibile sulla quale calcolare l’imposta di registro da applicare ai trasferimenti immobiliari avvenuti nei confronti di persone fisiche. In particolare, infatti, è stata prevista la possibilità per il contribuente di liquidare l’imposta di registro non sul corrispettivo pattuito indicato nell’atto, ma sul “prezzo-valore” dell’immobile trasferito determinato applicando l’imposta di registro alla base imponibile calcolata applicando determinati coefficienti alla relativa rendita catastale. La suddetta agevolazione consente quindi al contribuente di ottenere notevoli risparmi di imposta qualora tale valore sia inferiore a quello stabilito dalle parti e non si veda obbligato a pagare un'imposta superiore al reale valore dell’immobile dovuto al modificarsi dei mercati immobiliari di riferimento.

Leggi dopo