Focus

Focus

Bancarotta fraudolenta documentale anche per la ditta individuale senza registri

22 Febbraio 2013 | di Fabio Cigna

Dichiarazione fraudolenta

Secondo la sentenza del 08 gennaio 2013, n.769 pronunciata dalla Corte di Cassazione, anche al titolare di ditta individuale che operi in contabilità semplificata, può essere iscritto il reato di bancarotta fraudolenta documentale. In questi termini, l’imprenditore individuale fallito, ancorché condannato alla pena minima di tre anni, è interdetto, per dieci anni, dall’attività d’impresa e dallo svolgere incarichi direttivi presso altre aziende.

Leggi dopo

Il regime del “margine” per la cessione dei beni usati

20 Febbraio 2013 | di Umberto Terzuolo

Beni usati

Analisi dal punto di vista oggettivo e soggettivo del regime speciale per la cessione dei beni usati, meglio conosciuto come del "margine". Il focus analizza i relativi adempimenti contabili e i tre metodi di determinazione del regime.

Leggi dopo

Annullamento automatico delle iscrizioni a ruolo

19 Febbraio 2013 | di Paola Piantedosi

Riscossione

L’art. 1, commi da 537 a 544, della Legge 24 dicembre 2012, n. 228 (Legge di stabilità 2013) ha introdotto una nuova disposizione nell’ambito della disciplina della riscossione delle imposte, volta a tutelare i contribuenti dagli effetti derivanti dalle azioni coattive, con riferimento ad iscrizioni a ruolo non dovute, sospese o per cui sia intervenuta la prescrizione. In base alla nuova disposizioni possono essere annullati gli atti di riscossione per effetto di una semplice dichiarazione con cui il contribuente eccepisce all’Agente della Riscossione l’illegittimità del recupero.

Leggi dopo

La compensazione del credito IVA: limiti e profili sanzionatori

12 Febbraio 2013 | di Umberto Terzuolo

Compensazioni

Analisi dei limiti generali e specifici relativi alla compensazione del credito IVA, con un focus sui risvolti sanzionatori.

Leggi dopo

Il nuovo “Superbollo” sulle auto di grossa cilindrata, la tassa su unità da diporto, aeromobili privati e voli in aerotaxi

08 Febbraio 2013 | di Piercarlo Bausola

Autoveicoli

Il decreto “Salva Italia” del governo Monti, emanato a fine 2011, ha avuto come scopo precipuo quello di approvvigionare nuove risorse finanziarie. Nell’ambito dei numerosi interventi posti in essere, l’art.16 del D.L. 6 dicembre 2011, n.201 (conv. Con L.214 del 22 dicembre 2011) ha previsto, la revisione del regime di “superbollo” per le auto di grossa cilindrata, l’introduzione di una tassa sulle unità da diporto e sugli aeromobili privati e voli in aerotaxi.

Leggi dopo

La normativa sulle Controlled Foreign Companies

05 Febbraio 2013 | di Alessandro Terzuolo

Controlled Foreign Companies

Analisi della normativa di cui agli artt. 167 e 168 TUIR con un focus specifico sul c.d. “passive income test” (di cui all’art. 167,commi 5-bis e 8-bis, lett. b) ai fini dell’applicazione o disapplicazione della normativa antielusiva in questione.

Leggi dopo

I finanziamenti fruttiferi eseguiti dai soci

01 Febbraio 2013 | di Umberto Terzuolo

Finanziamenti fruttiferi e infruttiferi

Analisi di una particolare tipologia di debito societario, il finanziamento dei soci a favore della società, con un approfondimento sulla rilevanza fiscale degli eventuali interessi sia per il soggetto percettore sia per il soggetto erogatore.

Leggi dopo

Aspetti civilistici e contabili delle operazioni in valuta

29 Gennaio 2013

Operazioni in valuta

Da quando nel 2005 la disciplina dele operazioni in valuta è stata modificata, la valutazione e la gestione delle operazioni da effettuare in sede di predisposizione del bilancio d’esercizio, è divenuta più complessa. Approfondimento sul differente trattamento previsto ai fini civilistici e fiscali.

Leggi dopo

I conti d’ordine: aspetti civilistici e fiscali

25 Gennaio 2013 | di Saverio Cinieri

Conti d’ordine

I conti d’ordine servono alla rilevazione di una serie di operazioni che non incidono in tempi immediati sul reddito di esercizio e sul capitale di funzionamento, ma potrebbero produrre effetti in tempi successivi. Si tratta quindi di conti di memoria che si rendono necessari per rispettare il principio di rappresentazione chiara, veritiera e corretta della situazione patrimoniale e finanziaria e del risultato economica conseguito. Essi vano annotati sia in contabilità generale (a libro giornale e a libro mastro) sia in bilancio (in calce al passivo patrimoniale se quantificabili e comunque in nota integrativa).

Leggi dopo

Perdite d’esercizio rilevanti: determinazione, obblighi e modalità di copertura

22 Gennaio 2013 | di Paola Candida Micheli

Patrimonio netto

Breve esame della libera utilizzabilità delle poste di patrimonio netto e delle procedure di ripianamento delle perdite d’esercizio, con attenzione alle fattispecie specificamente disciplinate dalla normativa del codice civile.

Leggi dopo

Pagine