Quesiti Operativi

Quesiti Operativi

Errore nell'invio della dichiarazione di intento

06 Aprile 2018

Dichiarazione d'intento

Viene emessa una lettera di intento per un importo stabilito. Il fornitore dell’esportatore emette fattura senza IVA per un importo superiore rispetto a quello indicato nella dichiarazione di intento. Il fornitore si accorge dell’errore tardivamente ma comunque prima dell’invio della dichiarazione IVA dell’anno di riferimento. Rientra comunque nel plafond? Come va gestita la problematica per cliente e fornitore?

Leggi dopo

Cessione del credito IVA vistato

05 Aprile 2018

Visto di conformità

Il contribuente A ha un credito IVA 2017, risultante dalla relativa dichiarazione 2018 di euro 200mila e decide di destinare alla compensazione orizzontale euro 100mila e di chiedere a rimborso i restanti euro 100mila. Premesso che il consulente del contribuente A, verificata la veridicità del credito, appone visto di conformità alla suddetta dichiarazione, successivamente il credito chiesto a rimborso viene ceduto al contribuente B mediante atto di cessione redatto con atto notarile e notificato alla controparte, secondo quanto previsto dalla normativa. Si chiede se il contribuente B possa utilizzare in compensazione nel Modello F24 tale credito acquisito dal contribuente A.

Leggi dopo

Trasformazione in SRL e comunicazione all'AE

04 Aprile 2018

SRL

Una società sportiva dilettantistica si è trasformata in società a responsabilità limitata nel febbraio 2017 con atto notarile. Pur effettuate le variazioni di legge, è stata omessa la comunicazione all'Agenzia delle Entrate. In caso di invio della comunicazione, retrodatata, come va quantificata la sanzione?

Leggi dopo

Visto di conformità e omessi versamenti

03 Aprile 2018

Visto di conformità

Dopo aver chiuso la dichiarazione IVA 2018 ad un cliente il cui credito era superiore a € 7.000,00, si è resa necessaria l’apposizione del visto di conformità. Tuttavia, il contribuente ha due liquidazioni trimestrali non versate. È possibile vistare il credito se i versamenti da cui derivano non sono stati tutti effettuati?

Leggi dopo

Compensazione per crediti superiori a 1.500 euro

30 Marzo 2018

Compensazioni crediti IVA

In presenza di ruoli scaduti in AGE Riscossione del valore superiore ad € 1.500,00 è possibile fare la loro compensazione (codice tributo RUOL) con credito IVA esistente?

Leggi dopo

Pignoramento dei canoni e versamento al creditore

29 Marzo 2018

Affitto d’azienda

L’affittuario d’azienda soggetto a IVA che abbia ricevuto pignoramento dei canoni da parte di terzi deve versare al creditore pignoratizio il solo imponibile o il totale fattura, comprensiva di IVA?

Leggi dopo

Autovettura come business car

28 Marzo 2018

Autoveicoli

Può un autocaravan del valore di 50.000 euro ed intestato ad una società SAS quale effettivo unico mezzo a disposizione, essere considerato al pari di un’automobile normale con IVA totalmente detraibile e con un costo pari all’80% col limite di 25.822 euro, dal momento che la suddetta società non ha un proprio ufficio (essendo l’abitazione stessa del socio e con eventuali bollette etc. non deducibili)?

Leggi dopo

Debito in dichiarazione IVA e ravvedimento operoso

27 Marzo 2018

IVA

Nella dichiarazione IVA 2018 è possibile inserire nel debito finale un versamento IVA trimestrale precedentemente non versato e non ancora accertato da parte dell'Agenzia delle Entrate, ed eventualmente rateizzarlo in 9 rate?

Leggi dopo

Acquisto di immobile nel regime dei minimi

26 Marzo 2018

Regime dei minimi

Un soggetto che fruisce del regime dei minimi dall'anno 2015 e che ad oggi ancora rispetta i requisiti per il mantenimento del regime agevolato, sta valutando l'ipotesi di acquistare un immobile strumentale (categoria A/10), da utilizzare per l'esercizio della professione. L'immobile, pur non rientrando nel calcolo del valore dei beni strumentali, andrà comunque interamente a costo, determinando la diminuzione delle imposte? Se sì, quale comportamento dovrà adottare il soggetto in questione quando nel 2020 uscirà dal regime dei minimi?

Leggi dopo

Bolli nel regime forfettario

23 Marzo 2018

Regime forfettario

Se un professionista in regime forfettario esegue anticipazioni di bolli e diritti nei confronti del proprio cliente cui è intestato il documento di spesa e a cui sono addebitate suddette anticipazioni in fattura con l’aggiunta dell’onorario, ai fini della determinazione del reddito forfettario, bisogna considerare il totale fattura o solo il totale onorario?

Leggi dopo

Pagine